1969 Plymouth Barracuda – La resurrezione di un pesce – Springfield, il Mopar più fresco del Missouri

Un rapporto di 30 anni arriva a un capo

Vedi tutte le 7 fotoMarko RadielovicwriterMarko RadielovichphotographerJan 1, 2005

Il rapporto di Kurt Hollembeak con questa Formula S Barracuda è iniziato nel 1975 quando suo padre l’ha acquistata da un rivenditore di auto usate per 550 dollari. Kurt aveva solo 15 anni allora e non aveva nemmeno la patente. Anche se la vernice era sbiadita, il parafango sinistro e la portiera erano danneggiati e l’interno era a brandelli, funzionava molto bene. Diavolo, la macchina aveva solo sei anni all’epoca. Fissava lentamente un’ammaccatura qui, un’ammaccatura là, cuciva l’interno in vinile verde nuovo, e si schiantava contro un albero nel 1976. Fuori è andata in una carrozzeria di un amico dove la carrozzeria A è stata raddrizzata e riverniciata. Kurt l’ha guidata così per tutto il liceo, aggiungendo alla fine catene, Cragars e Gabriel Hi Jackers per quell’inconfondibile look d’epoca: erano gli anni Settanta, dopotutto. Intorno al 1981, Kurt passò ad altri interessi e parcheggiò la sua prima auto, dove rimase sotto un albero per i successivi 20 anni o più. Avanti veloce verso il nuovo millennio…

Vedi tutte le 7 foto

L’anno 2000 è passato, e Kurt, di mestiere, si chiede perché abbia il tempo di lavorare sulla macchina di tutti gli altri, mentre la sua Barracuda è ancora sotto un albero. Le auto dei suoi amici raccolgono trofei alle fiere automobilistiche locali, mentre la sua Formula S raccoglie escrementi di uccelli. Ma Kurt si era inavvertitamente preparato a questo giorno cinque anni prima, quando aveva comprato un’altra Barracuda Formula S ’69 verde su verde come auto di ricambio. Kurt ha ridotto a zero l’intero pesce e ha iniziato a lavorare sulla carrozzeria, mentre il buon amico e socio in affari, Kenny Davis, ha rimesso in ordine la meccanica ricostruendo le sospensioni anteriori, la trasmissione 727 e il motore. Kenny ha rinfrescato il 340 originale, aggiungendo dei getti a J portati, una camma idraulica MP, dei bilancieri regolabili 273, un collettore di aspirazione MP e il carburatore Holley. MSD è stato scelto per fornire il distributore, la bobina, i fili e la scatola di accensione 6AL, mentre i collettori Mopar Performance 1 da 5/8 pollici si occupano dello scarico.

Proprio intorno al 2003 è iniziato il riassemblaggio. Kurt ha verniciato la Barracuda e si è spinto fino ad avere l’intera sospensione anteriore, i componenti dei freni e le barre di torsione verniciate a polvere. La Barracuda sarebbe stata migliore del giorno in cui è uscita dalla catena di montaggio.

Vedi tutte le 7 foto

Provenendo dal New Mexico, è ovvio che Kurt non ha paura di mettersi in viaggio quando la voglia prende piede. Infatti, stava ancora assemblando la sua Barracuda resuscitata il giorno prima dell’Hot Rod Power Tour del ’04. Senza il beneficio di un significativo shakedown, Kurt ha colpito l’autostrada e ha guidato per più di 3.300 miglia, completando l’intero circuito del Power Tour. Mentre ha avuto la sua buona parte di problemi di dentizione, la prima auto di Kurt non ha mai mancato un fatto, non ha mai mancato una stazione di servizio, nonostante abbia equipaggiato la 8 3/4 sul retro con un set di 2,94 marce.

Quando è stato messo sotto pressione per i progetti futuri della sua Barracuda, Kurt ha semplicemente dichiarato che avrebbe fatto saltare le ruote. Con quasi 30 anni di storia insieme, cos’altro dovrebbe fare Kurt? Parcheggiare? Non questa volta.

Fatti veloci Proprietario: Kurt Hollembeak

Corpo: ’69 Plymouth Barracuda Colore: Verde

Motore:

  • 340 LA, foro da 4,07 pollici
  • Albero motore in acciaio di riserva
  • Stock 10.5:1 pistoni
  • Camma idraulica a lamelle piatte Mopar Performance, 284 gradi di durata pubblicizzata, sollevamento da .484 pollici
  • Fusioni a J in ferro, porzionate e lucidate
  • Collettore di aspirazione Mopar Performance M-1 a singolo piano, 750-cfm Holley carb

Trasmissione: Riavviare: 8 3/4 con 2,94 marce (mentre è in viaggio), 4,10 marce (intorno alla città)

Ruote/gomme: Anteriore: Specialità billetta con 17×7 con pneumatici Nitto 235/50R17 Posteriore: Specialità billetta con 17×8 con pneumatici Nitto 255/50R17

Vedi tutte le 7 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento