1967-1968 Shelby GT-350 & GT-500

Mustang put on weight and inches for 1967, and the Shelby followed suit. The GT-350 (shown) featured a 306-bhp 289 V-8. Mustang ha messo su peso e pollici per il 1967, e la Shelby ha seguito l’esempio. La GT-350 (in mostra) aveva una 306 CV 289 V-8. ©2007 Publications International, Ltd.

Le Mustang di produzione per il 1967 erano più grandi, più pesanti e più “in stile”, il che significava che la ne plus ultra Mustang della Shelby Carroll Shelby, la GT-350, avrebbe dovuto cambiare. Per mantenere il peso della Shelby GT-350 e della GT-500 del 1967-1968 e il suo aspetto distintivo, i designer Shelby crearono un frontale in fibra di vetro personalizzato per completare il cofano più lungo della Mustang di serie.

Hanno anche messo due fari abbaglianti al centro dell’apertura della griglia. (Alcune vetture successive hanno fatto spostare queste luci alle estremità esterne della griglia per conformarsi ai requisiti dei veicoli a motore statali che specificano una distanza minima tra i fari). La Shelbys del 1967 aveva una paletta del cofano più grande e delle palette di raffreddamento dei freni scolpite sui lati. Un’altra serie di palette sui pannelli del tetto del quarto posteriore fungeva da estrattori d’aria interni. La parte posteriore riceveva uno spoiler e un grande banco di taillamp.

Come design totale, la Shelby del 1967 era stupenda. Assomigliava più a un’auto da corsa che a molti altri piloti; non c’era ancora niente di simile sulle strade americane.

Articolo molto interessante
1930 Cordone L-29 Brooks Stevens Speedster

Alcuni cambiamenti hanno anche rispecchiato il feedback dei clienti, indicando la preferenza per un’auto più maneggevole e facile da guidare. Il servosterzo e i servofreno, ad esempio, sono diventati opzioni obbligatorie. Gli interni del ’67 hanno ricevuto incarichi speciali non condivisi con la Mustang di produzione, tra cui un distintivo volante da corsa, indicatori aggiuntivi, un vero e proprio rollbar e imbracature per le spalle con ruote inerziali.

The 1967 Shelby GT-500 boasted a 428 V-8 rated at a conservative 355 bhp.” ” La Shelby GT-500 del 1967 vantava un 428 V-8 con una potenza di 355 CV. ©2007 Publications International, Ltd.

Nel 1967, Ford offrì un V-8 da 390 cid per la sua Mustang standard come motore ad alte prestazioni. Nel tipico stile Shelby, Carroll andò meglio alla Ford, con un 428 pollici cubici e un nuovo modello, la GT-500. È stata una mossa popolare, per le GT-500 ha superato le GT-350 di quasi 2 a 1. La GT-350 portava ancora il blocco di serie della Mustang ad alte prestazioni, ma senza i precedenti collettori di scarico con tubi in acciaio.

Ciò che Shelby aveva creato nel 1967 era una combinazione di prestazioni e lusso, piuttosto che un’auto che enfatizzava le prestazioni sopra ogni altra cosa. Dal momento che le case automobilistiche adottarono una potenza di cavalli più conservatrice nel 1967 – principalmente per tenere a bada le compagnie di assicurazione – la GT-500 fu valutata solo a 355 CV, anche se certamente si sviluppò di più. La GT-350 fu valutata come prima a 306 CV, il che è strano, perché senza le testate speciali e le marmitte diritte, la sua potenza era probabilmente un po’ più bassa, probabilmente più vicina a quella dei 289 CV ad alte prestazioni della Ford di 271 CV.

Articolo molto interessante
1954-1955 Cadillac Serie Sixty-Two Eldorado

Ancora opzionale per il 289 era un compressore Paxton da 549 dollari, che probabilmente ha aumentato la potenza a circa 400 cavalli, anche se non è mai stata pubblicata una valutazione ufficiale. Alcune GT-500 sono state ordinate con un 427 V-8 da 400 CV. Nonostante l’aggiunta di muscoli, non fu fatto alcun tentativo da parte della fabbrica di far correre i modelli del 1967. In totale, ne furono costruite 3.225.

Per i dettagli sulla linea Shelby GT del 1968, clicca sulla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento