1967 Chevrolet C10 – Got Crazy?

Guarda da vicino: questa C10 del ’67 è piena di sorprese

Vedi tutte le 9 fotoTim BernsauwriterMike ChasephotographerFeb 5, 2013

Per ottenere l’effetto completo, dovreste salire da dietro la C10 Stepside C10 del ’67 di Greg Stanton in autostrada. Da dietro, c’è molto da ammirare: la posizione bassa, il portellone posteriore e il letto modificati, il roll pan e i fanali posteriori montati a filo, la cabina con finestrini piccoli e la vernice grigia conservatrice.

Ma è solo quando si inizia a passare, si ottiene ciò che Greg chiama “la sorpresa”. Un flusso di fiamme di alghe metalflake arriva lungo i parafanghi posteriori. Mentre si tira di fianco, le fiamme aumentano sulle porte e sui quarti anteriori, fluendo dal loro punto di partenza sul cofano. Un ultimo sguardo nel vostro specchietto retrovisore rivela un teschio incappucciato, che vi sorride dalla parte anteriore del cofano. Più di quanto vi aspettavate? Questo era il piano di Greg fin dall’inizio.

Vedi tutte le 9 foto

In realtà, il piano originale era quello di costruire un magazzino. La Chevy consumata, leggermente danneggiata, apparteneva a un amico che doveva dei soldi a Greg. Greg aveva seriamente suggerito “Dammi il camion e siamo pari”. Un mese dopo, tornò a casa e trovò la C10 parcheggiata nel suo vialetto con un cartello che diceva “siamo pari”.

Greg e l’allora figlio adolescente, Jeff, si sono impegnati in un semplice progetto di restauro, ma le riparazioni hanno portato a modifiche e, come dice Greg, “Poi è diventato pazzesco”. Mantenere la pazzia sotto controllo è diventato più facile dopo che Greg si è unito al Performance Garage di Jeff nella sua città natale di Santa Rosa, California, dove Jeff La Salle e Mark Rogers hanno aiutato Greg a finire il camion.

All’inizio della costruzione, il camion è stato portato giù fino alle travi, che sono state inscatolate e supportate con traverse personalizzate per aumentare la robustezza. I “binari sono stati Z’d per portare il camion in basso a terra. L’altezza di abbassamento è stata raggiunta da Greg, che può controllare l’altezza di marcia dal sedile del guidatore, grazie alle sospensioni airbag RideTech ad ogni angolo. I bracci posteriori di traino, e gli ammortizzatori Rancho anteriori e posteriori sono stati aggiunti per aiutare ad attenuare eventuali urti sulla strada.

Vedi tutte le 9 foto

L’alimentazione è fornita da un nuovissimo motore per casse Chevy ZZ4 2012, assemblato da Jeff e Mark al Performance Garage di Jeff. Il piccolo blocco da 350 pollici è aspirato naturalmente con un singolo carburatore Holley 770-cfm a quattro barili su un collettore di aspirazione a doppio piano in alluminio. Il radiatore in alluminio è di Be Cool. I collettori corti BBK corrono in un sistema di scarico costruito su misura. Lo scarico viaggia attraverso tubi da 3 pollici e marmitte Cherry Bomb da 16 pollici, prima di uscire anche se quadruplicare i tubi sotto ogni passo letto. La Chevy Turbo 400 di serie è stata mantenuta al suo posto. All’altra estremità dell’albero motore della fabbrica c’è il riduttore di fabbrica, con ingranaggi 3,74:1 e un differenziale a slittamento limitato.

Su qualsiasi camion personalizzato, è l’impatto esterno che fa la prima e più importante impressione. Greg ovviamente l’ha capito; il ’67 ha un impatto dappertutto. I dettagli come le maniglie delle portiere rasate e i pezzi di rifinitura, i gocciolatoi levigati e i fari Hagan potrebbero essere trascurati, ma ripuliscono la lamiera.

Greg ha lasciato intenzionalmente le cose più semplici nella parte posteriore per sottolineare il paintjob selvaggio (girato da George Borba al Geo’s Chop Shop) nella parte anteriore. Le fiamme che coprono l’intero cofano, lungo i lati e sulla parte superiore attirano l’attenzione di tutti. Ma uno sguardo più attento rivela un’altra sorpresa che di solito manca a prima vista: i teschi dipinti in ciascuna delle fessure triangolari della fiamma. Greg dice che non tutti lo notano, e ci vuole un po’ di tempo per chi lo fa. Ai saloni dell’auto, gli spettatori scopriranno quei volti e torneranno in pochi minuti con i loro amici per sorprenderli.

Vedi tutte le 9 foto

Il letto non è carico di tante diaboliche sorprese. La sezione di coda è stata modificata ed è stato aggiunto un roll pan Classic Industries per ospitare i fanali posteriori Hagan e la targa frenched. Le tasche dei picchetti sono state riempite, con la tasca posteriore sinistra convertita in un tubo per il rifornimento del carburante con un tappo per il gas della moto. Il pavimento del letto è in legno di zebrano africano. Greg ha passato sette ore a scegliere le assi da abbinare alla venatura. Il suo amico, Adam Provencher, è un falegname e ha costruito il pavimento. Il terzo anteriore è un portello che si apre per l’accesso alla batteria.

Troverete il tema delle fiamme trasportato in cabina, tramite una ruota di fiamma Billet Specialties Flame e pedali abbinati. I misuratori Auto Meter Pro-Comp Ultra-Lite riempiono un cruscotto in billetta. Il sedile della panchina della fabbrica è rivestito in vinile grigio tuck ‘n’ roll.

Vedi tutte le 9 foto

La Chevy è stata completata all’inizio del 2012. Il suo primo spettacolo è stato All-American Cruise di Peggy Sue nella sua città. Quando suo figlio Jeff, ora ventenne, e un gruppo di amici si sono arrampicati sul letto mai carico e non si è strofinato nulla, Greg sapeva che la sua C10 era costruita bene. E quando le folle dei saloni dell’auto hanno iniziato a radunarsi intorno al camion, sapeva che aveva l’aspetto giusto.

Greg adora l’attenzione che il camion riceve agli spettacoli, ma di recente ha parlato di agganciare un rimorchio a goccia al gancio della C10 e di mettersi in viaggio con sua moglie Angie. Possiamo immaginare il camion che tira quella lacrima, lasciando che gli altri guidatori ottengano il pieno effetto della C10 piena di sorprese quando li supera in autostrada.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201321301cct-01-o-1967-chevrolet-c10-custom.jpg

Lascia un commento