1967 Ford Galaxie 500 – Ultima chiamata

La fine del leggendario codice R della galassia

Vedi tutte le 8 fotoTom ShawwriterJun 5, 2014

Nel 1967 non erano rimaste molte montagne da scalare per il motore R-codice 427 del Galaxie. Era nel bel mezzo di una serie ininterrotta di campionati di costruttori NASCAR che sarebbero proseguiti fino al 1969, aveva vinto LeMans, stabilito i record di Bonneville, vinto i campionati NHRA, conquistato Pike’s Peak, e si era dimostrata un’opzione popolare sulla strada.

Ma per tutto il suo successo, si basava sull’architettura dei motori degli anni ’50, e i tempi stavano cambiando. Sulle tavole da disegno c’erano motori molto più sofisticati con bocche giganti, grandi valvole a canne, e camere di combustione emisferiche, un’ingegneria che lasciava il cuneo comparativamente basilare 427 nella polvere. Il 427 aveva fornito il servizio di hall of fame, ma era vicino al pensionamento.

Questo è ancora nella sua famiglia originale

Vedi tutte le 8 foto

Al debutto del motore nel gennaio 1963, l’unico modo per ottenere la sua potenza da blockbuster era in un’auto a grandezza naturale. Nel 1967 questo non era più vero. Le auto più piccole, più leggere e più economiche erano diventate il fronte delle guerre dei cavalli. Le linee di pony erano una zona calda. La nuova Camaro, la più recente, offriva una 396, e la Mustang era stata riprogettata per tenere il passo, offrendo una 390 opzionale. Intermedi come GTO, Chevelle SS, 4-4-2 e Fairlane attiravano più clienti di muscle car rispetto alle chiatte più grandi e pesanti. Ford ha dovuto riconoscere che il mercato della 427 Galaxie era cambiato.

Questo ha fatto del 1967 il canto del cigno per il famoso 427 Galaxie. Le preziose ricerche di Kevin Marti dimostrano che delle quasi 1 milione di Galaxie del ’67 costruite, furono costruite solo 24 Galaxie 500 427 8V, tutte a quattro velocità.

Questo è ancora nella sua famiglia originale. Fu ordinata da Alan Breeding nel novembre 1966, costruita nello stabilimento di Dallas il mese successivo e venduta il 30 dicembre 1966. Non dirlo a nessuno, ma all’epoca Alan lavorava nello stabilimento Buick-Olds-Pontiac di Kansas City come tecnico di montaggio.

Articolo molto interessante
Vieni a guidare con noi -- 2006 Street Rodder Road Tour 2006

Vedi tutte le 8 foto

Alan ha fatto uscire un attaccabrighe, ordinando il maxi-codice R-codice R 427 8V ad alte prestazioni del motore ($975,09), il cambio a quattro marce ($184,02), e l’asse 3,50, il tutto avvolto in un elegante, Candyapple Red a due porte hardtop body con top in vinile nero. Oltre al vetro colorato (39,45 dollari), al tetto in vinile (74,36 dollari) e alla radio AM (57,51 dollari) con antenna posteriore (9,50 dollari), non c’era molto altro per il comfort e la convenienza: niente riviste di fabbrica, stereo di lusso, servofreno o sterzo, niente aria condizionata o altro di quel pan di zenzero. Neanche i muri bianchi. Le gomme 8,15×15 di dimensioni maggiori sono state richieste con la 427, e Alan ha optato per i semplici muri neri.

Le auto costruite con la 427 hanno avuto anche altri aggiornamenti inediti. Dall’album dei concessionari Ford del ’67: “Le auto dotate di motore [la 427 8V o 4V] hanno anche pesanti sospensioni anteriori e posteriori, pesanti alberi cardanici e giunti cardanici, pesanti differenziali e pesanti semiassi estrusi a freddo”.

Vedi tutte le 8 foto

Dei 18 modelli full size offerti da Ford per il 1967, la Galaxie 500 era a metà strada verso il totem, davanti alla Custom più elementare e leggermente tagliata Custom 500, e sotto la lussuosa LTD e la XL e 7-Litri a tema prestazionale. La MSRP di base sull’hardtop era di 2.754,68 dollari, quasi esattamente 1.000 dollari in più rispetto al Maggiolino VW di quell’anno.

Alan sapeva cosa voleva fare con la sua nuova auto. Dice: “L’auto è stata acquistata per avere un pilota giornaliero ad alte prestazioni, ma anche per correre nei fine settimana sulla pista di Kansas City, vicino a Front Street”.

Quella sarebbe stata la vecchia striscia di trascinamento della Kansas City Timing Association (KCTA), che è stata aperta nel 1955. Kansas City International Raceway, una nuova pista, aperta nel 1967 e chiusa alla fine della stagione 2011.

Articolo molto interessante
1947 Chevy Pickup - Camion da officina

Vedi tutte le 8 foto

Alan viveva nelle campagne del Missouri, nella piccola città di Tina, ed era ansioso di divertirsi a pieno ritmo. Conservarlo per i secoli non era un obiettivo. Si correva su e giù dalla pista. “Gareggiavamo dal cancello al ponte”, ricorda Alan, “un quarto di miglio sull’asfalto”.

La Galaxie ha anche ottenuto la sua quota di mods d’epoca. Un lettore a otto piste è stato installato sotto il sedile del guidatore, un set di ruote in acciaio in stile GT ha sostituito le calze, un set di indicatori è stato appeso al cruscotto, e le 427 targhette sul parafango anteriore sono state rimosse e sostituite con emblemi Cobra per lasciare la gente indovinare il motore. Alan ha anche fatto installare dal concessionario un condizionatore d’aria sotto il cruscotto.

La grande Galaxie rossa è servita anche come veicolo di traino per un Mustang del ’66 da lui costruito.

Vedi tutte le 8 foto

L’auto non ha mai avuto un incidente, e l’unica vittima dei suoi giorni in strada è stata la frizione originale, che è scaduta.

Nel 1978 Alan registrò per l’ultima volta la Galaxie 500 e la fece rotolare in un fienile. Lì è rimasta, al sicuro e all’asciutto, ma ha cominciato ad assumere quell’aspetto derelitto di polvere pesante, di tracce di creature e di scatole che vi si sedevano sopra. Un paio di anni fa, Michael, il figlio di Alan, ha suggerito che la vecchia Ford venisse tirata fuori dal fienile e restaurata. Alan accettò, e l’auto fu inviata agli specialisti della Ford, Mike’s Classic Cars, vicino a Omaha, in Nebraska, per un restauro completo.

Vedi tutte le 8 foto

Non aveva bisogno di sostituire il pannello perché non era arrugginito, ma aveva solo piccole macchie di ruggine in un paio di punti. Con il progredire dei lavori, tutti gli extra dell’aftermarket sono stati rimossi e l’auto è stata riportata al suo puro stato di showroom. Eric e la troupe di Mike sanno come ottenere i dettagli giusti e rinnovare quel nuovo splendore. Peterson Body and Paint a West Point, Nebraska, ha applicato il colore fresco. Dal telaio a cinque traverse alle finiture e al badge, la rara Galaxie 500 sembra fresca come quando è rotolata via dal transporter di Tall Pall Ford.

Articolo molto interessante
1971 Dodge Challenger - Sfida questo

Con un surplus di potenza, freni a tamburo, e nessuna opzione di alimentazione, questa non è un’auto che si sta andando a un dito attraverso la città. Devi guidarla. Vederla in movimento è un evento che attira l’attenzione. Il suono è straordinario. La 427, forse il miglior motore Ford di sempre, non lascia dubbi sul fatto che si tratti di un macchinario di alta gamma e di grande potenza, ed è fresca per la seconda volta, avendo appena completato il suo restauro.

Alan ha passato la proprietà al figlio Michael, che prende volentieri in mano la custodia del superbo ’67, l’ultima chiamata del leggendario 427 Side-Oiler.

Vedi tutte le 8 foto

A colpo d’occhio

1967 Galaxie 500

Di proprietà di: Michael Breeding, Kansas City, MO

Ripristinato da: Mike’s Classic Cars, Blair, NE

Motore: 427ci/456hp R-Code V-8

Trasmissione: Manuale a 4 velocità

Riavviare: 3.50 ingranaggi

Interno: Sedile da panca in vinile nero

Ruote: 15 pollici in acciaio con coprimozzi

Pneumatici: F60-15 Goodyear blackwall

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\06\1967-ford-galaxie-500-front-three-quarter.jpg

Lascia un commento