1983 NASCAR Winston Cup Recap

PAGINA SUCCESSIVA

Nella prima parte della campagna NASCAR Winston Cup del 1983, la NASCAR ha iniziato a dare un giro di vite alle squadre che andavano oltre le regole. All’inizio della stagione, oggetti proibiti, come lattine di carburante illegali, celle a combustibile non approvate e altre ingegnose “modifiche” sono state confiscate dai funzionari della NASCAR.

Ma le minacce non sono riuscite a limitare l’immaginazione dei migliori meccanici dello sport. Nel corso della stagione sono state rilevate e confiscate diverse violazioni. La polemica si è scatenata in ottobre, quando il sette volte campione Richard Petty ha vinto la Miller High Life 500, ma poi è stato scoperto che utilizzava pneumatici illegali e un motore troppo grande. Lo scandalo ha distrutto il rapporto decennale di Petty con la Petty Enterprises, e lo ha perseguitato a lungo.

L’articolo seguente segue questi eventi e gli altri momenti salienti della stagione, fornisce la classifica finale della stagione 1983, e fornisce anche molte immagini.

20 febbraio 1983: Daytona 500

Cale Yarborough spinge la sua Pontiac intorno a Buddy Baker nel giro finale per vincere la sua terza Daytona 500. Yarborough era in una macchina di riserva dopo l’incidente della sua Chevrolet in qualifica. Cale ha superato la barriera dei 200 km/h nel suo primo giro di qualifica, ma si è ribaltato e ha distrutto la macchina nel secondo giro.

Galleria immagini NASCAR
Cale Yarborough's Chevrolet spirals in air after bouncing off the wall during qualifications for the Feb. 20, 1983 Daytona 500.

Le spirali Chevrolet di Cale Yarborough attraversano l’aria dopo aver rimbalzato sul muro durante le qualificazioni per la Daytona 500 del 20 febbraio. Yarborough è stato il primo pilota a superare ufficialmente la barriera dei 200 km/h a Daytona, a 200.550 mph. Al secondo giro di qualificazione, Cale ha perso il controllo e ha demolito la sua vettura. Le regole della NASCAR all’epoca specificavano che la vettura guadagnava una posizione in qualifica, non il pilota. Così, quando la macchina è stata ritirata, la velocità della pole è stata rimossa dai libri dei record.

Vedi altre immagini della NASCAR.

13 marzo 1983: Carolina 500

Richard Petty conclude una striscia senza vento di 43 gare e stronca Bill Elliott con un paraurti nella Carolina 500 a Rockingham. Il trionfo è il 196° della carriera di Petty.

10 aprile 1983: TranSouth 500

Harry Gant supera un vacillante Darrell Waltrip a due giri dalla fine e vince la TranSouth 500 a Darlington Raceway. Waltrip tiene duro per il secondo posto mentre la sua Chevrolet rutta fumo durante gli ultimi giri.

Neil Bonnett leads a pack of challengers in the early stages of the March 13, 1983 Carolina 500

Neil Bonnett guida un gruppo di sfidanti, tra cui Lake Speed, Darrell Waltrip e Mark Martin, nelle prime fasi della Warner W. Hodgdon Carolina 500 del 13 marzo al North Carolina Motor Speedway di Rockingham. Bonnett ha guidato la Chevrolet #75 RahMoc nel 1983 con la sponsorizzazione dello sportivo californiano Warner W. Hodgdon. Bonnett vinse due gare e finì sesto nella classifica a punti del campionato.

1 maggio 1983: Winston 500

Richard Petty ficca il naso a Benny Parsons e Lake Speed in un finale a tre per conquistare la Winston 500 a Talladega. La Pontiac di Phil Parsons si lancia una dozzina di volte in un incidente di 72 giri che coinvolge 11 vetture.

15 maggio 1983: Mason-Dixon 500

Bobby Allison prende il comando a punti con una stretta vittoria su Darrell Waltrip nella Mason-Dixon 500 a Dover Downs International Speedway. La gara finisce sotto la bandiera gialla mentre un acquazzone torrenziale colpisce l’ovale di un chilometro e mezzo.

5 giugno 1983

Ricky Rudd guida la sua Chevrolet di Richard Childress alla vittoria nella gara di 400 km della Riverside International Raceway. È il primo trionfo nazionale della NASCAR Winston Cup Grand National per il duo Rudd/Childress.

 Darrell Waltrip takes the low groove as Richard Petty rides high during the 1983 Marty Robbins 420.

Darrell Waltrip prende il solco basso mentre Richard Petty cavalca la linea alta durante il 7 maggio Marty Robbins 420 al Fairgrounds Raceway di Nashville. La gara è stata nominata per onorare il cantante country e pilota della NASCAR Marty Robbins. Waltrip ha messo una leccata sul campo, conducendo per tutti i giri tranne 38. Dopo la gara, il secondo classificato Bobby Allison ha detto: “Darrell ha troppo di qualcosa. Nessuno può batterlo sulle piste brevi con quel set up. Molti di noi vorrebbero sapere cos’è che ha”.

4 luglio 1983: Petardo 400

Buddy Baker passa in testa e vince il Firecracker 400 a Daytona quando Terry Labonte finisce il carburante a due giri dal traguardo. E’ la 19° vittoria della NASCAR Winston Cup Grand National di Baker in carriera e la sua prima con il team Wood Brothers.

16 luglio 1983: Nashville 420

Dale Earnhardt guida la sua Ford alla vittoria nella Nashville 420 per la sua prima vittoria su pista corta in tre anni. Earnhardt supera Darrell Waltrip di più di un mezzo giro per segnare la sua ottava vittoria in carriera.

 Dale Earnhardt drove Bud Moore's sleek #15 Wrangler Ford to a pair of victories in 1983.

Dale Earnhardt ha portato l’elegante Ford Wrangler #15 di Bud Moore a un paio di vittorie nel 1983, tra cui la Talladega 500 del 31 luglio. Earnhardt si è piazzato ottavo nella classifica finale NASCAR Winston Cup Grand National a punti, poiché 13 DNF gli hanno impedito di sfidarsi per il campionato. Earnhardt ha guidato per Moore per due stagioni, poi si è ricongiunto con Richard Childress nel 1984.

31 luglio 1983: Talladega 500

Dale Earnhardt supera Darrell Waltrip e segna una drammatica vittoria all’ultimo giro nella Talladega 500. Waltrip finisce secondo con Tim Richmond che torna a casa terzo.

5 settembre 1983: Southern 500

Bobby Allison resiste a 97 gradi di calore e vince la Southern 500 a Darlington per la sua quarta vittoria nella classica del Labor Day. Bill Elliott arriva secondo per l’ottava volta in carriera.

9 ottobre 1983: Miller High Life 500

Richard Petty ottiene una controversa vittoria nella Miller High Life 500 di Charlotte. Petty conduce gli ultimi 23 giri per la sua 198esima vittoria alla NASCAR Winston Cup Grand National, ma la sua squadra è multata di 35.000 dollari e ha totalizzato 104 punti a seguito di un’ispezione post gara. Gli ufficiali della NASCAR scoprono pneumatici illegali sulla Pontiac di Petty e un motore sovradimensionato.

Number 22 Bobby Allison and #21 Buddy Baker hook up in a tight draft during the June 19 Gabriel 400.

Il numero 22 Bobby Allison e il numero 21 Buddy Baker si sono agganciati in una stretta spiraglio durante il 19 giugno Gabriel 400 al Michigan International Speedway. Allison è arrivato secondo, mentre Baker si è piazzato settimo. Baker assunse il controllo della Ford dei fratelli Wood Brothers nel 1983 e riuscì a segnare una vittoria durante la campagna. Allison ha ottenuto sei vittorie nella DiGard Racing Buick.

18 novembre 1983

Richard Petty annuncia che lascerà la Petty Enterprises alla fine della stagione 1983 dopo 26 anni. L’annuncio di Petty arriva sulla scia della controversa gara di Charlotte, nota come “Pettygate”.

20 novembre 1983

Bill Elliott ottiene la sua prima vittoria in carriera nel finale di stagione a Riverside. Elliott passa Benny Parsons a cinque giri dalla fine per sigillare la vittoria. Bobby Allison finisce nono e conclude il suo primo campionato nazionale di NASCAR Winston Cup Grand National.

Per vedere la classifica finale della stagione 1983 della NASCAR Winston Cup, vai alla pagina successiva.
Per maggiori informazioni su tutto ciò che riguarda la NASCAR, vedere:

  • Home Page di NASCAR
  • Ricapitolazioni stagionali NASCAR
  • Tracce NASCAR
  • Risultati NASCAR
  • Driver NASCAR
  • Come funzionano le auto da corsa NASCAR
  • Come funziona la Daytona 500

Lascia un commento