1970-1977 Triumph Stag

È successa una cosa buffa sulla via di questa storia. In origine, avremmo trattato l’eredità di Triumph Stag come un’altra auto britannica difettosa con un limitato appeal da collezionista negli Stati Uniti – e prezzi bassi da abbinare. Poi abbiamo controllato alcune guide di valore e abbiamo trovato non solo un’insolita unanimità di opinioni, ma anche prezzi non così bassi. Ci credereste che 10.000 dollari o più per un originale di prima qualità?

Galleria immagini di Triumph
1972 Triumph Stag

Questo Cervo di Trionfo del 1972 è uno dei soli 2.871, da

l’intera corsa di sette anni dell’auto, costruita per il mercato americano.

Guarda altre immagini di Triumphs.

Le cose sono ancora più care in Gran Bretagna, dove, come ha osservato Mick Walsh nel numero di ottobre 2003 della rivista Classic & Sports Car, “[T]heStag vanta il più grande club di proprietari di monomodelli del Regno Unito e viene considerata “l’auto d’epoca più rubata”. “Si dice che l’agood Stag possa fruttare fino a 15.000 sterline – circa 24.000 dollari in denaro – ma allora tutti noi sappiamo quanto gli inglesi amino i prodotti della loro industria automobilistica, strana e meravigliosa.

In ogni caso, siamo rimasti sorpresi da questa forza del mercato. Dopotutto, come auto nuova, la Stag era piuttosto costosa – inizialmente 5.525 dollari negli Stati Uniti – eppure era costruita indifferentemente e lontana da un neck-snapper dinamicamente o visivamente. Questo spiega le due sobrietà piuttosto poco lusinghiere che ha acquisito nel corso degli anni: “Edsel di Triumph” e “Snag”. E allora perché i valori semi-lussuosi ora? Bassa produzione, tanto per cominciare: appena 25.877 in tutto, di cui 6.780 destinati all’esportazione. Di questi, solo 2.871 sono stati costruiti per la vendita negli Stati Uniti, iniziata nel luglio 1972 e terminata appena 24 mesi dopo.

Articolo molto interessante
1966 Pontiac GTO

Sì.
Anche allora, non c’è niente di meglio di un cervo. Anche se è stata paragonato a una Mercedes SL a metà prezzo con sedile posteriore, solo Austin Powers la definirebbe davvero “shagadelica”. Sportiva, sì, ma senza TR. Non che questa Triumph sia stata pensata per essere una vera auto sportiva. Era, piuttosto, concepita come una elegante “gentleman’s tourer”, una sorta di Thunderbird britannica. La Stag aveva persino un V8, uno dei pochi nati e cresciuti nel Regno Unito del dopoguerra.

Sì.
Un altro fattore di collezionabilità è l’unicità letterale del cervo. Sebbene sia iniziato come una versione convertibile della grande serie di berline Triumph del 2000 degli anni Sessanta e Settanta, Stag ha finito per condividere pochi pezzi con qualsiasi altra Triumph – o qualsiasi altra cosa nella tentacolare scuderia British Leyland (BL). Considerando che il matrimonio del 1968 tra la Leyland-Rover-Triumph e la British Motor Corporation è la fusione di tutti i tempi dell’industria automobilistica dall’inferno (almeno prima della DaimlerChrysler, forse), è notevole che la Stag sia arrivata in produzione.

Per altri articoli ricchi di immagini sulle grandi auto, vedi:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Automotive
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento