1967 Oldsmobile 4-4-2 – Deja Vu

Vedi tutte le 10 fotoEric EnglishwriterApr 19, 2012

Chiedete a qualsiasi tipo di auto o ragazza del loro primo set di ruote, e non ci vorrà che un momento per il richiamo completo. Sembra che, oltre ad essere memorabile per se stessi, una prima auto sia spesso legata a un evento significativo della tarda adolescenza, che ne fa un ricordo duraturo. Alcuni di noi hanno avuto corse più impressionanti di altri all’epoca, e Scott Rooney è uno di quelli che ha ottenuto un buon punteggio con il suo sforzo iniziale, un Giallo Zafferano del ’67 4-4-2.

Come ci si potrebbe aspettare, il 4-4-2 di Scott era in condizioni meno che stellari quando lo acquistò nel 1976. All’epoca, il suo lavoro consisteva nel distribuire grandi volumi di giornali del Seattle Times in luoghi centrali, dove i portatori di carta li ritiravano per la consegna a domicilio. “Caricavo l’Olds con mazzette di carta, il che comportava un enorme stress”, dice Scott. “Dato che proveniva dal Midwest, c’era molta ruggine strutturale di cui non ero a conoscenza, che alla fine ha portato a un quasi disastro mentre facevo correre un tizio su una GTO del ’65”. A poco più di 100 mph ha sviluppato questa enorme vibrazione. Ho premuto i freni, e a circa 45 mph il posteriore è quasi caduto. Era appeso a un filo, e da allora non ha più guidato”.

Mentre la prima auto di Scott è stata la storia, ha fatto un’impressione che è sopravvissuta. Ha proseguito con le sue imprese di successo e alla fine ha messo insieme una piccola collezione di muscle car d’epoca, molte delle quali erano 4-4-2 degli anni ’70.

Vedi tutte le 10 foto

Mentre sfogliava la documentazione di vendita per un’asta di Mecum nel 2009, la sua attenzione è stata catturata da un 4-4-2 originale del ’67, a basso chilometraggio, in giallo zafferano! Inutile dire che ha colto l’occasione e ha fatto un’offerta sufficiente per portare il 4-4-2 a casa. L’auto è tutto ciò che Scott amava del suo originale del ’67, e molto di più. Con poco più di 12.000 miglia originali, è una vera e propria capsula del tempo e una connessione ispiratrice con i giorni precedenti. A parte le condizioni, le uniche differenze evidenti tra quest’auto e la prima di Scott sono il colore degli interni e la trasmissione. Invece dello stick a tre velocità di base e dei fili neri, questa ha un interno automatico e rosso.

Scott non ha potuto imparare molto sul proprietario originale del 4-4-2, ma sembra che sia stato un signore dell’Ohio molto esigente. L’auto era accompagnata da un libretto di registrazione scarabocchiato a mano che descriveva in dettaglio tutte le operazioni di manutenzione effettuate durante i primi 10 anni di vita dell’auto. Una targa dell’Ohio con la targa del 1977 è un buon indicatore di quando la 4-4-2 è stata guidata per l’ultima volta, per coincidenza, all’incirca quando Scott ha acquistato la sua prima 4-4-2 del ’67. Non si sa cosa sia successo dopo il 1977 che ha ridotto i chilometri al minimo, ma è ovvio che l’auto è stata ben protetta nel corso degli anni.

Vedi tutte le 10 foto

Diversi 4-4-2 appassionati hanno optato per quello che Scott aveva già ipotizzato: La combinazione giallo/rosso è un abbinamento insolito. Siamo qui per dirvi che la combinazione funziona davvero, in particolare con il gessato rosso di fabbrica e le gomme rosse che Scott ha aggiunto, insieme alle ruote 15×7 Super Stock I di Wheel Vintiques. Stockers sarebbe stato della varietà da 14 pollici, e il diametro extra fa un bel lavoro di riempimento dei pozzetti delle ruote. Oltre a queste modifiche, la bestia è corretta per il periodo, fino a una coppia di calibri sotto il cruscotto Stewart Warner che si pensa sia stato aggiunto dal proprietario dell’Ohio. Gli equipaggiamenti opzionali oltre ai pacchetti opzionali 4-4-2 e Cutlass Supreme obbligatori sono una console e un cambio a pavimento, e un rearend antirotazione con 3,55 marce.

L’equipaggiamento standard ’67 4-4-2 includeva il 400 a quattro barili da 350 cavalli con 440 libbre di coppia. Guardate qui sotto il cofano a lamelle di fabbrica e troverete lo stesso propulsore con dettagli non dettagliati. Questo è un buon metodo per determinare elementi come l’overspray di fabbrica, le marcature e il posizionamento delle decalcomanie. Abbiamo ottenuto una risatina dall’adesivo del filtro dell’aria “Ultra High Compression”, perché il motore di base era buono per un sano rapporto 10.5:1 – un numero abbastanza comune nella giornata.

Vedi tutte le 10 foto

Va da sé che questo Olds originale ben conservato sarà trattato in modo molto diverso rispetto al primo 4-4-2 di Scott. Niente carichi pesanti, niente GTO a caldo per le corse su strada, nessun altro comportamento rischioso. Queste scappatelle sono indelebilmente impresse nella mente di Scott con un’auto precedente e una mentalità giovanile, e sono il gancio di una passione automobilistica che dura da tutta la vita. Questa volta, la maturità e un’auto notevole dettano un approccio completamente diverso. Tuttavia, anche con il suo basso chilometraggio, Scott si diverte a prendere la sua 4-4-2 per un giro di tanto in tanto, dove i piaceri del passato e del presente diventano un tutt’uno. Un vero e proprio deja vu! MCR

A colpo d’occhio
1967 4-4-2
Di proprietà di : Scott Rooney, Seattle, WA
Restaurato da : Originale non restaurato
Motore : 400ci/350hp V-8
Trasmissione : Turbo Hydramatic a 3 marce
Rearend : 12 bulloni con ingranaggi da 3,55 e differenziale antitorsione
.
Interno : Sedile a secchio in vinile rosso
Ruote : 15×7-inch Wheel Vintiques Super Stock I
Pneumatici : 235/70R15 BFGoodrich Silvertown redlines

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20124mscp-1110-1967-oldsmobile-4-4-2-011.jpg

Lascia un commento