1967-1969 Plymouth Barracuda 383/440

Barracuda è diventata una Plymoutheries tutta sua nel 1967. Ha segnato l’occasione con un passo da due pollici, fino a 108, e con l’aggiunta di una capote rigida a due porte e di un togo convertibile insieme al suo stile di carrozzeria fastback.

La somiglianza con la Valiant non c’era più. Lo stile era più arrotondato di qualsiasi altra cosa nella linea Chrysler, e il nuovo hardtop era particolarmente continentale nel sapore. Insieme alla nuova carrozzeria, il vano motore a camme è più largo di due pollici. Questo era un indizio di ciò che Plymouth aveva in mente per questa Barracuda di seconda generazione.

1967 Plymouth Barracuda

Il vano motore della Plymouth Barracuda del 1967 è stato allargato di due pollici,

per montare i grandi motori da 383 e 440 cavalli.

Le Barracuda base del ’67 erano equipaggiate con il familiare motore a sei cilindri a slantMoPar, mentre entrambi i V-8 da 273 pollici cubi restavano opzioni. Ma Plymouth aveva tracciato i venti di performance e li aveva trovati che soffiavano verso i pollici cubici. La casa automobilistica aveva apparentemente intenzione di offrire una versione fortificata del suo V-8 da 318 pollici cubici nel Barracuda del ’67. Ma venne a sapere che la Mustang sarebbe stata disponibile con un 390 V-8 per il ’67, la Chevy Camaro con un 396, e la PontiacFirebird con un 400.

Plymouthresponded by shoehorning nel 383-pollici cubici B-Wedge V-8. Con il suo singolo Carter AFB a quattro barili e rapporto di compressione 10.0:1, è stato buono per 280 cavalli. Il 383 era opzionale solo nel top della linea fastback Formula SBarracuda, e ha portato di serie un cambio manuale a quattro velocità; TorqueFlite era opzionale. L’unico rapporto assiale disponibile con la 383 era a3.23:1.

Articolo molto interessante
Come funziona la BMW H2R

Come i suoi predecessori, la Barracuda del ’67 aveva la barra a torsione anteriore e la sospensione posteriore a molla a balestra, e freni a tamburo sulle quattro ruote. Il pacchetto della Formula S, che guidava la Formula S, includeva freni a disco anteriori e pneumatici più grandiD70x14.

Quello che non poteva essere montato, come si è scoperto, era qualcosa di cui il 383Barracuda aveva un disperato bisogno: il servosterzo. Il collettore di scarico del motore 383 occupava lo spazio normalmente occupato dalla pompa del servosterzo. Cercare di parcheggiare la 383 Barracuda pesante con lo sterzo manuale standard era “come cercare di fregare la Queen Mary”, gemette Car and Driver .

I clienti ne trovarono abbastanza per piacere, tuttavia, e le vendite di Barracuda aumentarono notevolmente per il ’67. Circa il 94 per cento del totale della produzione di 62.534 unità è stato suddiviso in modo uniforme tra il fastback e il nuovo hardtop. Il nuovo convertibile rappresentava il saldo, con 4228 costruiti.

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per maggiori informazioni sulle muscle car, date un’occhiata:

  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Come funzionano le auto muscolose: Scopri la storia completa delle muscle car, dal periodo classico degli anni ’60 ad oggi.
  • Plymouth Muscle Cars: Scopri di più sulle più grandi Plymouth muscle cars.
Articolo molto interessante
1957-1980 Lotus Seven

Lascia un commento