1971-1978 Ford Capri/Capri II

William Benton, Lincoln-Mercury general manager, rests on a 1973 Capri, which was sold as a Mercury in the U.S. See more classic car pictures. William Benton, direttore generale Lincoln-Mercury, riposa su una Capri del 1973, che è stata venduta come Mercury negli Stati Uniti Vedi altro immagini di auto d’epoca .

Pur essendo ben note negli Stati Uniti, le origini della Ford Capri del 1971-1978 e della Ford Capri II erano in Europa. La Ford Motor Company pensava di lanciare una Mustang europea quando le sue filiali britannica e tedesca svilupparono la coupé sportiva. Nel processo, però, Ford creò anche un modello di importazione sexy per il mercato americano.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Il 17 aprile 1964 fu un giorno emozionante per molti alla Ford Motor Company. Con le dita incrociate e le speranze alte, stavano per scatenare una piccola coupé sportiva sulla strada americana. La sua uscita avrebbe creato una nuova nicchia di mercato. Nel giro di due anni, più di un milione di nuove “ponycar” Ford si trovavano nei garage di tutti gli Stati Uniti, alcuni dei quali si erano spinti fino all’Europa.

La nuova auto era, ovviamente, la Mustang. Ha fatto abbastanza bene anche in Europa, ma era ancora un’esportazione americana ed era appesantita oltreoceano da tariffe costose, dazi e altre tasse governative correlate. Non ci volle molto perché chi si occupava delle operazioni internazionali della Ford si rendesse conto che c’era un grande potenziale di vendita per una sorta di ponycar all’estero. Così furono gettate le basi per una versione europea della Mustang.

Articolo molto interessante
1955-1959 Rolls-Royce Silver Cloud I

Nel giugno 1965, gli obiettivi del pacchetto di questa nuova vettura sono stati stabiliti. Proprio come la Mustang era nata dalla piattaforma Falcon, era necessario un veicolo altrettanto utilitario per fungere da base per la versione europea. (I costi di progettazione dovevano essere ridotti al minimo utilizzando il maggior numero possibile di parti di sospensione, elettriche e di trasmissione esistenti). Un’auto di questo tipo era disponibile nella popolare Cortina, prodotta dalla Ford inglese dall’autunno del 1962.

Gli ingredienti successivi che dovevano essere affrontati riguardavano la capacità di trasporto dei passeggeri. Si è deciso che, come la sua cugina Mustang, doveva essere un’auto che potesse essere apprezzata da tutta la famiglia con quattro posti a sedere, e doveva offrire un viaggio il più tranquillo e confortevole possibile. Oltre a questo, i dirigenti Ford volevano che la nuova vettura offrisse una maneggevolezza reattiva e, cosa ancora più importante, un look sorprendente e vincente per le vendite.

Nel luglio del 1966, il nuovo ponycar con fiuto continentale aveva ottenuto l’approvazione definitiva per la produzione. A tutti gli interessati piacque ciò che videro, e l’entusiasmo non fu contenuto solo alla Ford d’Inghilterra, ma si estese anche al quartier generale tedesco della Ford a Colonia. Fin dall’inizio era stato pianificato che la ponycar europea sarebbe stata assemblata nello stabilimento di Halewood nel Regno Unito, più gli stabilimenti di Colonia e Saarlouis in Germania.

Articolo molto interessante
Kurtis

Come chiamarlo? La Ford d’Inghilterra aveva usato la lettera “C” nel nominare la maggior parte dei suoi modelli. Durante lo sviluppo, il team di progettazione si era attaccato al nome “Colt” come titolo di lavoro. Tuttavia, i responsabili del marketing volevano qualcosa di più potente che suggerisse euforia e “pizzazz” ai compratori europei a cui puntavano.

Dopo molte discussioni e ricerche, un solo nome sembrava soddisfare tutti questi requisiti: Capri. Presa da una piccola isola al largo delle coste del sud Italia, Capri sembrava perfetta per una piccola auto sbarazzina, evocando visioni di dolci brezze marine e vacanze spensierate.

Capri era un nome già familiare agli automobilisti europei, avendo abbellito un’elegante coupé hardtop nella linea britannica Ford Consul nei primi anni Sessanta. Il nome aveva anche una storia in America, che alla fine si rivelò fortunata anche se il mercato americano non era inizialmente in considerazione per ottenere questa ponycar europea. Era stata usata per la prima volta negli Stati Uniti per una speciale coupé Lincoln Cosmopolitan a partire dal 1950. Dal 1952 al 1958, c’era una serie Capri nella linea Lincoln. Poi Mercurio fece rivivere il nome come livello di assetto della intermedia Comet 1966-1967.

Ford ha aspettato fino all’ultimo giorno del Salone dell’auto di Bruxelles nel gennaio 1969 per svelare il suo ponycar europeo. Nell’attesa della fine del Salone, l’effetto ha fatto salire l’affluenza dell’ultimo giorno a livelli record, e l’auto è stata acclamata come un successo immediato nel design e nel concept. Il 5 febbraio 1969, pochi giorni dopo la chiusura della fiera di Bruxelles, Capri fu messa in vendita in tutta Europa e nel Regno Unito.

Articolo molto interessante
1958 Buick Limited Auto d'epoca

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Ricerca auto nuove
  • Ricerca auto usate

Lascia un commento