1970 Plymouth Barracuda – Il Signore Oscuro

Non avremmo mai litigato con la Barracuda del ’70 di Jody Holdren.

Vedi tutte e 4 le fotoJohn McGannwriterGreg SmithphotographerApr 1, 2010

C’è un motivo per cui i cattivi si vestono di nero. Immaginate Darth Vader con un abito e una maschera verde da cacciatore. Lo avrebbero fatto ridere proprio fuori dalla base ribelle di Hoth. O che ne dite del personaggio di Lee Van Cleef in Il buono, il cattivo e il brutto? Qual era? Il Cattivo. Di che colore era vestito? Nero.

E così è con la Barracuda di Jody Holdren. Guardatela parcheggiata sul ciglio della strada nell’immagine di piombo. Seduto su enormi ET Streets e vestito di smalto nero, questo Barracuda è un vero duro, ed è solo in cerca di una rissa.

Questa è un’auto che Jody ha posseduto per più di metà della sua vita. Ha scambiato il proprietario una Kawasaki KZ 500 con questa macchina. E questa era una Kaw che ha scambiato con un altro tizio una Ventura. Jody è bravo a far accadere le cose.

Anche se questa Barracuda era in origine una 318, quando Jody l’ha acquistata aveva una 340 sotto il cofano. Ha subito tirato quel motore e l’ha scambiata con una 440, completa di testate e trasmissione. “Era un motore abbastanza semplice, 11.0:1, e l’ho tenuto in macchina fino al 2002 circa”, dice Jody. È abbastanza semplice, ma anche abbastanza veloce, e Jody ha corso con quest’auto per anni.

Alla ricerca di maggiore velocità, Jody alla fine ha comprato un kit di carezze da440source.com, e questo ha fatto salire la sua cilindrata a 496. Ha anche spinto l’auto solidamente negli anni ’10. Il suo miglior passaggio finora è un 10,41 a 131 miglia orarie.

Oltre a costruire cavalli, Jody ha continuato a migliorare l’aspetto esteriore, trasformandolo lentamente da un rattoso e primered street-racer speciale che lui descrive come “scuola superiore ruvida,” nella corsa pulita ma minacciosa che vedete oggi. Lungo la strada, ha sostituito le aperture delle ruote posteriori svasate di un precedente proprietario con pannelli a quarti di ricambio di serie e ha messo la Plymouth pesante su una dieta un po’ composita, installando un cofano in fibra di vetro, un mantovana anteriore e parafanghi. Questo e lo sventramento delle travi della portiera ha rasato un paio di centinaia di libbre dalla macchina e certamente ha aiutato il suo e.t. ‘s.

Allora, cosa riserva il futuro alla Plymouth di Jody? Ci dice che gli piacerebbe avere un compressore o il kit 572 o entrambi, ma ha bisogno di un po’ di tempo per risparmiare. Qualunque cosa accada, sappiamo che questa Plymouth nera non mostrerà alcuna pietà alla concorrenza.

Vedi tutte e 4 le foto

Note tecniche

Chi: Jody Holdren

Cosa: ’70 Plymouth Barracuda

Dove: Woodland Hills, CA

Motore:

Induzione: E’ un collettore di aspirazione Edelbrock Super Victor Max Wedge che aspira l’aria attraverso un Dominator da 1.050 cm di Carb Shop.

Potenza: Jody ha indicato i suoi dati di potenza come 720 hp a 6.300 e 656 libbre a 5.500. Sulla base del suo passaggio a 10,41-at-131-mph di dragstrip, non abbiamo motivo di dubitare di lui.

Scarico: Le testate TTI da due pollici e mezzo di testate indirizzano lo scarico in un sistema di scarico da 3,5 pollici e mezzo piegato da Morse Muffler a Burbank, California.

Trasmissione:

Riavviare: E’ una Dana 60 nel retro, ma in realtà è di un pickup Chevrolet del ’68 da 3/4 di tonnellata ed è stato necessario restringerlo per adattarlo all’auto. Ospita ingranaggi Richmond 4,56:1 su un differenziale Power Lock e assali Moser a 35 linee.

Sospensione: La sospensione anteriore è di serie e ha ancora le barre di torsione originali 318-spec. Gli ammortizzatori di trascinamento Lakewood permettono all’anteriore di sollevarsi nei lanci difficili, e una scatola dello sterzo Mopar 20:1 permette a Jody un po’ di allentamento al volante, in modo che non mandi l’auto contro il muro se singhiozza mentre fa un passaggio. Le sospensioni posteriori sono praticamente di serie. Jody ha allargato i tubi delle ruote posteriori per montare pneumatici più grandi, ha aggiunto un set di barre CalTracs e utilizza ammortizzatori Rancho a cinque vie regolabili.

Corpo: Il telaio della Barracuda è per lo più di serie. Jody ha aggiunto dei connettori per il sottotelaio fatti in casa e saldati in un rollbar a otto punti Chris Alston per aumentare la rigidità e aumentare anche il fattore di sicurezza. La carrozzeria è tutta in acciaio ad eccezione del cofano in fibra di vetro, dei parafanghi e del mantovana anteriore. La bilancia pesa circa 3.400 libbre.

Freni: I kit di freni per le gare di accelerazione della Aerospace Components sono montati davanti e dietro. I rotori anteriori misurano 11 3/4 pollici e quelli posteriori 11 3/8.

Ruote/gomme: Semplice ma efficace, l’auto di Jody rotola sulle ruote di Weld Draglite. Davanti, i pneumatici BFGoodrich 225/70R15 sono montati su ruote 15×5, e sul retro, 31×16,5-15 Mickey Thompson ET Street sono montati su ruote 15×12.

Dipingi/corpo: Jody ha fatto un sacco di lavori di carrozzeria da solo, sostituendo i pannelli a quarto battuto di legno qualche anno fa. Recentemente ha fatto verniciare l’auto a Dura Glow a Van Nuys, in California, per la misera somma di 1200 dollari. Se l’è cavata con questo affare del secolo facendo la maggior parte dei lavori di preparazione da solo. Ha persino fornito al negozio un gallone di primer.

Interno: A parte il rollbar, l’interno è per lo più fornito con un’abbondanza di misuratori Auto Meter e imbracature a cinque punti RCI. I sedili anteriori sono stati forniti da una Mazda RX-7 Jody’s company di una Mazda RX-7.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento