1965 Shelby Cobra Daytona Coupé Daytona – La Coupé del Sud ha le sue radici nell’Uptown

Il restauratore d’auto della Carolina del Nord va a nord e a nord per il suo Kit Car Project

Vedi tutte le 1 fotoMike BlakewriterJim FluhartyphotographerMay 1, 2004

Quando il tuo background è nel restauro di auto, la gente fa attenzione a quali auto scegli di costruire. Nel sud di Gastonia, nel North Carolina, Kim Haynes è uno di quei restauratori di auto che la gente ascolta. Aveva completato diversi restauri della NASCAR, ma il suo cuore si è sempre rivolto a quell’auto da corsa degli anni ’60 con uno status leggendario e una produzione limitata… la Daytona Coupé.

“Avevo sempre voluto una Coupé, beh, da quando ero un adolescente negli anni ’60, comunque”, ha detto Haynes, “e dopo aver controllato diverse repliche, ho scelto i Super Replicari Upstate perché credo che siano i migliori sul mercato”.

Haynes ha scelto di costruire la sua Daytona come cruiser. “Voglio guidare questa bambina e non farne una regina dello spettacolo o un’auto da corsa”, ha detto. Rimanendo su quel percorso, il design degli interni segue il design originale, ma con moquette, pannelli rivestiti su misura, aria condizionata e un headliner “per renderla più guidabile”. Ha anche fatto lo sforzo di nascondere l’aria condizionata per mantenere il look originale dell’abitacolo.

Ha lasciato poco al caso con questo progetto, e dopo essersi assicurato il nuovo kit di sospensione assemblato, ha fatto un salto attraverso Europa Parts, Interiors by Dean, Anthony Wiring, Classic Gass Fuel Injection e diversi costruttori per completare questo sogno di 40 anni.

Il telaio è puro Upstate, un telaio in tubo tondo piegato a mandrino da 4 pollici, con guide principali da 0,135 pollici di spessore della parete, che fornisce un interasse originale di 90 pollici. Tutti i punti di sospensione sono installati e forati in fabbrica, e il telaio è lavato e inciso ad acido. La carrozzeria Upstate è una combinazione di vetroresina con pistola a trinciatore e costruzione a mano, con tutti i pannelli interni, le porte e il cofano installati. Tutti i pannelli della carrozzeria sono realizzati in resina vinilica Ester e replicano la Daytona Coupé del ’65.

La carrozzeria è stata montata sul telaio, ma Haynes ha modificato le portiere, ha installato delle palette funzionali per i freni posteriori, ha modificato il portellone posteriore e le scatole dei piedi secondo il design originale, ha fabbricato i finestrini laterali a scorrimento, ha riposizionato la batteria, ha modificato l’interno per includere l’aria condizionata e ha fabbricato un assemblaggio personalizzato dei pedali.

1
e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento