1965 Dodge Coronet – Il più veloce

Brian Kohlmann porta il passato nel presente con questa Dodge Coronet Replica modificata del ’65

Vedi tutte le 1 fotoGeoff StunkardwriterJan 1, 2000

Le gare di drag racing stavano attraversando una grande metamorfosi nel 1965. La Chrysler e la Ford stavano combattendo tra i ranghi dei portabandiera con una spesa senza limiti. Con l’aiuto del costruttore di NASCAR Holman-Moody, Ford aveva incastrato i loro nuovi motori SOHC 427 nella piccola Mustang, mentre la Chrysler aveva ingaggiato una ditta vicino a Detroit chiamata Amblewagon per costruire una piccola serie di Dodge Coronets e Plymouth Belvederes con ruote modificate.

Nel frattempo, a Chicago, un signore di nome Norm Krause stava iniziando a fare campagna elettorale per far saltare in aria le calze della Dodge come parte del suo programma di gare per concessionarie Grand-Spaulding. Guidate dal meccanico Gary Dyer, le auto hanno avuto un discreto successo all’inizio della stagione, ma non hanno fatto molti giri. Alla fine dell’estate del 1965, ottennero l’auto a passo modificato che era stata originariamente presentata a Roger Lindamood. Quasi subito, quest’auto fece notizia in una serie di gare nazionali molto pubblicizzate contro la Pontiac soffiata di Don Gay. Il passaggio finale di 8.63 al Lions Drag Strip a Long Beach, California, nell’ottobre di quell’anno, è stato il miglior percorso mai fatto da una qualsiasi auto a porte chiuse fino a quel punto.

Dyer ha guidato questa particolare auto per una parte del 1966 e poi è stata venduta dopo la costruzione e la consegna di una nuova Charger modello ’66. Oggi, è l’unica delle undici auto da corsa modificate costruite da Amblewagon che non è stata completamente contabilizzata.

Articolo molto interessante
Dick Trickle - Addio e buona fortuna per una leggenda della pista corta

Nato nell’aprile del 1966, Brian Kohlmann non era nemmeno vivo quando il famigerato tour di Dyer del ’65 si è concluso. Ma il 32enne Racine, Wisconsin, tecnico cardiovascolare del Wisconsin, ha fatto di tutto per ricreare quell’epoca. Anche se quest’auto è una replica, chiunque abbia familiarità con l’ingresso del signor Norm Grand-Spaulding riconoscerà l’auto e l’ariete d’argento sulla portiera. È il culmine di diversi anni di sforzi.

A differenza di molte repliche, Brian è andato fino in fondo con questa. Quel grosso Keith Black Hemi in alluminio nel vano motore respira una seria percentuale di nitrometano. Costruito dalla Performance Engine Service di Madison, Wisconsin, il blocco corto è stato riempito con parti di motori a benzina di Bryant, Arias e Brooks. Al centro è andata una grassa camma a rullo Crane, che, a sua volta, aziona le valvole Manley in un set di teste di grasso Brad Anderson Engineering. Poiché si tratta di una tecnologia di ultima generazione, Brian ha installato la presa d’aria BAE per supportare una soffiante GMC 6-71 di tipo vintage, con un iniettore Hilborn alimentato da una valvola a barile Enderle. Per far funzionare una tale combinazione è stata necessaria una grande quantità di fabbricazione e di saldature, ma il risultato è stato il migliore dei due mondi: un pezzo d’epoca che può alimentare quel grande nitrometano Hemi al gallone. La cromatura su molti dei pezzi, compresi i tubi di testa del “bruciatore di erbaccia” fatto in casa, dà alla macchina una qualità da spettacolo, ma a 2.200 cavalli, va anche meglio di quanto sembri.

