1967 Dodge Charger – Junkyard Crawl

Errore pilota

Vedi tutte e 4 le fotoSteve MagnantewriterSep 1, 2010

Questa Charger del ’67 383 sfondata è un’auto pilota? No, non stiamo dicendo che Chuck Yeager una volta la possedeva. Piuttosto, il termine “auto pilota” si applica a veicoli equivalenti alla produzione, che vengono gestiti nella normale catena di montaggio nelle settimane che precedono l’inizio dell’effettiva produzione dell’anno del modello.

Perché esistono le auto pilota? Per capire appieno, mettetevi per un attimo nei panni di un operaio della catena di montaggio di automobili. Ogni 365 giorni, il calendario si ripete e arriva un altro anno. Quando questo accade, entrano in scena nuovi modelli ed è vostro compito imparare a metterli insieme. A volte sono versioni leggermente a faccia in su dell’offerta dell’anno precedente, altre volte sono completamente nuove. In ogni caso, dovrete imparare nuove tecniche e operazioni per stare al passo.

Qui entrano in gioco le auto pilota. Una volta che le postazioni di lavoro della catena di montaggio sono aggiornate, riviste, adattate e finalizzate in preparazione al cambio di modello del nuovo anno, i produttori amano correre da 20 a 200 auto lungo la linea come una sorta di prova generale. Tutti, dal direttore di stabilimento al tecnico dell’installazione dei fari appena assunto, possono partecipare al gioco, poiché queste auto di prima corsa vengono assemblate sulla linea normale, ma al rallentatore.

Articolo molto interessante
1941 Pick-up Willys - Incrociatori classici

Senza il ritmo frenetico del normale programma di produzione, tutti nella catena di responsabilità hanno tutto il tempo per imparare le nuove strade. Per quanto riguarda le auto pilota, poiché la loro costruzione richiede un’attenzione superiore alla media, non sono una responsabilità e spesso possono essere vendute attraverso i normali canali, come qualsiasi altra auto nuova.

Altre vetture pilota possono essere fornite alla stampa automobilistica per una valutazione precoce. In questo modo la storia pubblicata colpisce il lettore proprio come i normali modelli di produzione arrivano in concessionaria. Altri piloti vengono utilizzati come demo per i dipendenti, alcuni vengono sottoposti a crash test, altri vengono trasformati in auto da esposizione per eventi come il SEMA.

Per vedere se la vostra auto è un pilota, basta controllare il VIN. Se il normale numero di sequenza a sei cifre mostra un gruppo di zeri a una o due cifre alla fine, è probabile che faccia parte del processo di formazione del pilota. Ricordate, la maggior parte delle case automobilistiche nazionali inizia il numero progressivo a sei cifre con il numero uno, non zero (cioè 100001 piuttosto che 000001). Quindi le auto pilota hanno un valore? Non necessariamente. Ma scoprire un VIN super basso è comunque un’emozione. Corri subito al tuo garage!

Vedi tutte e 4 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

Articolo molto interessante
La Ford Sedan del '28 di Terry Booth - Stand And Deliver

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento