1971 Dodge Charger Hemi

1971 Dodge Charger Hemi

Pochi avrebbero immaginato un tale destino. Le case automobilistiche americane hanno spinto la potenza e i grandi motori per quasi due decenni. Ora, nel 1971, Detroit stava riducendo la potenza.

La Chrysler ha resistito, però. Una delle ultime voci che chiunque si sarebbe aspettato sul foglio di opzioni della Dodge Charger del 1971 era la 426 Hemi V-8, ma era lì. Non fu promossa intensamente, per essere sicuri, ma c’era.

1971 Dodge Charger Hemi

La Dodge Charger Hemi del 1971 aveva la forma di una “Coca-Cola-bottiglia”.

Il motore Hemi è stato nella sua ultima stagione e ha portato con sé

>il motore Hemi è stato nella sua ultima stagione e ha portato con sé

>.
una paletta da cappa sottovuoto standard.

Certo, non molti hanno scelto l’opzione Hemi: solo 85 caricabatterie sono stati costruiti con essa nel ’71. Ma se non molti Hemi non hanno consegnato, ciò non significa che l’Hemi non abbia ancora consegnato. Come era stato il caso dal suo debutto 1964 come motore da corsa, la Hemi è stato valutato a 425 cavalli e aveva 490 libbre/piedi di coppia disponibile. MoPar ha mantenuto alta anche la compressione, a 10,2:1.

Il leggendario motore sarebbe svanito dalla lineup dopo quest’anno, ma la Charger che era la sua ultima casa era una Chrysler intermedia radicalmente nuova, con una forma allungata a “bottiglia di Coca Cola” e una linea del tetto asemi-fastback. L’interasse per una volta era sceso, a 115, due pollici più corto della versione del 1970. Se l’Hemi era la prova che la Chrysler stava reggendo l’era delle prestazioni, il motore a sei cilindri inclinati che era di serie nella Charger base del ’71 era un segno sicuro che MoPar aveva intravisto la fine della muscolatura. Il motore V-8 della base era il 318.

Sopra il Charger di base da 2707 dollari c’erano i 3223500 dollari e i 3357 dollari del lusso SE. Il nome Super Bee è arrivato alla linea Charger per il ’71 come modello base orientato alle prestazioni, con un V-8 da 383 pollici cubici da 275 cavalli di potenza e standard Rallye Suspension. E ‘elencato per 3271 dollari. Un 383 cavalli da 300 è stato il gradino più alto della scala V-8, mentre la R/T è tornata con lo standard Magnum da 370 cavalli440 Magnum. Il prezzo di listino era di 3777 dollari. La Hemi era disponibile sui modelli R/T eCharger Super Bee.

Articolo molto interessante
1947-1948 Kaiser Custom

Tutti gli R/T hanno ricevuto un cofano oscurante, speciali rivestimenti delle porte con estrattori d’aria simulati e ruote da Rally. Una striscia colorata da corsa a poppa del cofano, che segue la linea di cintura, e lo spoiler del ponte posteriore e lo spoiler del mento erano opzionali. I modelli Hemi Super Bee non erano radicali, con meno bocchette di ventilazione delle porte, ma colpivano comunque con i loro bumblebeegraphics.

All’interno sono stati trovati sedili a secchiello con schienale alto, Slap-Stick o Hurst pistol-gripshifter, console, strumentazione completa, pedali rifilati e una scelta di audioopzioni a scelta.

Il 426 Hemi costava 883,55 dollari in più (senza contare gli extra richiesti) ed era disponibile con il TorqueFlite oroptional TorqueFlite standard a quattro velocità. Il differenziale Sure-Grip era un’opzione obbligatoria. Freni a tamburo da undici pollici – 3 pollici di larghezza nella parte anteriore, 2½ pollici di larghezza nella parte posteriore – erano disponibili sia in Super Bee che in R/T. Hemi Chargers aveva anche uno scoop con comando a vuoto azionato da un interruttore sul cruscotto. Esso permetteva all’aria fredda di raggiungere i due carburatori Carter AFB a quattro canne attraverso il percorso più breve.

Il catalogo delle parti di ricambio Dodge Performance, intitolato “Hustle Stuff for the Dodge Scat Pack”, è stato un ulteriore segnale che non è stato dimenticato. L’elenco delle chicche disponibili comprendeva non solo i componenti del marchio Dodge, ma anche i comandi di Hurst, le camme per prestazioni di Racer Brown e Iskenderian, le testate di Hooker e i collettori Edelbrock.

Articolo molto interessante
Siamo sull'orlo dell'auto volante?

La 440 Magnum darebbe ancora una Hemi – o qualsiasi altra cosa sulla strada – un mucchio di problemi nelle corse su strada. Uno dei vantaggi della 440 era che era più facile da tenere in sintonia rispetto alla Hemi. Nel 1970, tuttavia, la Chrysler diede alla Hemi dei sollevatori idraulici per valvole, che aiutarono a mantenere il motore in sintonia ottimale e ne fecero una spazzatrice stradale più redditizia. I tempi di un quarto di miglio erano in alto 13s a più di 100 mph – un bel numero per ogni epoca.

Giornalista automobilistico e pilota di corsePatrick Bedard, elencando le sue personali top-10 muscle car per il numero di gennaio 1990 di Car and Driver , ricorda come è stato: “Gli Hemis erano facili da guidare nel traffico incommutaneo, ma difficili da guidare da una partenza in piedi a causa del modo in cui funzionavano i carburatori. Con l’acceleratore leggero, il motore girava sulla metà anteriore del quadricilindrico. Quando il pedale è sceso, le primarie del quattro cilindri anteriori si sono aperte, seguite dopo un po’ da entrambe le secondarie in una sola volta. Un buon lancio richiedeva abbastanza rotazioni per far salire i giri nella gamma di coppia, ma era facile aprire troppi acceleratori troppo presto e bruciare le gomme. Poi la tecnica necessaria è stata abbastanza impegnativa con un quattro marce. Se eri Hemihunting in un’auto minore, volevi prenderlo a una fermata. Se lui armeggiava e tu eri abbastanza fortunato da tirare fuori un parafango lungo su di lui, rivendicavi la vittoria ogni anno facendo retromarcia, ponendo così fine alla corsa. Se fossi stato abbastanza pazzo da rimanerci sopra, l’Hemi avrebbe preso il comando in breve tempo”. Bedard sottolinea anche che i progressi nella tecnologia dei pneumatici all’inizio degli anni ’70 hanno contribuito a migliorare la traiettoria e a ridurre leggermente i tempi di un quarto di miglio.

Articolo molto interessante
Come funziona l'ibrido Ford Escape Hybrid

Con le loro nuove eleganti carrozzerie, le Hemi Chargerswere sono state di nuovo una forza vincente nella NASCAR, e alcuni osservatori danno credito all’esperienza di Chrysler nell’automobilismo sportivo, aiutandola ad ottenere il massimo dai suoi stocker ovali, sanno che la NASCAR ha richiesto loro di essere più vicina che mai alle auto di produzione.

Dodge ha venduto solo 5054 Charger Super Bees e solo 3118 Charger R/T nel ’71, e mentre meno di 100 erano equipaggiate con la Hemi, King Kong rimarrà una forte presenza in tutti i tipi di sport agonistici per gli anni a venire. Per strada, tuttavia, il 1971 è stato davvero il 1971 per questo peso massimo.

Tipo di motore V-8/RB-Block/HemiDisplacement (cid)426 Potenza @ giri/min: 425 @ 5000 Coppia (libbre/piedi) @ giri/min 490 @ 4000 Rapporto di compressione 10,2:1 Alesaggio (pollici) 4,25 Corsa (pollici) 3,75 Valvola Sollevatori Disponibilità idraulica 1971 Caricabatterie R/T e Super Bee

Tempi*:

0-60 mph (sec)5,80-100 mph (sec) 13,0 1/4 di miglio (sec) 13,73 @ 104 mph Velocità massima (mph)115Axle rapporto 4,10:1

*Fonte: Muscle Car Review (1970)

Tempi*:

0-60 mph (sec)5,70-100 mph (sec) N/A 1/4 miglia (sec) 13,73 @ 104 mph Velocità massima (mph)Rapporto N/Axle 4,10:1

* Fonte: Tendenza del motore

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per maggiori informazioni sulle muscle car, date un’occhiata:

  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Come funzionano le auto muscolose: Scopri la storia completa delle muscle car, dal periodo classico degli anni ’60 ad oggi.
  • Dodge Muscle Cars: Scopri di più sulle più grandi Dodge Muscle Cars.

Lascia un commento