1973 Plymouth Duster – L’ultimo stand di Duster

Da padre a figlio…quasi

Vedi tutte le 1 fotoRobert GenatwriterFeb 1, 2004

Il Duster è stato spesso considerato come il figliastro dai capelli rossi del mondo Mopar. Introdotta nel 1970, vicino alla fine dell’era della musclecar, ha avuto alcune opzioni di performance basate sul motore 340, ma non ha mai avuto il coraggio cubico o l’aspetto robusto dei suoi fratelli maggiori muscolosi.

Jeff Delzer, un autoproclamato “Mopar freak”, è nato in una famiglia Mopar hardcore. Suo padre lavorava per un concessionario Dodge e spesso portava a casa auto Hemi, possedendo anche una Hemi ‘6411/42 da corsa in fabbrica. Quando Jeff si è imbattuto in questa Duster del ’73 cinque anni fa, ha pensato che sarebbe stata la prima Mopar perfetta per il figlio quindicenne. L’auto era marrone con strisce di fabbrica e un 340 con i numeri corrispondenti. Era completa, ma aveva bisogno di un quarto di pannello e di un quarto di finestra. La trasmissione slittava un po’ e nel bagagliaio c’era una bombola di gas esilarante. Jeff ha lasciato cadere 1500 dollari in mano al proprietario e ha portato la Duster a casa.

Ha subito tirato il trans per metterlo in forma. Dopo aver guardato il motore appeso ai supporti, ha pensato che non sarebbe stato un lavoro troppo impegnativo tirarlo fuori e gettare su una nuova guarnizione a tazza e sulla guarnizione principale posteriore. “È stato allora che le cose si sono messe male”, dice Jeff. Il precedente proprietario aveva ricostruito il motore usando pistoni in fusione a basso costo. La potenza aggiunta dal nitroso ha martellato il moccio dalle lumache economiche, e Jeff ha trovato alcuni pezzi di anello di terra nella padella. A questo punto, decise di costruire un piccolo blocco “cazzuto”, con una potenza di 500-600 CV.

Articolo molto interessante
2010 Mustang - Più moderno e muscoloso

Jeff ha portato il motore alla Jobber Machine di Anaheim, in California, dove il blocco è stato pulito, ispezionato, rivestito, rodato e annoiato con piastre di torsione. Sono stati aggiunti i pistoni TRW 10,5:1, una trasmissione a camme Milodon con ingranaggi folli fissi, una coppa dell’olio a coppa profonda Milodon da 7 litri e una camma a rulli Herbert. Tutto è stato abbottonato con elementi di fissaggio ARP. Jeff aveva un set di teste a X completamente portate e lucidate con valvole inossidabili Manley, molle della gru e fermi in titanio pronti da aggiungere al robusto blocco corto. Anche se voleva aggiungere teste in alluminio, non erano nel budget. Qui è dove è intervenuto il padre di Jeff, che ha messo da parte i soldi per un set di teste in alluminio Edelbrock. Tutti i componenti che erano stati aggiunti alle teste X sono stati rimossi e montati sulle nuove teste Edelbrock da Van Dyne Engineering. Inoltre, è stato ordinato un set personalizzato di aste di spinta Manton insieme ad un set di bilancieri a rulli Crane.

Jeff si è rivolto al suo amico Dave Kinsley per la carrozzeria e le faccende di pittura. Dave fissò tutti i punti grezzi e levigò i pannelli della carrozzeria alla perfezione. Jeff voleva che l’auto fosse dipinta di verde, così ha scelto la più audace Grass Green di sempre. Sono stati installati una griglia NOS, luci di segnalazione e lunette dei fanali posteriori. In cima alla vernice perfetta di Dave c’era una serie di strisce nere di fabbrica. Il tocco finale all’esterno è il cofano nero “Six Pack”. L’interno è stato trattato con una serie di leggendari coprisedili, una nuova moquette e un volante in tufo. Il pad del cruscotto è stato rinnovato da Just Dashes. Sotto il cruscotto c’è una serie completa di indicatori per il monitoraggio extra del motore.

Articolo molto interessante
1956 Chevy Pickup Truck - Kickin' Rocks

Questo Duster dimostra che si può fare un borsellino di seta con l’orecchio di una scrofa. Prima che il progetto quinquennale di Duster fosse completato, il figlio di Jeff si è trasferito su una Sassy Grass Green ’70 ‘Cuda del ’70, alimentata da un motore a 440, regalatagli dal nonno. Jeff era d’accordo con questa decisione, soprattutto dopo aver ricevuto un Best of Show e un Best Mopar ai primi due spettacoli a cui ha portato il Duster.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20042mopp-0402-01-ps-1973-plymouth-duster-front-passenger-side-view.jpg

Lascia un commento