1970 Plymouth Road Runner Superbird

©2007 Publications International, Ltd. La Plymouth Road Runner Superbird del 1970 ha completato la Dodge del 1969 Charger Daytona come muscle car copie dei corridori NASCAR aerodinamici. Vedere di più immagini di muscle car . .

Le regole della NASCAR che richiedevano alle case automobilistiche di mettere in strada i facsimili dei corridori che mettevano in pista hanno portato ad alcune stravaganti muscle car, e nessuna era più scandalosa della Plymouth Road Runner Superbird del 1970.

Le “guerre aeree” della superstrada erano in piena fioritura nel 1969 e nel 1970. Spinta dalla Torino Talledega di Ford, che imbrogliava il vento, e dallo spoiler Cyclone Spoiler II di Mercury, Dodge nel 1969 aggiunse al corpo della Charger 500 un cono di naso selvaggio e una torreggiante ala posteriore per creare la Charger Daytona. La Daytona si è rivelata molto efficace contro le sue rivali Ford e Mercury nella competizione di stock-car. Quando la divisione sorella di Dodge, la Plymouth, rivendicò il suo guerriero alato, ottenne il suo desiderio nella Road Runner Superbird del 1970.

” “©2007 Publications International, Ltd. I Roadgoing Superbirds avevano tetti rivestiti in vinile per nascondere le cicatrici di lavorazione del metallo inflitte durante le modifiche al lunotto posteriore. Il

Le ricadute per i tifosi di Plymouth sono state i 1.935 Superbirds costruiti per il pubblico. Sebbene fosse un gemello virtuale della Charger Daytona in concetto, i componenti aggiuntivi aerodinamici del Superbird erano parti uniche sviluppate appositamente per il corpo del Plymouth Belvedere/Road Runner del 1970. Si trattava di un esercizio di savvy corporate parts swapping e di ingegno per la riduzione dei costi. Il lungo nasello in metallo del Superbird è stato montato sui parafanghi anteriori e un cappuccio allungato sollevato dalla Dodge Coronet del 1970.

Articolo molto interessante
1934 Chevrolet Master e Standard

Tutti i Superbirds di produzione indossavano top in vinile per nascondere le cuciture di saldatura lasciate dal montaggio del lunotto ad incasso. Come sulla Charger Daytona, le palette rivolte all’indietro sui parafanghi anteriori erano da mostrare sui veicoli di produzione, ma servivano a uno scopo sulle versioni da corsa: permettevano di tagliare i top dei parafanghi per lo sgombero dei pneumatici e la corsa delle sospensioni.

“©2007 Publications International, Ltd. Il cono del naso è stato realizzato in metallo con vaschette in fibra di vetro per i fari a scomparsa.

Come se un’auto con un’enorme ala posteriore e un muso a forma di galleria del vento non bastasse, la Plymouth ha aggiunto una grafica da Road Runner dei cartoni animati, pannelli neri piatti sul cono del naso e adesivi “Plymouth” delle dimensioni di un cartellone pubblicitario sui fianchi posteriori per un punch ancora più visivo. Il colpo viscerale è arrivato grazie a tre motori: un 440 con un singolo carburatore a quattro barili e 375 CV, il “440+6” con triplo carburatore a due barili e 390 CV, o il doppio quad 425 CV 426 Hemi.

Può essere difficile capire che sia la Daytona che la Superbird hanno venduto lentamente nel loro tempo: Alcuni progetti apparentemente andavano troppo oltre anche nei giorni di “anything-goes” della tarda era delle muscle car. Oggi, invece, tutte le Daytona e le Superbird sono oggetti da collezione di valore, apprezzati per la loro rarità e come simboli di quella fuggevole epoca del anything-goes.

Articolo molto interessante
Crosley Hot Shot e Super Sport

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per ulteriori informazioni sulle muscle car, date un’occhiata:

  • Le muscle car di Plymouth spaziavano da fantasiose a spaventose – e a volte mostravano entrambe le qualità in un unico modello. Vedi i profili, le foto e le specifiche delle muscle car Plymouth.
  • Le auto muscolose erano disponibili in molte forme e dimensioni. Ecco le caratteristiche di oltre 100 muscle car, con foto e specifiche per ogni modello.
  • Le auto muscolose hanno creato la loro cultura. Per saperne di più, leggi Come funzionano le Muscle Cars.

Questi profili di muscle car includono foto e specifiche per ogni modello:

  • La Pontiac Ventura 389 del 1961 è stata tra le prime muscle car più eleganti.
  • I fastback non erano una novità, ma nessuno era più veloce della Dodge Charger 426 Hemi del 1966.
  • La Plymouth 426 Wedge del 1963 era talmente poco addomesticata da essere accompagnata da avvertimenti di non utilizzarla sulle strade pubbliche.
  • Qualsiasi Chevelle del ’71 poteva indossare un distintivo Super Sport, ma solo la Chevrolet Chevelle SS 454 del 1971 si è guadagnata il diritto di esibire anche la sua cilindrata.

Per informazioni relative alle auto, vedere questi articoli:

  • Il motore è ciò che dà a una muscle car la sua personalità sgargiante. Per imparare tutto quello che c’è da sapere sui motori delle auto, vedi Come funzionano i motori delle auto.
  • Le auto muscolose non avrebbero molti muscoli senza cavalli, ma cos’è esattamente la potenza? Come funziona la potenza in cavalli risponde a questa domanda.
  • Le auto da corsa NASCAR incarnano la filosofia della muscle car del potere. Leggi come funzionano le auto da corsa NASCAR per scoprire cosa fa andare questi corridori carichi.
  • Stai pensando di comprare una muscle car del 2007, o qualsiasi altra auto? Consulta le recensioni, i prezzi e le informazioni della guida per i consumatori Automotive’s New-Car Reviews, Prices, and Information.
Articolo molto interessante
1971-1976 Pontiac

Il Plymouth Road Runner Superbird del 1970

Specifiche

Passo, pollici: 116,0

Peso, libbre: 3.841

Numero costruito: 1.920

Prezzo base: $4,298

Motore standard

Tipo: ohv V-8

Spostamento, cid: 440

Sistema di alimentazione: 1 x 4bbl.

Rapporto di compressione: 10,0:1

Potenza a giri/min: 375 a 4600

Coppia @ rpm: 480 @ 3200

Prestazioni rappresentative

0-60 mph, sec: 6,7

1/4 di miglio, sec. @ mph: 14,3 @ 103,7

Lascia un commento