1974 Plymouth Duster – Dust Stormer – Young Guns

Cory Pant ha avuto il massimo dei voti con il suo Duster del ’74

Vedi tutte e 4 le fotoGeoff StunkardphotographerRandy BoligwriterFeb 1, 2002

The Next Generation Ai Mopar Nationals del ’01 poteva esserci un solo vincitore di punti alti, e quando lo staff ha completato il giudizio dei Young Guns, Cory Pant e la sua Plymouth Duster modificata del ’74 sono arrivati in cima. Il progetto di Cory è iniziato all’età impressionabile di 15 anni, quando ha acquistato l’A-Body da suo zio per 100 dollari. All’epoca, Cory dice che il suo patrigno lo guidò alcune volte fino a quando il garage non fu pronto, poi passarono i successivi 3 anni e mezzo a resuscitare la Duster. Ecco come ha fatto.

Vedi tutte e 4 le foto

Come ho costruito la mia Hot Rod come racconta Cory Pant Una volta iniziato il lavoro sulla macchina, dopo la scuola tornavo a casa e andavo dritto al garage. Le notti, i fine settimana e tutto il tempo libero dopo il lavoro si passava a lavorare sulla Duster, e non sembrava troppo male finché il corpo non tornava a casa dal media blaster. Da quando il Duster ha vissuto tutta la sua vita in Michigan, 23 anni di tempo rigido hanno avuto il loro peso. Wow, pensavo che non sarei stato in grado di ripararlo, sembrava così brutto. Dopo lo shock iniziale, però, ho capito che potevo permettermi di metterci un po’ di tempo e di soldi.

Articolo molto interessante
1956 Ford Panel Truck - Rusty non dorme mai

Il primo della lista è stato quello di sostituire i pezzi di lamiera marcescente con materiale nuovo. Dopotutto, dato che non è molto bello avere i piedi che battono sulla strada mentre si guida, entrambi i pianali anteriori sono stati sostituiti. Anche la lamiera esterna aveva bisogno di attenzione, così abbiamo sostituito anche il parafango interno anteriore lato guidatore, il montante della porta lato passeggero, così come l’intero pavimento del bagagliaio ed entrambi i pannelli posteriori. Infine, abbiamo deciso di sostituire anche il pannello dei fanali posteriori, che mostrava un po’ di ruggine. Inizialmente ho deciso di costruire l’auto per le corse, così ho aggiunto un cofano in vetroresina e paraurti in questo momento. Una volta fatte tutte le riparazioni metalliche, ho inviato la carrozzeria alla KN Enterprises in Schoolcraft, Michigan, per essere ricoperta da una base di ametista profonda/vernice trasparente.

Vedi tutte e 4 le foto

In origine, l’auto aveva gli interni color crema, e dato che stavo costruendo quello che volevo, l’ho cambiata in nera. Ho chiesto a Jack Moore di Sturgis, Michigan, di rivestire i sedili e i pannelli delle portiere con una combinazione di tessuto nero/grigio, poi ho installato una nuova moquette nera e un nuovo headliner. Un cruscotto personalizzato costruito da me riposa nella sede della fabbrica e ospita gli indicatori Autometer. Dato che le buone melodie sono un must, ho installato uno stereo Clarion con lettore CD e altoparlanti Clarion. Per finire l’interno, è stato aggiunto un volante Grant e, per sicurezza, un rollbar a sei punti racchiude l’abitacolo. Per divertimento, ho aggiunto delle luci dietro i 340 numeri all’interno del cofano.

Articolo molto interessante
1968 Dodge Dart GTS - Tuxedo GTS

Per alimentare il Duster, un blocco da 340 è stato dato alla Hi-Rev Machine di Granger, Indiana, dove è stato annoiato con .030 per produrre 348 ci. L’ho poi assemblata io stesso usando le aste di trasmissione e l’albero a gomito, costruendo la compressione con pistoni forgiati Wiseco 10.5:1. Le teste Edelbrock in alluminio estraggono il carburante dal carburatore 750 Dominator attraverso una presa Edelbrock Torker II.

Vedi tutte e 4 le foto

La trasmissione è un 727 Coan Engineering- costruito da Coan Engineering- costruito con un convertitore ad estrazione rapida da 3.500-stalli, che si collega agli 8 3/4 di pollice posteriori imbottiti con ingranaggi 4,30 Richmond. La combinazione pneumatico/ruota è composta da Ultra Wheels che misura 15×7 nella parte anteriore avvolta in M/T Sportsmans e gli Ultras posteriori sono 15×10 con 26×11,5 Hoosier Quick Time Pro.

Quando la macchina è stata completata, mi sono reso conto che era troppo bello per battere il quarto di miglio in continuazione, ma questo non significa che non abbia visto la pista. Il miglior tempo fino ad oggi è di 12,2 a 111 miglia all’ora. L’unico scopo della mia auto è il divertimento. Sia che vada all’ippodromo, a un salone dell’auto o a una serata in crociera, lo faccio perché mi piace l’hobby delle auto.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Articolo molto interessante
Buick Riviera del 1963 di Don Russo - Costa Est Cool

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento