1967-1968 Plymouth Sport Fury e VIP

The restyled 1967 Plymouth Sport Fury retained the vertical headlight/horizontal taillight theme of the previous model yet looked markedly different. Il restyling della Plymouth Sport Fury del 1967 ha mantenuto il tema dei fari verticali e dei fanali posteriori orizzontali del modello precedente, ma con un aspetto decisamente diverso. ©2007 Publications International, Ltd.

Dopo essere strisciata dalle profondità del 1962 a nuovi livelli di vendita in tre brevi anni, il marchio del pane e del burro Chrysler ha tirato fuori tutti gli ostacoli per il 1967. Uno dei momenti salienti è stato il Plymouth Sport Fury e VIP del 1967-1968.

“Plymouth vuole conquistarti”, hanno detto gli annunci, e non hanno mentito. La Barracuda è stata splendidamente rielaborata come un vero concorrente “ponycar” per la Mustang della Ford, la compatta Valiant è stata altrettanto splendidamente trasformata, e anche le Belvederes intermedie, ancora fondamentalmente del 1962 sotto, sono state messe a punto sia nello stile che nella potenza.

Lo stesso valeva per l’orgoglio del pacchetto Plymouth, il grande Fury, che divenne ancora più grande nel 1967. Sebbene l’interasse e la struttura di base siano stati fissati nel 1965-1966, un rivestimento completo ha aumentato la lunghezza complessiva da 3,3 a 7,5 pollici e un design più scolpito della parte inferiore del corpo ha fatto sì che le auto sembrassero ancora più lunghe.

Sembravano anche più larghi di fascio, grazie in parte ai parafanghi anteriori svasati e ai nuovi taillamp orizzontali, ma la larghezza complessiva era, in realtà, di un pollice o poco più sottile. Osservando una tendenza popolare di Detroit, i parafanghi posteriori sono stati leggermente alzati appena prima delle aperture delle ruote.

La Plymouth VIP è tornata dal suo debutto del 1966 come la più bella Fury, ancora con coupé hardtop e berlina. Accanto a loro, a prezzi quasi identici, c’erano la decappottabile Sport Fury a due porte e una coppia di hardtop a due porte, poiché la Plymouth offriva ora una scelta di coperture hardtop coupé: un convenzionale notchback (duplicato in assetto Fury III da panchina) con montanti a C affusolati, e un nuovo stile “Fast Top” con lo stesso profilo ma grandi quartieri triangolati che rendevano magnifici gli ostacoli per il parcheggio e il cambio di corsia.

Anche se sembrava più racier, il Fast Top era lo stile scelto per il VIP di lusso, forse perché quegli enormi montanti a C conferivano un po’ più di “formalità”; di certo mostravano meglio le coperture opzionali del tetto in vinile.

Maggiori dettagli sulla Plymouth Sport Fury e VIP del 1967-1968 alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento