1971 Chevy K5 Blazer – $51.266

Escluso il lavoro

Vedi tutte le 7 fotoJoseph DowlingphotographerJohn GilbertwriterJohn Gilbertwriter1 maggio 2008

Non capita spesso – come in questo caso è stata la prima volta che ci siamo imbattuti in un proprietario che ha tenuto traccia di ogni dollaro che ha investito nel suo camion, per non parlare della data esatta in cui lo ha speso. Dire che siamo rimasti impressionati quando è arrivata la scheda tecnica della K5 Blazer del ’71 di Browny Cooksey e il Mesquite, residente in Texas, ha tenuto conto di ogni singolo dettaglio sarebbe un eufemismo.

Cooksey ha comprato la sua Blazer a due ruote motrici, il terzo veicolo che ha posseduto nel 1973 per 2.400 dollari, per poi venderla qualche anno dopo a suo nonno per 600 dollari. All’età di 79 anni, il nonno di Cooksey decise che era giunto il momento di smettere di guidare e restituì il fidato cavallo di battaglia alla crescente scuderia di Cooksey, che comprendeva la prima e la seconda auto di Cooksey: una GTO del ’67 e una Cuda ‘Cuda ’70 Six-Pack 440 che possiede ancora oggi. Il 15 novembre 1992 Cooksey ha acquistato due manuali di officina per 40 dollari e la Blazer del ’71 era ufficialmente in corso di costruzione.

L’acquisto successivo che Cooksey ha annotato sulla lista di costruzione è stato il 26 dicembre 1992, quando ha acquistato una Blazer color oro per i pezzi di ricambio da Azle Auto Salvage per 400 dollari. Una volta che Cooksey aveva accumulato tutti gli esemplari migliori che poteva individuare per le parti della carrozzeria e li aveva messi da parte, il passo successivo fu quello di togliere il telaio originale del ’71 fino agli ultimi bulloni e poi farlo sabbiare. Alla fine, il telaio della Blazer e tutti i suoi componenti erano verniciati a polvere di nero, ma questo è stato fatto solo dopo aver adattato un rearend Ford da 4 pollici e 9 pollici stretto con una Auburn posi e 3,70:1 marce. Davanti, un paio di mandrini a caduta AIM da 21/2″ sono stati posizionati tra i bracci di controllo superiore e inferiore dell’Air Ride Technologies Strong Arm, smorzati con onde d’urto. Il tocco finale alle sospensioni del ’71 è stata l’installazione delle barre di oscillazione anteriori e posteriori Classic Performance Products più vicine al telaio con il super trucco del CPP, le speciali staffe di montaggio. Le faccende dello sterzo sono gestite tramite una scatola del servosterzo Blazer di serie ricostruita, collegata a un piantone dello sterzo ididit ricoperto da un volante billet Specialties Torque-thrust. Per fermare la potenza, il Blazer si affida ad un kit di conversione disco-freno anteriore Cooksey acquistato il 14 novembre 2000 dalla Master Power Brakes. I freni a disco posteriori sono di una Cadillac Eldorado adattata per adattarsi alla Ford 9 pollici rearend. Dall’anteriore al posteriore, le ruote del Blazer sono KMC da 20 e 22 pollici montate su pneumatici BFGoodrich g-Force.

Articolo molto interessante
La Ford Sedan del '28 di Terry Booth - Stand And Deliver

Vedi tutte le 7 foto

Ad eccezione degli interni in pelle realizzati da Wayne Bayless nell’autunno del 2007, il Blazer è stato interamente realizzato in casa da Cooksey insieme alla moglie e agli amici. Cooksey attribuisce a Jerry Pike il merito di aver lanciato al massimo, seguito da Gary Waller, Matt Waller, Rodger e Bobby Garcia, cresciuto da John e Zack “negli ultimissimi giorni”.

Alcune delle caratteristiche dell’interno personalizzato includono un cluster di cruscotti in billetta proveniente da No Limit Engineering e poi confezionato con misuratori Auto Meter. Per gestire il calore del Texas, Cooksey ha installato un sistema di aria condizionata della Vintage Air.

Tra gli altri servizi interni vi è anche un sistema audio di fascia alta con il meglio che Pioneer, Alpine, Infinity e Cerwin-Vega hanno da offrire.

Il traguardo del ’71 è stato il primo tentativo di Cooksey di cimentarsi con il corpo e la pittura. Dopo aver costruito una cabina di verniciatura per fornire un ambiente controllato dalla polvere, ha sparato al Blazer in paramotore Viper Blue. Dopo più di un decennio di intenso lavoro sul piccolo e tozzo camion con base in C-10, il Viper Blue show truck di Cooksey si è messo in moto. L’ultima volta che l’abbiamo sentito, Cooksey e sua moglie Pam stavano guidando il Blazer del ’71 a metà strada attraverso il Texas per partecipare a uno show.

Articolo molto interessante
1969 M-Code A12 Road Runner - New Dawn

Vedi tutte le 7 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento