1979 Dodge D100 – Sogno del mandarino

Scott Kiger aggiunge lo sport al camion

Vedi tutte le 1 fotoRandy BoligphotographerMarko RadielovicwriterMar 1, 2005

L’argomento di permettere l’ingresso dei camion in Mopar Muscle ci viene sparato addosso come una raffica di artiglieria ogni due mesi. Quando la domanda viene posta ai lettori, la risposta schiacciante è che i camion sono parte integrante del nostro hobby Mopar e dovrebbero essere inclusi per le molteplici funzioni che i camion svolgono nella nostra vita. Nessuno può sostenere che il traino e il traino di parti sono due aree che non possono essere eseguite meglio da un camion.

Ma che dire delle prestazioni? Molti sosterranno che non sono delle musclecars. Ma Ma Mopar ha periodicamente fuso i due regni della performance e dell’utilità con la produzione di autocarri sportivi, per mancanza di un termine migliore, risalente ai primi anni ’60, quando grandi cunei venivano fatti cadere sotto i cofani dei pickup dei cavalli da lavoro. Il concetto è stato di nuovo resuscitato con l’introduzione del veicolo più eccitante per abbellire le autostrade e le vie di comunicazione d’America nel 1978 con il leggendario Li’l Red Express, di nuovo nel 1989 con lo Shelby Dakota, e ora con l’oltraggioso SRT-10. Quindi il concetto non è poi così nuovo, attirando acquirenti da molti altri settori.

Ma che ne dici di costruirtene uno tuo? È esattamente quello che ha fatto Scott Kiger quando ha finalmente sottratto questa D100 del ’79 alla portata di suo padre. Vedete, il Kiger anziano ha comprato questo camion nuovo alla fine del 1978. Arriva il 1997 e papà è finalmente pronto a separarsi dalla sua vecchia D100. Scott ha espresso il desiderio di comprare il camion, ma papà glielo ha regalato per Natale. Scott ha armeggiato con la Dodge dal 1997 al 2002 circa, poi ha deciso che il camion aveva bisogno del trattamento Pro Street. Ma a differenza di molte auto del genere, questa non solo avrebbe avuto l’aspetto della parte, ma avrebbe anche funzionato come una scimmia scottata. La trasformazione durò due anni interi, e Scott non lasciò nulla di intentato nel trasformare il camion nel veicolo che aveva sognato di possedere un giorno.

Articolo molto interessante
NAPA Autocare 500 Martinsville Speedway

Dato che la performance era la preoccupazione numero uno di Scott, ha commissionato a un negozio locale la costruzione di un piccolo blocco da 416 pollici con base da 340. Quel particolare motore andava bene per i solidi 7,30 a 92 miglia all’ora nell’ottavo miglio, il che equivale ad una profondità di sette secondi e.t. nel quarto di miglio. Ma quel motore alla fine è stato considerato un po’ troppo per la navigazione da diporto e sostituito con un .030-over 340, utilizzando un fondo di serie rinforzato con pistoni forgiati Ross e un bump stick idraulico Comp Cams grumoso. Un set di fusioni a J con coppe miscelate e sedili temprati compatibili con le pompe a gas sono stati avvitati in cima, insieme a un collettore di aspirazione Edelbrock Perfomer e un 650 Holley modificato con AED. Un’accensione elettronica Mopar Performance è stata scelta per una potenza di fuoco affidabile, e un set di testate da 151/48 pollici scarica in una coppia di marmitte Flowmaster per una nota di scarico indimenticabile. L’intero pasticcio alimenta un 727 trans con un convertitore di coppia di stallo ATI 3.200.

La carrozzeria interamente in acciaio è stata stirata da Automotive Body Shop di Wilson, North Carolina, e spruzzata con vernice Tangelo Pearl dalla House of Kolors. Un letto di quercia è stato realizzato intorno alle massicce ruote da Wood and Parts di Bruce Horkey. I bracci A e gli ammortizzatori Afco A-arms e coilover sostengono la parte anteriore, mentre le molle a balestra spostate verso l’interno e gli ammortizzatori Afco sono responsabili per la parte posteriore. L’831/44 stretto è stato riempito con ingranaggi Richmond 4.56 e un’unità Sure Grip, oltre ad un paio di assali Strange. Le grandi e piccole Weld Drag Stars forniscono quell’inconfondibile look da gara, mentre i rulli a vapore di Mickey Thompson lasciano grandi segni neri sull’asfalto quando il piede destro di Scott sembra pesante.

Articolo molto interessante
1984 Pontiac Trans Am - Il fascino della terza generazione

L’interno è stato restaurato da Gupton’s Upholstery of Henderson, North Carolina, e presenta un velluto grigio con inserti in pelle grigia. Gli indicatori dell’autometro monitorano i segni vitali del motore, e un volante Grant GT aiuta Scott a puntare il suo missile cruise arancione.

Quindi, si tratta di un autotrasportatore di pezzi di ricambio o di un veicolo ad alte prestazioni? Ovviamente, i giorni di questo D100 di traino di blocchi motore unti sono finiti, ma ha fatto il suo tempo senza alcuna lamentela. Una volta era anche molto più veloce di adesso, ma anche in questo caso ha fatto il suo tempo. Ora Scott si diverte semplicemente a navigare con suo padre e suo figlio, dimostrando ancora una volta che l’hobby del Mopar riunisce le famiglie, e cosa potrebbe essere più importante di questo.

Fatti in frettaTitolare: Scott Kiger, Nashville, North Carolina Corpo: ’79 Dodge D100Colore: Tangelo Pearl

Motore: 340ci LA4.04 pollici alesaggio Stock 3,31 corsa in acciaio a manovellaRoss 9,5:1 PistonsComp Camme idrauliche a camma piatta, durata 244 gradi @ .050 pollici di sollevamento, .501 pollici di sollevamentoChrysler ferro “J” testate cilindri in fusione, vaschette miste, sedi temprate Edelbrock Performer collettore di aspirazione Edelbrock, 650-cfm Holley carburatore Holley

Trasmissione: 727 Torqueflite automatico, convertitore di coppia di stallo ATI 3.200

Rearend: 831/44 con ingranaggi 4,56, Assali Strange

Ruote/gomme: Anteriore: Weld Drag Stars 15×5.5 con Mickey Thompson davanti; Posteriore: Weld DragStars 15×14 con Mickey Thompson 31×18,5×15 Sportsman Pro

Articolo molto interessante
1968 Chevy Longbed - Island Cruiser

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2005\03\mopp-0503-01-ps-1979-dodge-d100-drivers-side-front-fender-view.jpg

Lascia un commento