Articolo molto interessante
1964 Ford Thunderbird - La migliore Ford in una Ford della rivista Street Rodder Magazine

Come ha finito per fare Dyer negli anni ’60, un asse anteriore dritto di un pickup Dodge A-100 ha sostituito il telaio K dell’auto. Il passo è stato rielaborato a 113 pollici (le auto originali modificate erano leggermente più corte a 110 pollici) e le ruote Radir Bullet si trovano in tutte e quattro le curve. La sospensione anteriore è composta da ammortizzatori Carrera con rapporto 6:1 e da una scatola dello sterzo di una Corvair del ’63 (come quella usata da Dyer), mentre la posteriore utilizza un quattro cilindri Competition Engineering con ammortizzatori Aldan Eagle e barre di trazione Top Gun. Oltre ai freni a disco in tutte e quattro le curve, due paracadute rallentano la macchina. Sul cofano è montato un tachimetro a cavo Moroso degli anni ’60.

L’auto è capace di alcuni tempi seri-7,40 a quasi 190 mph! Tutto il peso inutile è stato rimosso per arrivare a una lettura della bilancia da 3050 libbre. Questo include i finestrini, l’interno, ad eccezione di un unico sedile per camionisti A-100 con le moderne cinture Simpson, e un’applicazione liberale di parti in fibra di vetro. Per essere sicuri che rimanga al sicuro, ora in macchina c’è anche una gabbia a 14 punti. Kyle Strauss si è occupato degli interni, mentre Chris Lampton della Junior’s Body Shop è responsabile della carrozzeria e della verniciatura. Una volta completato, John Shepard di Kenosha, Wisconsin, ha applicato le scritte con foglia d’oro. Il tocco di coronamento è lo speciale abito alluminizzato che Kohlmann indossa, completo di filtri a carbone e guanti d’argento.

La Grand-Spaulding Dodge di Norm Krause è chiusa da molti anni, ma Norm ha dato personalmente a Brian il permesso di usare il mitico ariete sulla porta. Sponsorizzare l’auto oggi è un’altra concessionaria, Belle Dodge a Racine, Wisconsin, così come Racine Harley-Davidson, Radir Wheels, e Cost Cutter Family Hair Care. Aiuta anche Crane Cams, Dynamic Converters e Mancini Racing. Brian ha trovato un grande sostenitore per il progetto nell’artista delle corse Joel Naprstek, che ha fatto ricerche per garantire che l’auto mantenesse il suo aspetto d’epoca così come i rendering degli artisti che hanno aiutato a ottenere il supporto dello sponsor. L’aiuto in pista viene da Joel e dagli amici Keith e Jeff Townsend.

Articolo molto interessante
La berlina Ford Tudor del 1932 di Bill Paul - Turtle Wax Wax Kansas City Top 100

C’è un detto che dice che non si può tornare indietro nel tempo. Come Dyer alla fine del suo tour con l’auto dell’ex-Lindamood, Brian Kohlmann è il detentore del titolo della Dodge più veloce del mondo del ’65. Tuttavia, è improbabile che gli sforzi di Kohlmann con questo barnstormer saranno mai superati.

BRIAN KOHLMANN’S 1965 S/FX DODGEBody:1965 vintage DodgeFiberglass:Porte, front end, paraurti, decklidInterior:Single 1965 vintage A-100 pickup seatGauges: AutoMeter e 1965 Moroso tachBodywork/Paint:Chris LamptonColors:Top secret DuPont mixLettering:Foglia d’oro 23K di John ShepardEngine:KB 426 Hemi aluminiumCrank:BryantRods:BrooksPistons:8. 8:1 AriasHeads:Brad AndersonBlower:6-71 LittlefieldInjector:Modified HilbornTransmission:Bruno/LencoRear:3.70 1965 Dana 60Best ET:7.40 secondsBest MPH:187 mphRing:Joel Naprstek, Mr. Norm KrausMostra tutto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2000\01\mopp-0001-01-ps-1965-dodge-coronet-replica.jpg

Lascia un commento