1968 Dodge Charger – Over The Top

Nick Suckow è la prova vivente che non bisogna mai rinunciare ai propri sogni

Vedi tutte le 36 fotoMark EhlenwriterMuscle Car Restorations StaffphotographerNov 1, 2007

Nick Suckow ha sempre sognato di costruire e possedere un’auto fantastica. Girando chiavi inglesi da quando era un ragazzino, ha posseduto più di 400 veicoli. Come potete immaginare, non c’erano molte auto che non avesse, una volta o l’altra, ma ha sempre preferito i Mopar, soprattutto i B-Bodies. La maggior parte delle auto che comprava per ripararle e rivenderle in cambio di denaro extra, ma era sempre alla ricerca della sua auto dei sogni: la Charger del ’70.

Nel corso degli anni, il sogno non è mai cambiato veramente. Nick voleva andare all’estremo con una Hemi soffiata e iniettata in una Charger con il classico look da auto divertente. Alla fine trovò il suo ’70, ma decise di iniziare il progetto solo dopo la fine del suo periodo nell’esercito. Ha prestato servizio in Germania e poi più tardi a Fort Bliss, dove si è sposato nell’estate del 1989. Poi, dopo 18 giorni di matrimonio, la sua vita è cambiata per sempre quando ha colpito una buca a soli 30 km/h e ha rotto un tirante nella sua Bronco. Il Bronco si capovolse su un fianco, e anche se Nick indossava la cintura di sicurezza, la sua testa colpì il tetto e subì una frattura tra la prima e la seconda vertebra, e rimase istantaneamente paralizzato dal mento in giù e divenne dipendente dal ventilatore. L’unico motivo per cui ha battuto le possibilità di sopravvivere a questo livello di ferite è stato perché un paramedico fuori servizio è stato testimone dell’incidente.

Articolo molto interessante
1966 Pontiac GTO - La curva di apprendimento

La vita di Nick sarà anche cambiata, ma il suo sogno non è cambiato. Dopo la riabilitazione, è andato a cercare qualcuno che lo aiutasse a costruire la sua Charger. Non poteva costruirla da solo, ma poteva comunque progettare e dirigere il progetto. Nel 1991 ha incontrato John Balow della Muscle Car Restorations. John abbracciò il progetto con entusiasmo e presto andò a prendere la Charger del ’70 di Nick. Tornato al negozio, John si è subito reso conto che la Charger era troppo vecchia per essere usata, così ha aiutato Nick a trovare la Charger del ’68 che vedete qui, e hanno usato la Charger del ’70 per i ricambi.

Perché Nick si è preso la briga di costruire un’auto che sa di non poter mai guidare? Perché era il suo sogno, e si rifiutava di lasciarlo andare. Avere questo progetto ha aiutato Nick a rimanere motivato. Se i suoi ricordi diventano più grandi dei suoi sogni, la sua vita rischia di finire. Questo non è probabile con Nick. Oltre a questo progetto di auto, Nick ha progettato la sua casa e il suo paesaggio. progetta anche siti web ed è un potente oratore motivazionale, soprattutto per gli adolescenti. Bastano pochi minuti di esposizione all’entusiasmo di Nick e ti rendi conto che i tuoi problemi non sono così grandi come pensi.

Vedi tutte le 36 foto

Articolo molto interessante
1957 Chevy 3800 - Heavy Duty

Mentre Nick non poteva guidare la sua Charger, una cosa che non gli sarebbe stata negata era un giro in macchina. Così, contro il parere dei medici (dopo tanti anni, non si discute più con lui), si è fatto legare per un giro “veloce”. Valeva la pena aspettare 15 anni? Lo sguardo sul suo viso durante la corsa diceva tutto.

Cosa c’è dopo? Nick vuole competere in tutti i saloni automobilistici che può, e finora la sua Charger si sta dimostrando un concorrente difficile e popolare tra la folla. Il suo sogno finale era quello di vedere la sua Charger su una delle riviste più importanti. È un sogno che siamo onorati di realizzare. Bel lavoro, Nick. Non smettere mai di sognare.

Vedi tutte le 36 foto

Fast Facts ’68 Dodge Charger Nick SuckowDallas, WI

Mopar Power Motore: Hemi d’epoca in ferro-blocco alimentato da un soffiatore BDS e iniezione elettronica BDS. E’ poco pilotato per addomesticarlo per la guida di tutti i giorni. Il rapporto di compressione 8.0:1 gli permette di funzionare con il gas della pompa a 92 ottani. Le doppie pompe del carburante Paxton garantiscono che non si appoggerà mai sull’estremità superiore.

Trasmissione: Hemi a quattro velocità. Che altro?

Vedi tutte le 36 foto

Riavviare: Una Dana 60 con 4,56 denti, tenuta al suo posto da un Art Morrison a quattro maglie con un panard bar.

Articolo molto interessante
Custom 1934 Ford Pickup - Big Boy's Toys

Circa 600 cv nella sua attuale melodia non guidata. Solo un rapido scambio di puleggia aggiungerebbe una potenza significativa, ma le grandi MT sul retro sono già completamente sopraffatte. Nick non ha in programma in questo momento di far correre la sua Charger.

Sure Grip Sospensione: Stock in anticipo. Art Morrison coilover a quattro maglie nella parte posteriore.

Freni: Dischi di potenza a quattro ruote.

Vedi tutte le 36 foto

Ruote e pneumatici: Linee centrali con Mickey Thompson 33×19.5×15 Sportsmans nella parte posteriore.

Alto impatto Corpo: L’esterno è stato riportato all’originale. Ad eccezione delle ruote, è stata lasciata in pace.

Interno: Gabbia completa con barre laterali girevoli; sedili in pelle grigia; tappezzeria tradizionale in tubolare; imbracatura a cinque punti Simpson Platinum.

Vedi tutte le 36 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento