1969 Ford Mustang SOHC – Match Racer

Una fabbrica Ford Drag Team Cammer Mustang

Vedi tutte le 11 fotoJerry HeasleywriterIl 2 maggio 2014

La scritta “Ford Drag Team” non lascia dubbi sul patrimonio industriale di questa Mustang del ’69. Sì, altre auto da corsa Ford avevano una sponsorizzazione e un lignaggio di fabbrica, comprese le famose “auto da dollaro”. Il prezzo del dollaro trasferì la proprietà¿ e quindi la responsabilità delle attività di corsa¿ direttamente alla squadra che operava al di fuori della Ford.

Vedi tutte le 11 foto

Al contrario, questa Mustang faceva parte del Drag Team di Ford. Non c’era una squadra esterna. La fabbrica era la squadra, con corse e altre attività gestite da Car Corporation, una divisione operativa speciale di Livonia, Michigan, che lavorava direttamente per Ford Motor Company.

L’eredità del ’69 qui presente diventa ancora più allettante se si considera che Ford ha scelto di alimentarla con l’illustre 427 Cammer. Introdotto nel 1964, il big-block SOHC (a camma singola in testa) era essenzialmente un motore da corsa costruito a mano e mai installato su un’auto di serie. Ford costruì questo motore per affrontare la 426 Hemi della Chrysler nelle corse automobilistiche di serie, ma la NASCAR proibì la nuova 427 della Ford nel 1965 perché non era omologata in un’auto di serie.

Vedi tutte le 11 foto

Il motore 427 SOHC ha trovato una nicchia nel drag racing professionale, dove si è guadagnato una reputazione nei dragster Top Fuel e in numerose Funny Cars.

Ford vendeva Boss 429 e 428 Cobra Jets nel 1969 e 1970. L’era del Cammer non era completamente finita nelle corse. I Cammer si erano guadagnati una reputazione d’elite in macchine da corsa estremamente esotiche, come Bounty Hunter di Connie Kalitta e Funny Cars di Dyno Don Nicholson. La vista di un motore Cammer ha davvero entusiasmato le folle alle grandi gare di accelerazione degli anni ’60. Senza dubbio, Ford ha capitalizzato l’immagine killer delle corse di accelerazione del Cammer in questa Mustang del ’69. Ne sono stati costruiti solo due.

Articolo molto interessante
1932 Chevy Coupé Email Roddin' Around

Il guru del restauro Ford Bob Perkins è tornato negli anni ’80 per raccontarci come ha acquisito questa storica Mustang. Jacky Jones, il famoso collezionista di Ford e Mustang e concessionario Ford in Georgia, “ha scoperto questa macchina” attraverso uno dei suoi autisti.

“Bob Oswald guidava uno dei trasportatori Ford che consegnava le nuove auto alla concessionaria di Jacky”, ha detto Perkins.

Vedi tutte le 11 foto

Oswald ha notato una Mustang Fastback del ’69 seduta fuori dal negozio di Tom Sutton a Rock Hill, South Carolina. Oswald parlò con Sutton e scoprì che questa macchina era una vecchia auto da corsa della Ford. Oswald lo disse poi a Jones.

Perkins e Jones sono buoni amici e spesso si scambiano Mustang d’epoca mentre costruiscono le loro collezioni. Perkins ha trovato e venduto a Jones Hubert Platt la Super Stock Ford Drag del ’69 del team di Jones Hubert Platt. Ciò che Jones aveva incontrato, e che è stato in grado di acquistare e scambiare con Perkins, è stata la vecchia Hubert Platt Ford East Coast Drag Team Mustang del 1969 e 1970.

La East Coast Team, che correva con vetture blu a strisce bianche, era composta da una Mustang del ’69 Mustang match racer con una 427 SOHC V-8, una 428 Cobra Jet del ’69 per Super Stock (la suddetta vettura ora nella collezione Jones), e una Torino con un motore 428 Cobra Jet, sempre per Super Stock. Platt, che era il capitano di questa squadra, guidava entrambe le Mustang. Randy Payne guidava il Torino.

Vedi tutte le 11 foto

Platt ha venduto la Cammer a Sutton, che l’ha trascinata con una 428 Cobra Jet. Poi l’ha lasciata fuori dal suo negozio. Attraverso Jones, Perkins divenne il terzo proprietario.

La vecchia Mustang era “abbastanza completa”, ha detto Perkins. La carrozzeria era pulita e priva di ruggine, e aveva la maggior parte dei pezzi di trucco, come le porte in vetroresina, i parafanghi, il parafango, il parapetto e il cofano, montando uno scoop oversize in stile Boss 429. Il suo negozio passava “un sacco di tempo a rimettere a posto la vetroresina”. La vecchia auto da drag aveva anche molti “fori extra per le pompe del carburante ecc. e di conseguenza il suo negozio ha dovuto saldare questi fori.

