1971 Dodge Challenger Convertibile – Fondamentalmente…Divertimento

Quando la vita si complica, questa sfida è la fuga perfetta

Vedi tutte le 1 fotoRandy BoligwriterSep 1, 2002

Tutti abbiamo bisogno di scivolare via dalla quotidianità una volta ogni tanto. A Robert Asbell di New Port Richey, in Florida, non importa dove si allontana, basta che lo faccia al volante della sua Challenger del ’71.

Robert ha ritirato il suo drop-top nel 1991 dopo aver spiato un avviso di vendita su un giornale di Tampa. Mentre l’annuncio, che recitava “Challenger convertibile del 1971, di discreta forma, ha bisogno di essere restaurato”, potrebbe aver dato ad alcuni veterani Moparheads un motivo per fermarsi, Robert ha chiaramente visto solo il prodotto finale. Quando chiamò il proprietario, la breve conversazione si concluse con un semplice “Lo prendo”.

Come proprietario di un piccolo ristorante, Robert è stato sfidato a trovare il tempo da dedicare al restauro, ma il suo “cruiser per la fuga” gli ha fatto un cenno, e l’E-Body con motore 318 si è rapidamente annidato nel garage di casa di Robert per il suo tanto atteso rifacimento. Tutto ciò che poteva essere smontato è stato smontato, ricondizionato se possibile, o sostituito se necessario. Dopo aver levigato il guscio, Robert ha completato la carrozzeria con un sorprendente colore blu industriale e un accento a strisce.

Uno degli elementi successivi della lista di controllo “da sistemare” della Challenger era l’interno. L’originale trattamento dell’abitacolo bianco aveva ricevuto una sgargiante tintura nera da qualche parte lungo il percorso. Questo non andava bene a Robert, così ha chiamato i Legendary Auto Interiors per gli interni di riproduzione bianchi. Jim Griner alla Wally’s Auto Upholstery di New Port Richey è stato picchiettato per allungare le pelli sugli scheletri dei sedili.

Qui, Robert è costretto a dare credito alla moglie per la sua infinita pazienza e comprensione. Come potrebbe fare altrimenti? I pezzi finiti degli interni sono rimasti nel soggiorno della coppia per i successivi cinque anni, fino a quando il resto della macchina non è stato completato.

Fin dall’inizio, Robert ha voluto che lo straccione fosse un autista abituale, quindi sapeva che le melodie serie avrebbero fatto parte del processo di restauro. Alla fine, Robert ha aggiunto un impianto stereo JVC Chameleon, che si fondeva bene con il cruscotto di fabbrica e fa meraviglie per i riff tropicali di Jimmy Buffet.

Parlando della parte posteriore, un Sure Grip riempito 831/44 rearend gira un set di 3,23 ingranaggi, messo in moto da un 904 TorqueFlite ricostruito da Marty’s Transmissions, anch’esso di New Port Richey. Per mantenere il suo marciapiede che lo abbraccia, Robert ha scelto ruote Mopar Rallye 15×7 calpestate con gomma 235-60/15 BFGoodrich per vestire i quattro angoli.

Così, quando le pressioni della vita tendono a travolgere, prendi una lezione dalla Challenger del ’71 di Robert Asbell. C’è da divertirsi nelle basi.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20029mopp-0209-01-ps-1971-dodge-challenger-convertible-e-body.jpg

Lascia un commento