1970 Pannello della Chevy – “Conburbabile”.

Dove si incontrano Pro-Street e il ritmo

Vedi tutte le 9 fotoJohn GilbertwriterDan DavisphotographerFeb 1, 2008

Ci vuole una persona con un vero coraggio per spendere dei bei soldi per un pickup a pianale lungo restaurato, e poi per un capriccio lo taglia a metà per fare un camioncino. Non era che Joe Bandor di Ft. Wayne, in Indiana, volesse far rabbrividire o piangere chiunque, voleva solo un camioncino. Il pannello bianco perlato e arancione di Joe ha iniziato la sua vita come pickup Chevy del ’70 che aveva comprato da un amico nell’estate del ’94. Non passò molto tempo prima che la sua carriera di body-man influenzasse il suo pensiero; e prima che qualcuno potesse cambiare idea, il ’70 era sotto la torcia. Per la parte principale del pannello, Joe ha individuato una Suburban del ’71 in un cantiere di demolizione e poi, dopo averla tagliata per adattarla al nuovo interasse accorciato degli anni ’70, ha fabbricato dell’acciaio calibro 18 per riempire le finestre del ‘Burb’. Davanti, scontento del “look squadrato” della cappa degli anni ’70, Joe ha acquistato una cappa del ’67 con il suo pancake di fabbrica e l’ha allungata di 5 centimetri per adattarsi alla griglia degli anni ’70. Tutto sommato, Joe ha fatto un breve lavoro sulla carrozzeria principale, dopo averla messa fuori uso in 30 giorni con l’aiuto di Warren Crowe e Derek Imhoff, lavorando fino a tarda notte dopo il lavoro e nei fine settimana.

Articolo molto interessante
1967 Chevy C10 - Mezzo milione forte

Con il nuovo look del pannello sotto controllo, l’area successiva che Joe ha seguito è stata il motore. In origine Joe aveva intenzione di ricostruire la 350 del ’72 che era arrivata con il suo camion. Dopo aver attraversato tre coppie di testate cercando di trovare un set che non fosse incrinato, si è stufato e ha buttato la 350 in favore di una 454. una delle premesse originali attorno alle quali Joe ha costruito il suo pannello era che fosse destinato ad essere un guidatore giornaliero. Così, non appena Joe ha avuto la 454 di serie, è stato il momento di rimettersi in strada. Non è passato molto tempo prima che la guida di giorno in giorno avesse preso il suo pedaggio sul motore “a ratto” ed è stato il momento di riaccenderlo.

All’interno degli anni ’70 l’interno è un incrocio tra un terrore da Pro Comp e un palazzo d’amore adolescenziale su ruote. Per le cose più serie c’è un rollbar a gabbia completa, indicatori Auto Meter e un volante Grant. Per rilassarsi e godersi la privacy che un camion a pannelli offre, Joe ha un sistema audio da sballo basato su un’unità principale CD Pioneer AM/FM. Per gli altoparlanti ci sono due Crossfire da 6 pollici rotondi a due vie, due rears Kenwood da 7×10 pollici e un subwoofer Crossfire da 10 pollici per far risaltare il fondo. L’amplificazione proviene da amplificatori Crossfire da 140 watt e 200 watt. Per soddisfare tutte le esigenze elettriche del pannello, dalla fornitura del succo di base agli indicatori Auto Meter e l’accensione dell’acceleratore al sistema audio, Joe e i suoi amici hanno installato un cablaggio personalizzato da parte della gente di Painless Performance. Ancora prurito, Joe ha dichiarato che tutta la selvaggia fibra di vetro personalizzata all’interno del suo pannello, compresa la console personalizzata, è stata la prima volta che ne ha fatto uno completamente da solo.

Articolo molto interessante
HOT ROD Power Tour 2016 ha qualcosa per voi ¿ Venite a piovere o brillare! Concorsi di burnout, Omaggi e altro ancora!

Vedi tutte le 9 foto

Come abbiamo detto prima, il panel di Joe è stato un lavoro quotidiano di autista in corso, e non tutto accade tutto in una volta. Così è stato quando Joe è arrivato a installare le sospensioni posteriori dei suoi sogni. Per gestire la grande potenza del motore di ratto, Joe è stato molto fortunato e si è imbattuto in una configurazione a quattro collegamenti della Chassisworks di Chris Alston. Il fourlink di Alston, combinato con un set di marce 3,73:1, è stato il tocco finale per riuscire a mettere a terra i cavalli.

Siamo quasi a corto di spazio qui, ma prima di finire va detto che il furgone di Joe è stato fondamentale per fargli incontrare sua moglie, e quando le cose si sono fatte serie ha dimostrato di essere un custode pagando la metà del conto dei 496 come regalo di nozze.

Vedi tutte le 9 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20082802cct-01-pl-chevy-panel.jpg

Lascia un commento