1979 Camaro Z28 – Preparazione del corpo

Vedi tutte le 1 fotoBill McGuirewriterApr 6, 2010

Nel nostro ultimo avvincente episodio, la E-Rod Z28 si stava facendo strappare le budella alla Diversified Creations di Brighton, Michigan, dove Mike Copeland e Jeremy Salewsky hanno tirato fuori la stanca, originale trasmissione e gli interni. Da lì l’Hulk è stato trasportato all’EDAG nella vicina Auburn Hills per il suo rifacimento esterno, dove Jeff Hanley, Matt Ayers, Bill Wilson e Cory Niemitalo ci hanno portato a scuola, per capire come comportarsi, per mostrare la qualità della carrozzeria e della vernice.

Dal momento che non c’era molta vernice sulla Camaro per iniziare — la;fabbrica sottile;finitura;più un respray gessoso — l’equipaggio dell’EDAG ha scelto di non immergere o media-blasting il corpo. Con le levigatrici DA e l’abrasivo a grana 80 hanno eliminato la futura finitura della E-Rod, fino a circa il 95 per cento di metallo nudo, con un po’ del rivestimento originale della carrozzeria ancora nei punti più bassi. Spesso questa domanda viene fuori; in un lavoro di verniciatura in stile casalingo: Quanto è necessario lo smontaggio? Si può farla franca con un po’ di mascheramento? All’EDAG la risposta è semplice: “Se tocca la vernice ovunque deve staccarsi”, dice Jeff Hanley, direttore del negozio. Altrimenti ve ne pentirete”. Gli errori si vedranno sempre”. Per buona misura, l’equipaggio dell’EDAG ha anche rimosso il cofano, il coperchio del ponte e le porte, il che facilita il lavoro di preparazione della carrozzeria su questi pezzi. Ma prima hanno controllato e regolato con cura tutti gli accoppiamenti e gli spazi vuoti dei pannelli, poi hanno forato e bloccato le superfici di montaggio, con gli elementi di fissaggio Cleco, in modo che i componenti potessero essere facilmente riassemblati in post-verniciatura. “Molto meglio muoversi e piegare le cose adesso piuttosto che dopo, quando si cerca di non segnare la vernice nuova di zecca”, osserva Jeff.

Articolo molto interessante
Pep Boys festeggia il 90° anniversario facendo un po' di rumore alla Borsa di New York

Una piccola toppa è stata saldata nel parafango anteriore destro per rimediare ad alcuni fori di spillo, mentre il resto delle imperfezioni (punti bassi, ammaccature sui gomiti, segni di fabbrica, ecc.) sono state corrette con lo stucco e la levigatura di plastica Rage Evercoat. Tanta carteggiatura, con un incredibile assortimento di tavole e scanalature; ci è voluta un’intera giornata di carteggiatura, infatti, per far sì che tutte le superfici della Camaro fossero perfettamente dritte e vere, con la gran parte dello stucco applicato che è finito in officina. “Si tratta di ottenere un solido sottofondo”, dice Cory Niemitalo. “È come costruire una casa”. Cattive fondamenta, cattiva casa”. Quando le superfici sono all’altezza del tabacco da fiuto, si applica il primer sigillante e il primer-surfacer ad alta costruzione. La prossima settimana, qui su hotrod.com, troverete il prossimo pezzo del puzzle, con la storia completa, i dettagli completi, i prossimi numeri di HOT ROD Magazine.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites2010427456932.jpeg.jpg

Lascia un commento