1988 Corvette

Galleria immagini auto d’epoca

.

Sì.
1988 Corvette

La Corvette del 1988 presentava importanti aggiornamenti del motore e del telaio. Scoprite le grandi novità di questa classica Corvette del 35° anniversario. Vedi altre immagini di auto d’epoca.

Per l’anno del 35° anniversario della Corvette, la Corvette del 1988 è stata nuovamente sottoposta a importanti aggiornamenti del motore e del telaio. Le testate dei cilindri più libere e l’albero a camme riprofilato hanno dato alla L98 small-block altri cinque cavalli – ora fino a 245 CV, anche se la coppia è rimasta invariata. I pacchetti di sospensioni Z51 e Z52 includevano ora ruote da 17 pollici; si trattava di cerchioni “Cuisinart” 17 X 9,5 “Cuisinart” di nuova concezione che indossavano enormi GT Goodyear Eagle P275/40ZR-17. Gli appassionati hanno subito notato la velocità “Z” delle gomme, che indicava che erano buone per una corsa sostenuta a oltre 149 miglia orarie. Il nuovo stile delle ruote è stato applicato anche ai cerchi standard da 16 x 8,5 pollici, che sono stati anch’essi aggiornati alla gomma con classificazione Z di 255 mm di sezione.

Per sfruttare al meglio i nuovi pneumatici più performanti e per un migliore controllo direzionale negli arresti bruschi, la geometria delle sospensioni anteriori è stata rielaborata per incorporare “raggio di sterzata zero”. Questo significa un asse di sterzo che interseca la strada al centro esatto della zona di contatto del pneumatico, piuttosto che fuori bordo (raggio di sterzata positivo), come sulle Corvette precedenti, o dentro di esso (raggio di sterzata negativo) come su alcune auto europee.

Articolo molto interessante
Concetto Mazda Furai

Anche le sospensioni posteriori sono state riviste, con un’escursione in estensione leggermente maggiore e una campanatura ridotta per una migliore stabilità in rettilineo e in frenata. Anche i freni sono stati rinforzati, guadagnando pinze anteriori a due pistoncini, rotori più spessi tutto intorno, e un freno a mano integrale con i dischi posteriori (sostituendo i precedenti piccoli freni a tamburo separati).

Come la Porsche 928 dell’epoca, la C4 aveva sempre avuto il freno a mano estraibile montato all’esterno del sedile del guidatore, con una leva che poteva essere ribaltata dopo l’aggancio per non interferire con l’ingresso/uscita. Questo è stato mantenuto per il 1988, ma il gruppo è stato spostato un po’ più in basso e più indietro per essere un po’ meno invadente. Inoltre, gli estrattori d’aria interni nei coupé sono stati modificati per aumentare la portata come miglioramento del sistema di controllo del clima, che ora è stato offerto con il controllo automatico della temperatura extra-costoso che è stato introdotto gradualmente verso la fine della produzione del 1987.

Con una produzione totale di Corvette vicina alle 900.000 unità vendute nell’arco di 35 anni, era giunto il momento di celebrare un altro anniversario con una Corvette in edizione speciale. Ricordando il debutto Waldorf dell’originale Motorama del ’53, l’auto dell’anniversario si inchinò al New York Auto Show il 1° aprile 1988, con una produzione annunciata di sole 2.000 unità (in realtà, ne furono vendute 2.050). Offerta solo come coupé, l’edizione del 35° Anniversario – ufficialmente, il pacchetto di opzioni Z01 da 4.795 dollari – offriva una carrozzeria inferiore di colore bianco brillante (comprese le maniglie delle portiere abbinate ai colori, gli specchietti, le modanature della carrozzeria e le ruote da 17 pollici) valorizzate da un cerchio nero sul tetto e da un pannello del tetto in acrilico nero trasparente. Sopra le “branchie” del parafango anteriore sono apparsi dei distintivi commemorativi speciali, e come ricamo sugli schienali in un interno tutto bianco rivestito di pelle. Tra le altre caratteristiche standard vi erano i doppi sedili sportivi a sei vie, il climatizzatore automatico, il sistema audio GM-Delco/Bose e gli specchietti retrovisori riscaldati.

Articolo molto interessante
1952 Henry J Vangabond

Mentre la vettura del 35° Anniversario è stata un svenduto, non è stato sufficiente a risollevare le sorti della Corvette presso le concessionarie. Il calo delle vendite continuò per il 1988, con una produzione che scese a poco meno di 23.000 unità, il più basso totale di modelli annui dal 1972.

Nel frattempo, la C4 continuava a portare avanti i modi vincenti della Corvette in pista – è stata l’imbattuta campionessa di classe in SCCA Showroom Stock racing per tre anni consecutivi. Per la serie SCCA Corvette Challenge del 1998 sono state costruite 56 vetture stradali. I motori di serie provenivano dallo stabilimento CPC di Flint, Michigan, e venivano spediti a Bowling Green per l’installazione, e le auto venivano poi trasportate a Wixom, Michigan, per le gabbie a rulli e altre modifiche da corsa. Nel corso dell’anno, la Chevy avrebbe sostituito la maggior parte dei motori, sostituendoli però con motori con una potenza più equilibrata.

Scopri le altre Corvette di questa generazione:
1984 Corvette 1985 Corvette 1985 Corvette 1986 Corvette 1987 Corvette 1988 Corvette 1989 Corvette 1990 Corvette 1991 Corvette 1992 Corvette 1993 Corvette 1994 Corvette 1995 Corvette 1996 Corvette

Cerchi altre informazioni su Corvette e altre auto? Vedi:

  • Corvette: Imparare la storia di ogni anno di modelli e vedere le fotografie delle Corvette.
  • Specifiche della Corvette: Ottenere le specifiche chiave, i tipi di motore e di trasmissione, i prezzi e i totali di produzione.
  • Museo della Corvetta: Il Museo Nazionale della Corvetta attira gli amanti della Corvetta da tutto il mondo. Per saperne di più sul museo.
  • Corvette Pictures: Trova le immagini delle Corvette più calde del classico e dell’anno in corso.
  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Consumer Guide Corvette Recensioni: Stai pensando di acquistare una Corvette? Vedi cosa ha da dire la Guida per il consumatore.

Lascia un commento