1967-1973 Coguaro di mercurio

La Mercury Cougar del 1967-1973 cercò di realizzare quello che altri ponycar fecero negli anni ’60: trovare una nicchia di mercato. La Thunderbird trovò il suo posto quando la Ford la trasformò da cruiser a due posti su strada a quattro posti “personal-luxury”.

La Mustang di Ford ha avuto un periodo più facile. Come prima ponycar, si è semplicemente ritagliata una nicchia tutta sua. Il pubblico aspettava una compatta dall’aspetto elegante che catturasse lo spirito “think young” degli anni Sessanta a un prezzo che quasi tutti potevano permettersi. La Mustang ha fatto proprio questo, e ha ottenuto un grande risultato. I designer del Mercury Cougar se ne sono accorti.

Galleria di immagini di auto d’epoca
1970 Mercury Cougar side view

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

Un hardtop Mercury Cougar del 1970 con pacchetto Eliminator e Boss 302 V-8 race-tuned Boss. Vedi altre immagini di auto d’epoca.

Gli imitatori sono arrivati quasi da un giorno all’altro, e presto praticamente tutti gli abitanti di Detroit si sono trasformati in un’auto di poncho, o lo sarebbero stati presto. La Barracuda “glassback” di Plymouth era apparsa all’incirca nello stesso periodo della Mustang, all’inizio del 1964.

Ad accompagnare il restyling di entrambe le vetture per il 1967 c’era la nuova competizione GM, la Chevrolet Camaro e, a metà stagione, lo spin-off della Pontiac Firebird. La AMC stava per lanciare la sua Javelin per il 1968. Il carro si stava riempiendo velocemente.

Sì.
Era inevitabile che il rivale intramurale della Ford Division, Lincoln-Mercury, volesse partecipare a questa azione. La questione era esattamente come inserire un modello più piccolo in un parco macchine tradizionalmente composto, per così dire, da auto di grandi dimensioni.

L-M ha trovato la risposta in un’approfondita valutazione delle statistiche di mercato. La divisione è entrata in questa ricerca con tre distinte opzioni in mente, con l’intenzione di lasciare che siano i numeri a determinare quale sarà il prodotto finale.

Sì.
In sostanza, le scelte si sono ridotte a un’auto simile alla Thunderbird per immagine, stile e prezzo; un clone di Mustang, che si distingue dalla Ford per poco più di una targa L-M; o un’auto sportiva a due posti. L’ultima è stata una bella idea, ma altamente improbabile alla luce degli studi di mercato che avevano definito la Mustang stessa.

Quello che alla fine è apparso è stato un diverso tipo di ponycar: un po’ più grande, un po’ più lussuosa, e che incorporava ciò che la Ford Motor Company e la L-M ritenevano essere gli elementi più attraenti sia della Mustang che della Thunderbird. Oggi la conosciamo come la prima Mercury Cougar.

Sì.
Vai alla pagina successiva per conoscere lo sviluppo iniziale del Mercury Cougar.

Sì.
Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento