1969 Dodge Charger – Al Stigter è sicuramente un uomo che ama… La sfida

Vedi tutte le 1 fotoRandy BoligwriterScott MelnykphotographerAug 1, 2004

Nel 1990, Al Stigter di Osgoode, in Ontario, era giovane, tutto sapeva e povero, ma voleva disperatamente un’auto Hemi. Chiese a un paio di collezionisti di Mopar di aiutarlo a trovare una Hemi Charger del ’69 che fosse alla portata di tutti. Tenete a mente che era povero, e che era economica è un termine relativo. La caccia era in corso, e presto ne fu localizzata una. Il proprietario stava usando l’auto per recuperare i pezzi per la sua collezione di altre auto Hemi, quindi sarebbe stato necessario un ampio restauro. Il giovane Al non pensò a nessun problema; un po’ di sudore per il restauro avrebbe potuto fargli risparmiare migliaia di dollari. L’auto era appoggiata (arrugginita) sul tetto dietro un fienile, ma i numeri richiesti indicavano che si trattava di un’auto Hemi. Dopo trenta secondi di accorto mercanteggiamento, Al ha avuto la sua auto, ed è stato affidato al restauro, non a un sanatorio.

Al ci dice che una volta che il bulldozer (delicatamente?) ha caricato l’auto, ed è tornato a casa sua, ha iniziato la caccia ai pezzi. Non ci è voluto molto a far sparire i risparmi di Al da quando ha cercato di acquistare i ricambi N.O.S. quando disponibili. Finalmente, verso l’inizio del 1992, pensò di avere tutto il necessario. Fu allora che si accorse che l’officina si era ridotta al punto che non c’era più spazio per lavorare. (Quante volte abbiamo avuto tutti questo problema?)

Articolo molto interessante
1957 Chevrolet Bel Air - Street Shaker

Nel 1993, ha costruito un garage di 5.000 piedi. La Charger è stata lentamente ritoccata e ha cominciato ad assomigliare ad una macchina. Nel 1995, quando Al si è sposato e ha costruito una casa, si è verificato un arresto dei lavori. Con quello fuori mano, era il momento di iniziare il restauro. Al è un perfezionista, quindi sapeva che non sarebbe stato soddisfatto se non avesse fatto il restauro da solo. Il corpo è stato reso di nuovo completo con l’aggiunta di cornicioni frontali, quarti di dollaro e padelle. Una volta terminata la saldatura, Al ha applicato uno strato perfetto di B7 Blue. La sospensione di riserva è stata ricostruita, e tutte le verniciature sono state riprodotte dove necessario.

Il motore era stato rimosso alcuni anni prima dell’acquisto dell’auto, per cui era necessaria una sostituzione adeguata. Per riempire il buco tra i parafanghi, si trovava un’altra 426 Hemi. Fu poi ricostruita secondo le specifiche di fabbrica. Da lì, la coppia di torsione fa girare il trans a quattro velocità, e tutto finisce per friggere le Kelsey-Hayes montate skinnies attraverso la Dana riempita 4:10.

Quando Al ha finalmente finito la Charger, aveva fatto così tanti contatti che molti proprietari di auto gli hanno chiesto di restaurare le loro auto. Così, ASE Motorsports è stato formato. Con la neonata attività ben avviata, la Charger vive ora la vita viziata di un biglietto da visita da due tonnellate. Una fine appropriata per l’auto Hemi caricata con il bulldozer.

Articolo molto interessante
Steve Cater 1951 Mercedes 220 Cabriolet B - Street Rodder Top 100 - 19° Goodguys Southeastern Nationals, Charlotte

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2004\08\mopp-0408-01-ps-1968-dodge-charger-muscle-car-driver-side-rear-view.jpg

Lascia un commento