1968 Ford F-100 – Trent’anni per fare le cose per bene

La Stunning GT F-100 del ’68 di Kirk Johnson

Vedi tutte e 6 le fotoGrant PetersonwriterAug 1, 2009

Non molti di noi hanno avuto il buon senso di conservare le cose di quando eravamo adolescenti, soprattutto le cose con le ruote. Forse si trattava di un’ormai inestimabile muscle car, di una hot rod ultra cool rod, di una custom, di una motocicletta o anche di un vecchio camion. Ma non sono in molti a desiderare di essere rimasti attaccati a una F-100 del ’67-72, tranne Kirk Johnson.

Ora 47 anni, Kirk al liceo voleva un set di ruote come qualsiasi altro giovane che valesse il suo sale, ma aveva risparmiato solo circa 1.000 dollari per la Mustang Mach 1 Mustang da 1.800 dollari del ’70 che voleva. Era il 1979 e il padre di Kirk disse che gli avrebbe prestato 200 dollari oltre a quelli che aveva per un decente camion Ford del ’68 che avevano trovato. Non era una Mach 1, ma era il biglietto per la libertà del diciassettenne.

Kirk finì per essere la seconda persona a firmare il titolo della F-100 che ospitava una lenta 360 V-8 sostenuta da un trans C6. Il camion, sorprendentemente pulito, aveva solo circa 89K miglia, ma il padre di Kirk ha detto che non appena la 360 avesse morso la polvere, l’avrebbero sostituita con una 390. Ebbene, dopo altri 300.000 miglia di corsa per ogni possibile commissione adolescenziale, ogni fine settimana in giro per il centro di Sacramento, aiutando gli amici a traslocare, e una volta raggiunta l’età adulta, la catena di cronometraggio si è finalmente estesa oltre i suoi limiti e il camion è stato parcheggiato nel 1986. Tutti dicevano: “Basta così, mandatelo al demolitore perché non vivrà mai più”, ma lui non era pronto a lasciarlo andare.

Vedi tutte e 6 le foto

Dopo cinque anni di ibernazione, Kirk ha fatto dipingere “Old Blue” e ha iniziato a cercare un motore 428 Cobra Jet FE costruibile. Un nucleo adatto è stato individuato un po’ di tempo dopo e sono iniziati i lavori, ma nel 1996 la casa di Kirk è bruciata al suolo mentre era al lavoro. Uno dei suoi vicini era in casa e mentre i vigili del fuoco stavano arrivando, in qualche modo è entrato nel garage di Kirk e ha spinto fuori il camion, che fino a pochi giorni prima era sui cavalletti. Il ’68 finì per essere l’unica cosa salvata dall’incendio, ma avrebbe dovuto aspettare un’altra volta perché Kirk doveva prima ricostruire il resto della sua vita.

Vedi tutte le 6 foto Vedi tutte le 6 foto

Il paraurti anteriore di serie è stato tagliato e accoppiato con un altro per formare quello che vediamo qui e il posteriore è un pezzo tagliato da un vecchio furgone Econoline. E’ stato unanime il fatto che l’assetto di serie non sarebbe tornato sul furgone perché a questo punto sembrava troppo ingombrante, così ne hanno fatto alcuni che si adattavano perfettamente al dosso del paraurti del Bumpside. Tutta la cromatura è stata inviata alla Sherm’s Plating di Sacramento per essere ripassata con un pettine a denti fini prima di essere immersa nella roba lucida.

Roseville ha pesantemente modificato e diviso il cruscotto in acciaio per mantenere la sensazione e il tema della Mustang. Un volante in legno in stile Shelby di Tony Branda si trova in cima a una colonna di inclinazione ididit verniciata, mentre il cambio Lokar esce dalla console centrale personalizzata. Roseville ha anche realizzato il pannello del misuratore in legno per contenere una serie di misuratori Auto Meter. I sedili a secchiello sono di una Acura Legend e sono rivestiti in pelle nera insieme ai pannelli porta Shelby-esqe personalizzati. Dave Putnam a Orangeville, California, è responsabile dei lavori di tappezzeria di alta qualità.

Kirk Johnson Sacramento, California1968 Ford GT F-100 CHASSIS TELAIO: stock MODIFICHE: RIPARTIZIONE / RATIO: Currie 9″ / 3. 73:1 posi SOSPENSIONE POSTERIORE: TCI quattro link, coilovers FRENI POSTERIORI: disco Wilwood 12″ SOSPENSIONE ANTERIORE: TCI Mustang II FRENI ANTERIORE: disco Wilwood 12″ SCATOLA DI STERZO: TCI a cremagliera RUOTE FRONTALI: una tantum da EVOD, 18×8 RUOTE POSTERIORI: una tantum da EVOD, 20×10 RUOTE FRONTALI: BFGoodrich g-Force, 245/45R18 RUOTE POSTERIORI: BFGoodrich g-Force, 295/45R20 SERBATOIO GAS: DRIVETRAIN MOTORE: ’68 Ford 428 Cobra Jet LAVORO MACCHINA: Macchina a motore Crack-A-Way ASSEMBLEA: Richard Gray TESTE: Edelbrock RODS: Crower CRANK: stock PISTONI: Ross, 10:1 CAM: Crower COPERTE DI VALVOLE: alettate Ford Motorsport MANIFOLD / INDUZIONE: Edelbrock / Holley 1000cfm IGNITION: Mallory EXHAUST / MUFFLERS: HEADERS: Sanderson FE-427 ACCESSORY DRIVE: Billet Specialties TruTrac serpentine TRANSMISSION: ’68 Ford C6 di John Segale BODY STYLE: F-100 MODIFICHE: posteriore della cabina inclinata in avanti, cuciture della cabina riempite PARETE ANTERIORE / POSTERIORE: pizzicato / stock CAPPELLO: stock, rasato, cuciture riempite GRIGLIO: ’67 F-100, stretto LETTO: stock modificato, cuciture riempite, portellone posteriore a doppia parete, pavimento del letto in acero BODYWORK BY: PITTURA BY: PITTURA TIPO / COLORE: TESTE / TESTE: stock / stock BUMPER ANTERIORE / POSTERIORE: stock modificato / furgone Econoline modificato CROMO: Sherm’s Plating, Sacramento, CA INTERNO GAUGES: Auto Meter Pro-Comp PANNELLO: DASH: ARIA CONDIZIONATA: ARIA D’EPOCA RUOTA DI STERZO: Shelby, Tony Branda COLONNA DI STERZO: ididit tilt SHIFTER: Lokar SEDE: Acura Legend secchielli UPHOLSTERY BY: Dave Putnam, Orangeville, CA MATERIALE / COLORE: pelle / nero PANNELLI PORTA: CARPELLO: blackShow All

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20098906clt-01-pl-1968-ford-f100-restored-classic-truck.jpg

Lascia un commento