1967 Pontiac LeMans – Low – Down Lemans

Slick di Bill Van Sickle, Slammed ’67 Pontiac

Vedi tutte le 2 fotoDamon LeewriterJeremy CookphotographerMar 1, 2006

Se l’abbiamo sentito una volta, l’abbiamo sentito cento volte: “Doveva essere solo un semplice e simpatico autista. …”

Questo era il piano di Bill Van Sickle quando ha acquistato questa LeMans convertibile del ’67 per 600 dollari. Anche se sbiadita e a brandelli, sembrava abbastanza solida. Fino allo smontaggio, cioè quando gli abitanti della Carolina del Nord hanno saputo che i pannelli a quarto, i dondoli e i pavimenti erano stati colpiti. Era deluso, ma non dissuaso.

“Abbiamo spogliato l’auto fino alla carrozzeria nuda sul telaio, abbiamo ricostruito le sospensioni e l’abbiamo spedita a una carrozzeria in cortile”, dice Bill. Al ritorno sembrava tutto a posto, fino a quando non si è rotto il pannello di riempimento intorno a un pannello di toppa durante il tragitto verso il reparto verniciatura. Il reparto verniciatura ha riparato di nuovo i quarti di dollaro e ha preparato l’auto per la verniciatura, ma il divorzio di Bill ha bloccato i progressi prima che il colore colpisse il metallo.

Vedi tutte e 2 le foto

Considera Bill fortunato. Ha avuto modo di tenere l’auto, e ha anche trovato un nuovo fidanzato, Wendi, che era disposto ad aiutare a costruirla a modo suo, la strada lenta. Wendi ha aiutato a sabbiare il telaio, a dipingerlo di nero e a installare un sistema Air Ride Technologies. Il motore originale 400ci si è rivelato un rottame, ma Bill ha avuto fortuna con un mulino 400ci HO GTO del ’67 del guru locale di Pontiac, Walt Hollifield. Alla fine è stato ricostruito con una camma COMP, presa d’aria in alluminio, coperchi delle valvole Cal Custom d’epoca e un filtro dell’aria O’Brien Truckers, e poi accoppiato a un automatico 200-4R.

Articolo molto interessante
1968 Chevy C10 - Creations n' Chrome's

Bill ha potuto vedere quanto fossero scadenti le riparazioni del pavimento dopo aver messo il corpo su una rosticceria, così ha installato correttamente i nuovi pavimenti con l’aiuto di Eric Adams. Poi ha scoperto che i parafanghi anteriori erano “una combinazione di saldature di testa, sovrapposizioni e giunzioni che non si avvicinavano nemmeno al montaggio”, dice Bill. “L’acquisto dei parafanghi aftermarket ha completato la sostituzione o la rielaborazione di praticamente tutto ciò che il carrozziere del cortile aveva fatto. Lezione imparata”.

La carrozzeria è stata ulteriormente levigata con cappuccio rasato, coperta e serrature delle porte. Ha anche una griglia GTO del ’67 (con gli indicatori di direzione rimossi), lenti dei fanali posteriori personalizzate, e uno specchietto retrovisore Studebaker Hawk del ’62. Il colore originale Champagne è stato scartato a favore della Ford Bright Amber del ’99, sapientemente gestita da Jimmy Brawley e Alan Bell della Janco Enterprises di Charlotte. American Racing Salt Flat Wheels (17×7- e 17×8 pollici) ha aggiunto l’ultimo tocco di impatto visivo.

I progetti iniziali di Bill per un interno abbronzato hanno lasciato il posto a qualcosa di più contrastante: un kit di interni GTO bianco perla del ’66 installato da Robert McCarter e accentato da un tappeto Pontiac del ’58 color ruggine. Bill comprò il materiale della batteria in madreperla per realizzare la console e gli inserti del cruscotto, poi aggiunse i manometri Bonspeed Roulette, un sistema Vintage Air e una ruota Billet Specialties.

Articolo molto interessante
1929 Roadster Pickup - Rimedio rapido

Dopo sei anni di costruzione, il LeMans di Bill è rimasto fedele a una parte del suo piano: è un pilota. Ma questa Pontiac è molto più bella di quanto Bill, o chiunque altro, avesse previsto, il che è qualcosa di cui tutti possiamo essere felici.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento