1968 Corvette

La Corvette del 1968 avrebbe dimostrato di essere controversa quasi quanto i tempi. La cosiddetta generazione “Shark” era un tipo di auto sportiva molto diversa da quella dei suoi predecessori – quella che era una macchina da corsa e da corsa a doppio scopo si era evoluta in una lussuosa e potente cruiser da strada. I critici avrebbero fatto esplodere l’offerta iniziale della C3 per il suo stile eccessivo, l’aumento dell’ingombro e la piattaforma di riporto – non era certo il sostanziale balzo in avanti che i fan della Corvette avevano sperato.

The redesigned 1968 Corvette was welcomed with mixed reviews.

La Corvette del 1968 ridisegnata è stata accolta con recensioni contrastanti.
La Corvette di terza generazione soffriva di problemi di sviluppo e l’introduzione fu rinviata dal 1967 al 1968. Probabilmente è stato giusto così. Anche se i primi standard di sicurezza e di emissioni del governo hanno avuto un impatto negativo a livello nazionale con il modello del ’68, la Chevy avrebbe senza dubbio visto che l’ingegneria di un nuovo modello del 1967 rifletteva i nuovi standard. Così come è stato, il ritardo ha tolto un po’ di pressione agli ingegneri più accaniti.

Come nel caso del primo Sting Ray, i propulsori per il nuovo modello del 1968 sono stati in gran parte mantenuti dalla generazione precedente. L’unica eccezione significativa è stata la sostituzione del nuovo cambio a tre velocità TurboHydra-Matic della GM con il vecchio Powerglide automatico a due velocità. Altrove, la batteria dell’auto è stata spostata dietro i sedili per migliorare la distribuzione del peso e per fornire un ulteriore spazio sotto il cofano. I finestrini di ventilazione laterale sono stati eliminati a favore di un nuovo sistema di “Astro Ventilazione” ad aria fresca. Le cinture per le spalle, in precedenza un’opzione a costo aggiuntivo, sono state incluse gratuitamente sulle coupé. Altre nuove caratteristiche per il 1968 accentuarono le inclinazioni della Corvette GT, e comprendevano uno sbrinatore elettrico per il lunotto posteriore, un indicatore di velocità, una radio stereo AM/FM e un futuristico sistema di monitoraggio delle luci a fibra ottica.

Sono stati calcolati tassi di molleggio più elevati per ridurre il passo avanti/indietro, soprattutto in caso di forti accelerazioni. Questo è servito anche ad abbassare il centro del rollio ed è stato ben integrato da nuovi pneumatici standard da sette pollici, un pollice più larghi di prima, con pneumatici F70 × 15 a basso profilo. Con queste modifiche e le conseguenti dimensioni più ampie della pista (ora 58,7/59,4 pollici anteriore/posteriore), la Corvette del 1968 abbracciava il marciapiede ancora meglio della Sting Ray, anche se a scapito di una corsa sensibilmente più dura.

Per molti, lo stile della Corvette del 1968 era eccessivo e gonfio (il suo peso era aumentato di circa 150 libbre), e la vettura fu criticata per aver abbandonato la sua purezza sportiva. La vettura è stata anche criticata dalla stampa per lo scarso spazio per i suoi bagagli, per l’imbarazzo e per la cattiva collocazione degli strumenti, e i recensori hanno trovato che il nuovo sistema di ventilazione interna dell’auto fosse carente. La vestibilità e la finitura della Corvette e la qualità complessiva della costruzione sono state giudicate pessime, e anche il nuovo tetto a T è stato accolto con una risposta tiepida.

Tuttavia, la stampa automobilistica ha pensato molto alle prestazioni in linea retta dell’ultima Corvette, anche se alcuni hanno ritenuto che il grande 435 cavalli427 fosse una bestia troppo brutale, anche se i piccoli blocchi da 300 e 350 CV hanno impressionato come sempre. Anche il cambio manuale a quattro velocità Muncie e il nuovo TurboHydra-Matic hanno raccolto elogi. Per quanto riguarda la maneggevolezza, la stampa sembrava gradire i numeri dello skidpad e dello slalom, ma non il modo in cui l’auto li generava. Diverse lamentele sono state fatte per la guida più difficile, e a nessuno è piaciuto molto il servosterzo e i freni.

For the 1968 Corvette, the optional automatic transmission switched from elderly two-speed Powerglide to the three-speed Turbo Hydra-Matic.

Per la Corvette del 1968, il cambio automatico opzionale è stato commutato da
.
Powerglide a due velocità a due velocità al Turbo Hydra-Matic a tre velocità.

Nonostante i suoi difetti, la Corvette del 1968 è rimasta un’esperienza esaltante. Aveva un sacco di potenza anche in forma di piccolo blocco, e la sua sospensione tutto indipendente, se non esattamente lo stato dell’arte, era certamente più che sufficiente.Testando una roadster da 350 CV 327 con la trazione finale a quattro velocità e 3,70:1, Road & Track ha riportato una velocità massima di 128 mph, un quarto di miglio in piedi di 15,6 secondi a 92 mph, e 0-60-mphacceleration di 7,7 secondi. Il risparmio di carburante, tuttavia, è stato agganciato a 11-15 mpg per un raggio di crociera di soli 220-300 miglia dal serbatoio da 20 galloni. Le auto di grossa cilindrata erano ancora più assetate – ma più veloci, naturalmente. Auto e autista, con un coupé da 400 CV 427, ha raggiunto le 60 miglia orarie in 5,7 secondi e ha fatto registrare un quarto di miglio di 14,1 secondi a 102 miglia orarie.

La misera gamma di crociera dell’auto non poteva essere considerata una vera e propria responsabilità, tuttavia, dato che con soli 6,7 metri cubi di spazio disponibile, l’auto non era esattamente attrezzata per la guida a lunga distanza. Inoltre, una cabina più stretta di recente ha incluso sedili più stretti, con schienali fissi, molto più arretrata rispetto a quella del Sting Ray, per accogliere la linea del tetto più bassa di due pollici dello Shark. La posizione rilassata che ne è risultata cospira con un cappuccio alto per dare l’impressione di essere in una vasca da bagno. Un naso lungo e basso che è scomparso da qualche parte vicino all’orizzonte ha reso il parcheggio parallelo un’avventura.

Eppure, per tutti i problemi e le recensioni negative, il numero di persone che hanno acquistato Corvette è più alto che mai; le vendite dell’anno modello hanno stabilito un nuovo record di 28.566 unità, circa 5.000 in più rispetto all’ultimo Sting Ray. Una parte di questo è dovuta ai prezzi che sono rimasti competitivi a 4.320 dollari per il ragtop e 4.663 dollari per la coupé.

Riflettendo la sua popolarità, la nuova Corvette è stata scelta come BestAll-Around Car in Car and Driver ‘sannual reader’s poll (il Sting Ray del 1967 era stato altrettanto onorato), così comeBest Sports/GT Car Over 3000cc.

Scopri le altre Corvette di questa generazione:
1968 Corvette1969 Corvette 1970 Corvette 1971 Corvette 1972 Corvette 1973 Corvette1974 Corvette1975 Corvette1975 Corvette1976 Corvette1977 Corvette1978 Corvette1979 Corvette1980 Corvette1981 Corvette1981 Corvette1982 Corvette

Cerchi altre informazioni su Corvette e altre auto? Vedi:

  • Corvette: Imparare la storia di ogni anno di modelli e vedere le fotografie delle Corvette.
  • Specifiche della Corvette: Ottenere le specifiche chiave, tipi di motore e trasmissione, prezzi e productiontotals.
  • Museo della Corvetta: Il Museo Nazionale della Corvetta attira gli amanti della Corvetta da tutto il mondo. Per saperne di più sul museo.
  • Corvette Pictures: Trova le immagini delle Corvette più calde del classico e dell’anno in corso.
  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Consumer Guide Corvette Recensioni: Stai pensando di acquistare una Corvette? Vedi cosa ha da dire la Guida per il consumatore.

Lascia un commento