1967-1968 Imperiale

The 1968 Imperial grille wrapped around the front fenders to enclose the side-marker lamps. See more classic car pictures. La griglia imperiale del 1968 avvolgeva i parafanghi anteriori per racchiudere le lampade di segnalazione laterale. Vedi altro immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

Gli Imperiali 1967-1968 abbandonarono definitivamente la costruzione separata di corpo e telaio. Apparentemente, il motivo era tecnologico. Nel 1967, sostiene Chrysler, i metodi di isolamento e di insonorizzazione erano diventati così avanzati da rendere inutile l’uso di un corpo separato.

Galleria di immagini di auto d’epoca

In effetti, si sono verificati numerosi miglioramenti tecnici che hanno permesso di effettuare prove di sollecitazione computerizzate della carrozzeria/telaio dell’unità prima della sua costruzione. Come bonus, l’unibody ha anche ridotto il peso medio di circa 100 libbre. L’Imperial del 1967, ha detto l’azienda, era semmai più silenziosa e liscia del 1966.

Un altro motivo convincente per il cambiamento nella tecnica di costruzione è stato il sovraccarico: Era certamente più economico costruire Imperiali unibody Imperials con un guscio interno Chrysler, anche se su un interasse leggermente più lungo.

In seguito a questo cambiamento fondamentale, i modelli del 1967 sono stati completamente rinnovati e completamente rinnovati. Una nuova griglia con una targhetta ben visibile era accompagnata da parafanghi anteriori affilati che ospitavano le luci di parcheggio. I fari sono rimasti integrati con la griglia. C’erano paraurti posteriori verticali e “linee di carattere” orizzontali lungo i fianchi della carrozzeria. L’interasse è sceso di due pollici a 127.

Articolo molto interessante
1987 Oldsmobile Aerotech Concept Car

Le vendite sono aumentate, superando i 17.000 nel 1967 e i 15.000 nel 1968. Anche i prezzi sono saliti, gli hardtops Crown hanno superato i 6.000 dollari di base per la prima volta. Per compensare, Imperial ha reintegrato la berlina Crown a quattro porte saccheggiata, che è partita da circa 5.400 dollari. Le convertibili rimasero, ma a malapena: la produzione fu di soli 577 per il 1967 e 474 per il 1968, l’ultimo anno per il soft top Imperial.

La continua incapacità di Imperial di ammaccare la quota di mercato Cadillac/Lincoln ha indotto il management a ripensare il proprio approccio e a prendere una decisione di ampia portata. Per il 1969 e oltre, Imperial avrebbe condiviso la lamiera esterna con la Chrysler.

Gli Imperiali del 1968, invece, sono stati solo leggermente modificati rispetto al 1967. Le caratteristiche comprendevano una nuova griglia che si estendeva intorno alla parte anteriore per racchiudere le luci di parcheggio e di curva, doppie modanature sulle fiancate inferiori della carrozzeria e luci laterali posteriori (ora richieste dalla legge). Strette strisce di vernice sono state applicate lungo la linea di cintura su tutti i modelli. Il 440 V-8 è rimasto di serie, con un’opzione di snorkeling con doppio scarico e doppio bocchettone di scarico che ha aumentato la potenza da 350 a 360 CV.

Scopri cosa pensavano i critici dell’unibody 1967-1968 Imperial nella pagina successiva.

Articolo molto interessante
1934 Plymouth PE Deluxe

Per ulteriori informazioni sulle auto:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento