1981 Chevrolet Corvette – Junkyard Crawl

Plastica Frag-Tastic

Vedi tutte e 5 le fotoSteve MagnantewriterMay 22, 2009

Trovare una Corvette nello sfasciacarrozze è un evento raro, perché ogni singolo gingillo ha un valore superiore alla media sulla scena delle parti usate: nulla va sprecato. Inoltre, la loro carrozzeria in plastica limita il valore massimo di scarto, perché oltre il telaio non c’è molto materiale ferroso a bordo. Incontriamo quindi solo la seconda Corvette mai vista nella Junkyard Crawl. È un modello dell’81 che abbiamo scoperto alla Desert Valley Auto Parts di Phoenix (dvap.com; 800/905-8024). Il suo stato di spogliazione fa pensare che sia caduto in preda all’equipaggio dalla fornitura di auto a mezzanotte, una minaccia perpetua per le Corvette di tutto il mondo. La fama ha il suo prezzo.

Vedi tutte e 5 le foto

Scavare le fiamme supergroovy candy-blu applicate sopra la vernice Silver Metallic stock. Il 1981 è stato il primo anno in cui le Corvette sono state costruite contemporaneamente in più di uno stabilimento di assemblaggio. Le auto costruite sulla tradizionale linea di St. Louis (dove tutte le Corvette erano state costruite dal 1954) hanno i VIN con la lettera S in 11a posizione, mentre le auto costruite nella fabbrica di Bowling Green appena completata portano la n. 5 nello stesso punto. Le auto Bowling Green indossavano una finitura basecoat/clearcoat, mentre le auto di St. Louis – come la nostra vittima – avevano una vernice laccata della vecchia scuola. Questa è una delle 2.590 auto laccate Silver Metallic costruite a St. Louis; altre 3.369 Silver Metallic a due stadi sono state prodotte da Bowling Green. Un totale di 40.606 Corvette sono state assemblate in entrambi gli stabilimenti nel 1981.

Articolo molto interessante
Lamborghini Eurosex 1000 - Lambo Rises Again

Vedi tutte e 5 le foto

Nonostante i coperchi delle valvole al magnesio di serie, nessuno sentirà la mancanza della L81 350, l’unica e sola Corvette del 1981. Dotata del nuovo sistema di controllo computerizzato a 50 stati (fornito solo alle vetture dirette in California nel 1980) per regolare automaticamente la fasatura dell’accensione e la miscela A/F, la L81 ha sputato fuori una magra potenza di 190 CV. Abbracciate e baciate la successiva ZR1 da 638 CV che vedete.

Vedi tutte e 5 le foto

I freni a disco a quattro pistoncini della Corvette C3 Corvette erano un tempo la roba dei sogni delle supercar. Oggi, le loro pesanti pinze in ghisa e i piccoli rotori sembrano agricoli rispetto alle pinze a sei pistoncini in alluminio e ai massicci dischi forniti sulle moderne Vette.

Vedi tutte e 5 le foto

Riffing sulla classica coupé Sting Ray coupé Sting Ray del ’63, la fredda retroilluminazione in vetro curvato è arrivata nel 1978 ed è stata utilizzata su tutte le Corvette coupé fino alla fine della produzione C3 nel 1982. Aggiunse molto spazio di carico, ma il taglio dei costi significò che non fu dotata di cerniere per l’accesso agli interni fino al 1982, e poi solo sul portellone Collector Edition a produzione limitata (6.759 esemplari costruiti).

Groovy Factoids *’81 è stata l’ultima Corvette ad avere un’opzione di trasmissione manuale fino all’arrivo della C4 completamente riprogettata nel 1984.

Articolo molto interessante
Stormer

*’80 Corvette vendute in California erano equipaggiate con il debole suck LG4 305-cube small-block, che ha fatto 180 CV. Al resto del paese è stata offerta la L48 350 standard da 190 CV o la L82 350 opzionale da 230 CV.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20095ccrp-0906-pl-1981-chevrolet-corvette-front-view.jpg

Lascia un commento