1969 Dodge Dart Dart GT 318 Block – Cruise Control

Troy Snyder ha portato la sua Dart GT del ’69 Dart ad un fine più personalizzato

Vedi tutte le 7 fotoGeoff StunkardwriterJun 1, 2009

La crociera è sempre stata una parte importante della sottocultura dell’automobile: guidare verso i luoghi di ritrovo preferiti non ha altro motivo se non quello di godersi il viaggio. Alcune auto sono fondamentalmente dei mostri da corsa su strada; quel viaggio di gioia può mancare di gioia a causa del rumore, del calore e dei problemi di guida. Altre sono restauri che possono stupire gli spettatori, ma non offrono comunque alcun comfort oltre a quello che è stato bullonato durante il montaggio 30 o più anni fa. Per lo stile e il comfort di guida, la Dart GT di Troy Snyder, rielaborata e rielaborata, è proprio quello che ci vuole.

Troy non può prendersi il merito per tutto quello che la macchina è ora. Gli York, Pennsylvania, nativi della Pennsylvania, le sono capitati durante l’annuale Carlisle All-Chrysler Nationals nel 2005. “Stavo cercando una Charger del ’68”, ammette, “ma qualcosa in quest’auto mi ha attratto da tutto il campo di gara. Dopo un’occhiata più da vicino, ho potuto vedere quanto fosse bella, e il colore e la condizione la vendevano ai miei occhi”.

Vedi tutte le 7 foto

I venditori erano Tom e Scott Smith di Virginia Beach, e per 10 anni è stato il loro lavoro d’amore dalla metà degli anni Novanta. La stanca 318 uscì, e una 360 costruita andò nel vano motore, sostenuta da una trasmissione 904 rinforzata e da un ingranaggio autostradale 2,76 nella Sure Grip equipaggiata 8 3/4 posteriore. L’auto è stata calpestata con quegli scarsi cerchioni Cragar SS Cragar da 14 pollici a cerchio piccolo a bulloni e radiali per tutte le stagioni, con l’aggiunta di freni a disco anteriori di fabbrica per una buona misura.

All’inizio, ciò che ha davvero catturato l’attenzione di Troy è stata la straordinaria carrozzeria e la pittura di Scott e Tom, il motivo originale per cui il Dart era stato smontato nel 1995. Dopo aver preparato i pannelli, una pistola piena di Glasurit Aquatone Blue è stata posata con uno strato di lucentezza a specchio ancora spettacolare sette anni dopo.

Così, con i soldi che parlano, alla fine della giornata Troy aveva un titolo e un’auto che avrebbe potuto reggere senza alcun lavoro aggiuntivo. Tuttavia, Troy sentiva che la Dart doveva diventare una dichiarazione più personale e cominciò ad aggiungere i tocchi mostrati qui.

Vedi tutte le 7 foto

All’esterno, non c’è stato bisogno di molto. i Cragars della vecchia scuola, tuttavia, sono stati mandati sulla strada. I sostituti sono stati tagliati su misura, piccoli bulloni-centro Intro Wheels, un design da 17 pollici chiamato Matrix-wrapped con un set di pneumatici Yokahama H4S. La trasmissione è stata lasciata più o meno come l’avevano costruita gli Smiths. Troy ha deciso di ottenere un po ‘più off-the-line punch e un ingranaggio 3,91 è nel differenziale ora.

L’interno era un’altra storia. All’epoca in cui la comprò, l’interno era per lo più nero, con l’eccezione dei sedili bianchi che erano stati tolti da una Nissan. Non c’era il sedile posteriore, non c’era la radio, ma una console personalizzata riempiva lo spazio aperto davanti. Questo non sarebbe bastato con la folla della Route U.S. 30 del sabato sera, così Troy ha chiesto l’aiuto dell’amico Rob Stifley, che possiede la Embroidered Image a York, Pennsylvania, così come Roland with Sounds (Bob Roland) e New Image Upholstery (Lee Gorrera). Questi ragazzi hanno lavorato alla creazione dell’interno Dart più cool e modificato della storia. Hanno usato ultraleather bianco Z-tone con inserti blu per i sedili e i pannelli, oltre a un nuovo cruscotto e un nuovo pannello frontale, stereo JVC/cd player, console personalizzata, misuratori Auto Meter e sedili personalizzati della Summit. Lee della New Image ha effettivamente rimodellato un set di sedili B-Body del ’68-’70 in quello che vedete qui, quindi è ancora tutto Mopar. La Baughman Auto Parts di York aveva a disposizione un sedile posteriore, e il tocco finale è stato il volante Grant’s fornito da Jeg’s.

Fast Facts ’69 Dodge Dart GT Troy Snyder York, PA

Mopar Power Motore: la 318 originale è stata tirata fuori dai precedenti proprietari Tom e Scott Smith; la Dart ora ha una 360 fortificata del ’72-vintage che Scott stesso ha costruito. Punzonata a 0,060, la manovella di scorta fa oscillare le aste della Serie Super Milodon e i pistoni Hypertech Mogul Federale 8,8:1 nei fori. La camma è una versione idraulica Comp, che sposta le valvole di ricambio in acciaio inossidabile Mancini nelle teste OEM. L’aspirazione a 360 gradi di serie e un ThermoQuad da 800 cm di spessore coprono la distanza tra di loro, con testate rivestite in ceramica tti e scarico che gestiscono i lavori di scarico. Un distributore meccanico Mopar Performance e pompe di carburante Mallory completano il motore. Trasmissione: Un TorqueFlite 904 rielaborato per la potenza, con un corpo valvola Turbo-action e un convertitore Mopar Performance a 2.800 stalli. Differenziale: Il buon vecchio 742 banjo 8,75 con pignone 3,91 e presa sicura. Potenza e prestazioni: Le previsioni sono 320 dalla manovella

Vedi tutte le 7 foto

Sure Grip Sospensione: Qui non c’è niente di super ingegnoso, ma gli ammortizzatori anteriori della Competition Engineering, le molle Super Stock con gli ammortizzatori posteriori MP, e un set di connettori per il telaio fanno il lavoro. Freni: Tutte parti OEM, con dischi a quattro pistoni davanti e tamburi di fabbrica dietro. Ruote: Matrice Intro Matrix da 17 pollici su un cerchio di bulloni da 4 pollici. Gomma: Yokohama H4S: 215/50-R17 sotto il naso; 225/55-R17 fuori dal retro.

Alto impatto Corpo: Scott Smith si prende il merito di aver messo in forma la macchina. Vernice: Smith ha anche fatto il lavoro con la pistola usando Glasurit Aquatone Blue. Ha ancora un bell’aspetto anche dopo sette anni. Interno: La sezione più modificata della vettura presenta il lavoro di design e ricamo fatto da Rob Stifley (Embroidered Image, York, Pennsylvania). Il merito per il cruscotto, l’installazione stereo e l’impianto audio va a Bob Roland. Lee Gorrera di New Image Upholstery ha rielaborato i sedili anteriori da una carrozzeria B, ha fatto il recupero di tutte le superfici con pezzi di Ultraleather color Z-tone, e ha assemblato quello che vedete qui. Il baule era già stato fatto dagli Smiths, ma Troy lo ha fatto rifare nei colori qui mostrati.

Migliori prestazioni: Ad oggi, un 13,66 a 104 (con cerchi da 14 pollici e marcia 2,76)

Vedi tutte le 7 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento