1987 Pontiac Firebird Trans Am GTA

The 1987 Firebird Trans Am GTA had a slew of styling changes. See more sports car pictures. La Firebird Trans Am GTA del 1987 ha avuto una serie di cambiamenti di stile. Vedere più immagini di auto sportive . ©2007 Publications International, Ltd.

Gli appassionati delle alte prestazioni hanno guadagnato una nuova scelta: una resa bestiale, se non addirittura brutta, della Trans Am di lunga vita. Oltre a questi elementi di aspetto come uno spoiler rivisto e gonne rocker, l’opzione GTA da 2.700 dollari includeva il più grande V-8 che si trova sotto i cofani Firebird da anni: 350-cid (5,7-litro), prelevato dalla Corvette, con iniezione tuned-port.

Galleria di immagini di auto sportive

Con una potenza nominale di 210 cavalli a 4.000 giri/min, il 5,7 ha fornito alle ruote posteriori una coppia impressionante di 315 libbre-piedi. Il motore ha ricevuto un radiatore dell’olio per alleviare la sua forte sollecitazione, mentre il conducente è scivolato in un sedile completamente articolato per alleviare il dolore nei lunghi viaggi. Incluso anche questo: Pneumatici P245/50VR16 su ruote a raggi diamantati dorati (a croce), il pacchetto di prestazioni WS6 e freni a disco per quattro ruote.

Offerto solo con l’automatico a quattro velocità, il motore da 5,7 litri era disponibile anche nelle normali Trans Ams e nella Formula Firebird-un pacchetto di opzioni rivisitato in questa stagione. Al prezzo di $1.070, l’opzione Formula per la base Firebirds altrimenti incluso il V-8 carburati, P245/50VR 16 pneumatici, sospensioni sportive e spoiler posteriore. L’elezione del grande V-8 ha aggiunto 1.045 dollari al prezzo della Formula o della Trans Am, inclusi i freni automatici e i freni a disco.

Articolo molto interessante
1988 Corvette

Il propulsore standard Trans Am era costituito da un V-8 a quattro cilindri da 5,0 litri a cinque velocità da 165 CV. Di nuovo opzionale: la versione TPI, ora disponibile con cambio manuale o automatico.

Ovviamente, le prestazioni stavano guadagnando una posizione più forte, segnalata dall’abbandono dei motori a quattro cilindri per i Firebirds, e la scomparsa della serie S/E. Certo, le enormi decalcomanie sul cofano erano sparite; ma una vera macchina dalle prestazioni reali non aveva bisogno di immagini impertinenti per dimostrare la sua bravura.

Se volete saperne di più su muscle car e Firebirds, date un’occhiata a queste pagine:

  • Recensioni di Firebird secondo la Guida per il consumatore
  • Muscle Cars

Lascia un commento