Articolo molto interessante
1951 Ford F1 - Autotrasporti a lungo raggio

All’interno, la vecchia Mustang aveva pannelli di porte in alluminio leggero e cinghie di trazione per i finestrini laterali in Lexan, molto simili a quelle di una Shelby G.T. 350 Competition Mustang fastback del ’65. Anche il rollbar a tre punti era intatto, così come i manometri della pressione dell’olio Stewart-Warner e della temperatura dell’acqua al centro del cruscotto, e il tachimetro Auto Meter da 9.000 giri al minuto in cima al cruscotto, proprio a destra del volante.

Vedi tutte le 11 foto

Parti del motore del Cammer erano ancora lì (uno dei tanti Platt usati, senza dubbio). Il pezzo insostituibile era l’aspirazione sperimentale Ford, un must per un accurato restauro. Platt aveva venduto questa presa di corrente all’amico pilota Ed Skelton in South Carolina.

Perkins ha avuto la fortuna di recuperare questa storica presa d’aria dal noto rivenditore di ricambi da corsa Jay Cushman, che aveva acquistato “tutta la roba di Ed Skelton”.

Perkins ha detto: “Ho avuto l’assunzione da Cushman nel 1990. Quando ha scoperto che avevo la macchina, l’ha portata alla riunione di scambio al coperto a Columbus, Ohio”.

Nel corso degli anni, Bob Perkins ha rifiutato molte offerte per l’acquisto di questa presa.

“E’ l’unico fatto così”. Non si riesce a trovare un ariete per un motore Cammer. Quella è una presa d’aria sperimentale Ford XE per il tunnel della Ford XE”.

Perkins ha installato la presa d’aria e ha ripristinato il vecchio match raceer di Platt come era nel 1969.

Il 1969 e il 1970 sono stati giorni di gloria per le gare di accelerazione

Con un minimo di 10 km/h, il match racer di Platt del ’69 è diventato molto popolare sulla pista, soprattutto nel Sud. Durante la settimana, la Car Corporation ha programmato le auto del Drag Team per recarsi presso le concessionarie in tutto il paese per seminari che includevano i drag racers. Le Mustang sono arrivate su speciali camion con cabina sopra la rampa, verniciati con gli stessi colori delle auto da drag.

Articolo molto interessante
1948 Ford F-1 - Camion per lettori

Gli anni 1969 e 1970 sono stati giorni di gloria per le gare di accelerazione. La generazione del baby boom era agli albori della giovinezza. Platt si sarebbe presentato e avrebbe gareggiato con i suoi fan preferiti, come Grumpy Jenkins o Sox e Martin, e avrebbe riempito gli stand di adolescenti urlanti, desiderosi di assistere a una gara di corsa a tre.

Ford stava ancora finanziando il suo Drag Team per il 1970. Non c’era bisogno di ricominciare da capo con una Mustang del ’70. Invece, la Ford ha semplicemente aggiornato la Mustang del ’69 per farla sembrare un modello del ’70 con nuovi parafanghi e due fari invece di quattro nella calandra.

I match racers del 1969 divennero così popolari che l’NHRA creò per loro una nuova classificazione Pro Stock nel 1970. Buster Couch, della NHRA nella zona di Atlanta, ha dato al suo amico Hubert Platt il primo numero, il n. 201 in questa nuovissima classe Pro Stock.

In realtà, il regolamento NHRA del 1970, in realtà, raffigura proprio questa vettura per la classe Pro Stock. La foto è dell’auto truccata come un modello del ’69, o esattamente come la Mustang di Platt restaurata da Perkins.

Vedi tutte le 11 foto

A colpo d’occhio

1969 Mustang SOHC Match Racer

Di proprietà di: Bob Perkins, Juneau, WI

Ripristinato da: Perkins Restorations, Juneau, WI

Motore: 427ci/750hp SOHC V-8

Trasmissione: Speciale “striscia bianca” Top Loader a 4 velocità manuale

Riavviare: 9 pollici con ingranaggi 4,88 e Detroit Locker

Interno: Sedile da corsa in vinile nero, rollbar a 3 punti

Ruote: 15×4.5 ET 5 razze in magnesio anteriore, 15×8 American 200S posteriore

Pneumatici: 7.10×15 Goodyear Super Power Cushion anteriore, 10.50×15 Goodyear Blue Streak posteriore

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento