1972 Pick-up GMC – Oro nero

L’altro “Driver” del cacciatore Mahan

Vedi tutte e 4 le fotoJohn JacksonphotographerJim RizzowriterMar 1, 2010

Bisogna ammettere che il talento illimitato e i “dollari cubi” sono davvero un grande aiuto per realizzare il classico sogno del camion. Anche se la maggior parte di noi si risparmia e risparmia per costruire il camion classico più bello e più cool che si può, c’è chi ha la fortuna di non essere limitato da fondi limitati. Ora, non fraintendetemi, non c’è nessun piagnisteo da uva acerba in corso qui, solo un po’ di invidia per i camion classici da parte mia.

Questo fantastico GMC del ’72 appartiene alla PGA golf pro Hunter Mahan (una storia di successo locale SoCal) che ha passato anni a lavorare diligentemente per perfezionare il suo impressionante talento sui link. Ma il golf non è il suo unico amore – e proprio come noi, Hunter è un appassionato di motori. E da quando si è trasferito da Orange County, in California, al Texas, ha stretto un’amicizia con Mike della DuSold DeSigns, un gentiluomo e un’azienda che vanta nel campo automobilistico/camionistico tanto talento quanto Hunter sul campo da golf. Passare il tempo alla DuSold è diventato un piacevole passatempo per Hunter e non è passato molto tempo prima che egli spiasse questo sbattimento, ma ovviamente ha trascurato la GMC in uno degli edifici di deposito sul terreno del negozio. Il potenziale del pickup non si è perso su Hunter e poco dopo averlo attraversato ha deciso che meritava un po’ di attenzione e la possibilità di colpire ancora una volta il punto morto.

Dopo aver concluso un accordo con Mike e aver passato un po’ di tempo a fare brainstorming sui futuri mods della GMC, la coppia ha concluso l’affare e la squadra della DuSold si è messa al lavoro trasformando il cavallo da lavoro precedentemente trascurato nel fantastico camion classico che vedete qui.

Articolo molto interessante
1999 Grand National Roadster Show - Golden Oldie

Come di consueto, il progetto è iniziato con un completo smantellamento seguito da un lavoro di ricostruzione e personalizzazione totale delle fondamenta del camion. Il telaio originale è stato spogliato, completamente inscatolato e dotato di traverse a ponte personalizzate. DuSold ha poi aggiunto un allestimento personalizzato Art Morrison a quattro barre a cui è stato appeso un rearend Ford fresco da 9 pollici. Davanti, l’originale GM IFS è stato ricostruito, e sono stati aggiunti un paio di fuseruole a caduta e dei muscolosi freni a disco Wilwood (un paio di raccoglitori Wilwood altrettanto massicci sono stati aggiunti al 9 pollici sul retro, così come un paio di airbag Ridetech, tra l’altro). Con il telaio completo, il passo successivo è stato quello di toglierlo dai cavalletti e metterlo a terra. A questo scopo, un quartetto di ruote Forgiato Concavo (20s e 22s) avvolte in gomma Nitto a basso profilo sono state imbullonate e i supporti dei martinetti sono stati calciati di lato.

Poi c’è stata un po’ di motorizzazione. Il design malvagio, malvagio, malvagio e cattivo del pickup meritava una trasmissione di pari attrattiva, così Hunter ha scelto un SBC collaudato come base per la costruzione. Il motore è stato completamente ricostruito ed equipaggiato con il meglio del goodies go-fast – incluso ma non limitato a una manovella forgiata, aste rosa, teste in alluminio Brodix, pistoni JE, una camma di performance grumosa, una configurazione a serpentina Vintage Air front runner, e una configurazione Hilborn old-school Hilborn dall’aspetto malvagio, con una moderna tecnologia di iniezione elettronica. Il muscoloso mouse è stato poi trattato con un sano aiuto di dettagli, vestizione, vernice e nichelatura, così come una altrettanto muscolosa trasmissione overdrive delle prestazioni Phoenix.

Articolo molto interessante
1956 Ford F-100 - Good Times Roll

Con il telaio e la linea di trasmissione gestiti, è stato finalmente per affrontare le immagini. La carrozzeria GMC è stata magistralmente massaggiata per riportarla alla sua forma originaria e poi trattata con una serie di tocchi personalizzati che, combinati insieme, hanno reso il pickup superiore a quello di un restauro professionale. DuSold si è messo all’opera dando alla cabina e al letto una rasatura ravvicinata che comprendeva tutti i distintivi e gli emblemi del camion, le maniglie delle portiere e i gocciolatoi. Le luci di posizione laterali e i fanali posteriori sono stati rimossi e i loro fori sono stati riempiti, un paio di scarichi tagliati sui fianchi del letto (e delle rosette fredde fabbricate), e un paio di fanali posteriori fabbricati a mano installati. Nel frattempo, gli artigiani della DuSold hanno lavorato con la loro magia anche sui pannelli interni del letto e sulle lamiere interne.

Parlando degli interni, non appena la carpenteria metallica è stata completata e sono stati aggiunti un rivestimento liscio come il vetro di uretano nero jet in paramotore e fantastiche grafiche a contrasto in rame/oro, si sono avvalsi del talento di Village Upholstery per rivestire i sedili personalizzati della cabina con una sfilza di morbida pelle e moquette a pelo tagliato in tinta con la moquette.

Come potete vedere, questo non è il vostro tipico GMC: è un’opera d’arte che attira a dir poco l’attenzione. Tanto di cappello a Hunter e agli artigiani di DuSold DeSigns per una visione unica – una visione che sicuramente darà a noi costruttori di basso livello qualcosa a cui aspirare mentre ci affanniamo a bruciare l’olio di mezzanotte nei nostri garage.

Vedi tutte e 4 le foto Hunter Mahan Lewisville, Texas 1972 GMC Pickup Truck CHASSIS TELAIO: stock modificato da DuSold DeSigns MODIFICHE: a ponte e inscatolato RATIO: Ford 9 pollici / 3,89:1 SOSPENSIONE POSTERIORE: personalizzato Art Morrison Inserire prises four-bar, Ridetech air ride FRENI POSTERIORI: 12. 12. Disco Wilwood da 5 pollici FRONT SOSPENSIONE ANTERIORE: GM IFS, mandrini a caduta Belltech, ammortizzatori QA1 FRENI ANTERIORE: Disco Wilwood da 13 pollici SCATOLA DI STERZO: stock GMC RUOTE FRONTALI: Forgiato Concavo, 20×8.5 RUOTE POSTERIORI: Forgiato Concavo, 22×10 RUOTE FRONTALI: Nitto Invo, 245/40ZR20 RUOTE POSTERIORI: Nitto Invo, 275/30ZR22 GAS TANK: custom by DuSold DeSigns DRIVETRAIN MOTORE: ’72 GMC 350 ci TESTE: alluminio Brodix Race Rite COPRI VALVOLE: alluminio alettato MANIFOLD / INDUZIONE: Hilborn / Hilborn iniezione elettronica di carburante IGNITION: MSD elettronico HEADERS: custom EXHAUST / MUFFLERS: mandrel-bent 2. 5 pollici inox / inox TRASMISSIONE: 700-R4 MODIFICHE: Trasmissioni Phoenix SHIFTER: Retrotek Smart Shift BODY STYLE: Sierra pickup MODIFICHE: portello del carburante rasato, riempito, sgocciolatoio rimosso, luci di segnalazione riempite, pannelli interni del letto lisciati, uscite di scarico personalizzate GRILLE: stock modificato BED: stock modificato BODYWORK AND PAINT BY: DuSold DeSigns PAINT TYPE / COLOR: PPG / jet black HEADLIGHTS / TAILLIGHTS: stock / custom by DuSold DeSigns OUTSIDE MIRRORS: nessuno BUMPER: Sir Michaels INTERNO DASHBOARD: personalizzato da DuSold DeSigns GAUGGI: Auto Meter AIR CONDITIONING: Vintage Air STEREO: Kenwood, JL Audio RUOTA DI STEREO: ’57 Chevrolet COLONNA DI STEREO: Fiume Fiammeggiante SEDE: personalizzato da DuSold DeSigns UPHOLSTERY BY: Village Upholstery MATERIALE: pelle CARPET: pileShow All

Articolo molto interessante
Hot Rod Power Tour - Colombo a Pontiac

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201031003clt-01-o-1972-gmc-pickup-truck-custom-suspension-kit.jpg

Lascia un commento