1969 Plymouth Sport Satellite Convertibile – Brainpower-Built B-Body

Guarda What "Frankenstein's" Up To Now!

Vedi tutte le 15 fotoRandy BoligphotographerScott RosswriterAug 1, 2008

Cita il nome "Frankenstein" e la maggior parte delle persone pensa al romanzo classico di Mary Shelley'o alla versione cinematografica del 1931 che ha reso Boris Karloff una grande star o a Mel Brooks' parodia del 1975, Young Frankenstein. Ma fate quel nome a Lutz, Florida's Paul Emiro, e lui'apos;vi mostrerà un Mopar che non't ha un aspetto stravagante, non't suona (troppo) brutale, ed è un incrociatore molto confortevole in città e a lunga percorrenza.

Paul's "Progetto Frankenstein" iniziato con uno dei più rari 'apos;69 Plymouth mai realizzati, per Galen Govier. Ma esso'apos;non è uno dei sedici 426 'apos;69 convertibili GTX o dodici 'apos;69 Road Runner drop-tops costruiti con la Hemi. Il progetto di Paul&apos nasce invece come cabriolet Sport Satellite, con una 318 a due canne sotto il cofano e un cambio manuale a tre alberi. Galen dice che solo 14 Sport Satellite convertibili sono uscite dalla St. Louis Assembly così equipaggiate, ma Paul dice che non sa se la sua auto è stata ordinata in quel modo dal suo primo proprietario, o era un "Sales Bank" auto che è il risultato di un singhiozzo dell’ordine che ha dato al mondo anche un po’ di '69 Chrysler Newyorkesi con sterzo e freni a tre cilindri e CHP (cioè senza potenza) quell’anno.

Vedi tutte le 15 foto

Messo in vendita su eBay, lo Sport Satellite aveva circa 133.000 miglia originali quando Paul lo trovò in un fienile a Lynchburg, Virginia. La rarità di questa combinazione modello/opzione/stile corporea non ha impedito a Paul di volerci costruire qualcosa. Ma invece di seguire il percorso del clono/tributo della GTX o della Road Runner, l’ha mantenuta uno Sport Satellite-uno che manteneva le sue radici regolari alimentate a gas. "era in progettazione per circa un anno, e poi ci è voluto circa un anno e mezzo per trovare tutto ciò che si trovava in modo da poter andare sull’'06 Hot Rod Power Tour," dice Paul. "quot;L’auto's ha ancora poco 'funnies'apos; e le cose, quindi noi'stiamo ancora cercando di farle funzionare."

Nel 1969, lo Sport Satellite era il massimo livello di rifinitura tra le B-Bodies non ad alte prestazioni di Plymouth, con una berlina a quattro porte che quell’anno si unì al tetto rigido, alla cabriolet e al vagone. Nell’opuscolo di vendita, una brochure di due pagine presentava una Sport Satellite hardtop parcheggiata accanto a una pompa di benzina d’epoca, una pompa di benzina regolare d’epoca, che sottolineava lo stile della linea in linea con il vostro budget.

Vedi tutte le 15 foto

Quella combinazione di stile e prestazioni a gas normale alla fine si è unita per Paul, ma solo dopo che l’auto trovata è stata smontata per la prima volta fino alla sua unibody originale. Larry Sampson a Tampa, la carrozzeria Zambito Auto Body della Florida, si è occupato della carrozzeria, aggiungendo anche modifiche strutturali e aggiornamenti, come i connettori del sottotelaio, nuovi supporti per i sedili sul pavimento e un nuovo tunnel di trasmissione e traversa. Sampson ha anche spruzzato sulla vernice Silver Frost (una recente tinta Lincoln), mentre la Bumper Boyz ha restaurato i paraurti anteriore e posteriore prima di replicarli. Il cofano è un repop in fibra di vetro del “piatto” non-GTX/Road Runner ’68-’69 Belvedere/Satellite della AAR Fiberglass, infatti, è il primo del suo genere realizzato dalla AAR.

Articolo molto interessante
Telaio tubolare 1931 Roadster Pickup - EL Correcaminos - Hot Rods

Sotto quel cofano c’è una 340 Magnum che Paul dice sia stata “fatta nel modo più duro” – ed è un’opera d’arte meccanica, una con compressione 10:1. “Il tizio che ha costruito tutti i miei motori negli ultimi 40 anni e ho passato un anno a progettare questo motore”, dice Paul.

Partendo da un blocco ’00 5.2L Magnum e da un albero a camme, Paul ha aumentato la sua cilindrata. Dice: “È annoiata fino a 3,925 pollici, che in realtà è la stessa dimensione dell’alesaggio della Pontiac 326, e le bielle Manley aftermarket da 6 pollici con i diari delle bielle da 2 pollici”. Con queste aggiunte, la cilindrata del Magnum è arrivata a circa 340 ci.

Ulteriori aggiunte hanno riguardato un sistema di iniezione elettronica ACCEL, che utilizza iniettori al neon da 24 libbre/ora del ’96 con prototipi di rotaie di carburante della Ross Machine Engineering. “Ho lavorato con loro perché c’è un difetto fondamentale nel sistema di alimentazione originale [Magnum]”, dice Paul. “Chrysler alimenta il banco di iniettori lato guidatore dalla pompa del carburante nel serbatoio, e poi usano un tubo molto sottile per passare tra il binario del carburante sul lato guidatore e quello sul lato passeggero. Così, quando si accende il motore, i cilindri numero cinque e sette si accendono. Quando sparano, l’intera pressione nel binario scende momentaneamente, e poi vogliono sparare il cilindro numero due, che è il più lontano possibile da quel punto. Così la pressione del carburante scende laggiù, e quel cilindro finisce sempre magro”. Le rotaie del carburante, prototipate sul satellite Sport Satellite di Paul, hanno risolto il problema della mancanza del cilindro numero due.

Paul ha molte belle parole per lo staff tecnico di ACCEL, che è stato di grande aiuto in questo progetto. “Abbiamo lavorato con loro per due anni, e stiamo ancora lavorando con loro e imparando l’uno dall’altro. La maggior parte delle volte le persone mettono questi sistemi e cercano di creare energia. Questa è stata la prima volta che qualcuno è stato assolutamente serio nel migliorare il chilometraggio del carburante e la guidabilità prima di tutto”. Paul fa anche notare che siccome la ACCEL non ha realizzato un cablaggio per i Mopar a iniezione di carburante, ha adattato (con molto lavoro) uno dei loro cablaggi universali per montare i suoi 340 Magnum.

Vedi tutte le 15 foto

A valle, c’è un gruppo frizione RAM, un Hurst-shift Richmond Gear a cinque marce, e un “742” rearend con 2,94 marce, equipaggiato con Sure Grip.

Il telaio ha ottenuto il trattamento combinato di ripristino/modifica, con un occhio di riguardo alla riduzione del peso, ove possibile. Ciò significa che i dischi Wilwood hanno sostituito i pesanti freni a tamburo in ferro da 11 pollici in tutti e quattro gli angoli, i bracci di controllo tubolari Magnum Force sulle sospensioni anteriori, e le barre di torsione e le molle a balestra in stile OEM. Lo sterzo è fatto con una scatola dello sterzo originale non servoassistita ricostruita.

Articolo molto interessante
Dodge Dart di Fred Kappus del 1967

All’interno dell’abitacolo, la panca anteriore in stock split si è spenta, sostituita da un paio di secchielli Chrysler Sebring del ’96 riscaldati, con la panca posteriore in stock, il tutto rivestito in pelle grigio argento da Better Leather a Lutz, Florida. Redline Gauge Works ha ricostruito gli indicatori nel cruscotto, mentre Paul ha aggiunto un indicatore di pressione dell’olio sulla linguetta originale del cambio a colonna. Le caratteristiche interne includono una console con doppio portabicchieri, più un ricevitore satellitare Alpine AM/FM/XM Satellite con lettore CD nel cruscotto.

Vedi tutte le 15 foto

Con tutti gli aggiornamenti, e anche con aggiunte come gli alzacristalli elettrici anteriori e le benne Sebring, lo Sport Satellite di Paul’s Sport pesa circa 200 libbre in meno rispetto a prima dell’inizio del progetto.

Com’è guidare? Molto bene, grazie. “Posso toglierla dalla prima marcia, metterla in quinta, togliere il piede dalla frizione, e la macchina accelererà senza lamentarsi, e questa è tutta coppia”, dice Paul. Ti sembra un’auto costruita per andare in crociera? Puoi scommetterci! “E’ stata concepita per andare in crociera. A quel tempo, stavo cercando di ottenere 18-20 mpg in autostrada e 15 o meglio in città, e abbiamo fatto meglio di entrambi [gli obiettivi]”, dice Paul. “se avessimo dovuto rifare tutto da capo, avremmo costruito il motore un po’ diversamente, e ne avremmo ricavato di più; ce n’è ancora di più [in esso]. Aumenteremmo di nuovo la compressione, anche leggermente, e faremmo un paio di altre cose in modo diverso”.

“Non è un’auto da esposizione. È bella, ma non è perfetta”, aggiunge Paul. “In realtà, la porto al lavoro, nei centri commerciali, nei fast-food, nei ristoranti, va ovunque”. Ha una regolare assicurazione per le auto, non per le auto d’epoca”.

Ha qualche consiglio da dare a chi vuole realizzare un incrociatore Mopar “Frankenstein-ish” come il suo? “Il trucco è far funzionare l’iniezione di carburante, e i ragazzi dell’ACCEL possono aiutarti in questo”, dice Paul. “Ci sono alcune cose nel blocco corto che non diamo via. c’è un po’ di ‘magia’ nel blocco corto”. Molte persone dicono che non si riesce a trovare la potenza o le prestazioni nel blocco corto. La realtà è che si può davvero, se si guarda bene”.

Fast Facts ’69 Plymouth Sport Satellite ConvertiblePaul EmiroLutz, Florida

Uno dei convertibili Sport Satellite del 14 ’69 costruiti dalla Chrysler con trasmissione manuale a tre velocità (cambio a colonna) 318 e tre marce.

Mopar Power

  • Motore : Un 340 Magnum “ha fatto il difficile”. Basato su una Dakota 5.2L Magnum del ’00 Dakota, Paul ha aggiunto testate in alluminio Mopar Performance Magnum con valvole in acciaio inossidabile e nuove molle, un primo albero a gomiti a bilanciamento neutro di LA con perni di biella sfalsati a 2.0 pollici, bielle Manley da 6.0 pollici attaccate a pistoni Speed Pro da 3.925 pollici, sistema di iniezione digitale ACCEL GEN 7 con iniettori al neon da 24 libbre/ora del ’96 e prototipi di rotaie di carburante in alluminio Ross Machine Racing. È raffreddato da un radiatore in alluminio BeCool con ventola elettrica e serbatoio di trabocco in alluminio, e respira attraverso un sistema di scarico Tube Technologies Incorporated (tti) da 2,5 pollici di diametro con collettori e sistema di tubi x, marmitte DynoMax, e punte di scarico in acciaio inossidabile.
  • Trasmissione
  • Rearend : 2,94-geared “742” rearend con un differenziale Sure Grip
Articolo molto interessante
1953 Autocarro Chevy - Texas Half-Ten

Vedi tutte le 15 foto

Sure Grip

  • Sospensioni : Anteriore: barre di torsione in stile originale con bracci di controllo tubolari Magnum Force e barra anti oscillazione OEM; posteriore: molle a balestra in stile originale con barra anti oscillazione Just Suspension
  • Sterzo : Sterzo a ricircolo di sfere OEM ricostruito; assistenza elettrica fornita dal conducente.
  • Freni : I dischi Wilwood a quattro ruote hanno sostituito i freni a tamburo e a ganascia OEM da 11 pollici. Riproduzione dei tubi dei freni da Fine Lines. Controllo del rollio con Hurst.
  • : le ruote American Racing Torq-Thrust D da 15×7-inch su tutte le curve indossano pneumatici Firestone Indy 500, 225/70R15 davanti, 235/70R15 dietro.

Alto impatto

  • Body : Carrozzeria originale del ’69 Plymouth B-Body convertibile restaurata da Larry Sampson presso la Zambito Auto Body, Tampa, Florida. Gli aggiornamenti strutturali realizzati dalla Sampson comprendono i connettori del sottotelaio, il supporto/tunnel della trasmissione, i supporti per il pavimento dei sedili anteriori. Riproduzione del cofano in fibra di vetro da AAR Fiberglass, Cocoa, Florida, (il primo cofano non-GTX/Road Runner che AAR ha realizzato per le auto Plymouth B-Body). Paraurti di scorta restaurati e replicati da Bumper Boyz.
  • Vernice : Argento metallizzato (dalla selezione di colori per auto Lincoln Town del ’03), applicato da Larry Sampson presso la carrozzeria Zambito Auto Body, Tampa, Florida.
  • Interni : (Anteriore) secchielli Chrysler Sebring del ’96 con consolle; (posteriore) Panca Stock Sport Satellite – tutti rivestiti in pelle grigio argento di Better Leather, Lutz, Florida. Rivestimento in pelle su volante Stock. Indicatori nel cruscotto (compreso tachimetro) ricostruiti da Redline Gauge Works. Manometro dell’olio montato su linguetta originale del cambio a colonna. Finestre anteriori: Alzacristalli elettrici Life; lunotto posteriore: Manovelle OEM Mopar. Ricevitore radio satellitare Alpine AM/FM/XM con lettore CD in sostituzione del sistema audio OEM in plancia AM/eight-track. Tappeti di riproduzione di Auto Custom Carpets (ACC); riproduzione di porte/pannelli laterali di Legendary Auto Interiors.

Vedi tutte le 15 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento