2008 Dodge Challenger SRT8 – Saltare la Challenger

Aggiungiamo alla nuova Dodge Challenger una manciata di parti facili e veloci da montare e la mettiamo quasi in 12.

Vedi tutte le 12 fotoRob KinnanwriterThe Hot Rod StaffphotographerAug 5, 2008

L’attesa per l’uscita della Dodge Challenger del ’08 è stata lunga non solo per i fan di Mopar, ma per tutti i fanatici delle auto. Siamo stati presi in giro con la concept car due anni e mezzo fa al North American International Auto Show di Detroit (per coincidenza, lo stesso salone in cui abbiamo visto per la prima volta la nuova concept Camaro), e negli ultimi 30 mesi, persone selezionate sono riuscite a guidare la concept car, sono stati visti scatti di spionaggio e le voci degli addetti ai lavori si sono moltiplicate. Infine, ci è stato permesso di vedere il vero affare e di rivelarlo quattro mesi fa, nel numero di aprile 2008. Ma quella era l’auto da esposizione diretta al Chicago Auto Show, e ci è stato a malapena permesso di toccarla. L’auto che vedete qui è una Challenger di produzione vera e propria, e la gente della Chrysler è stata così sciocca da lasciarcela avere, senza supervisione, per un’intera settimana. Yee-haw!

Il risultato finale è stato un aumento di 25 CV e 26 libbre di piedi alle ruote posteriori e un tempo di 8,33 miglia all’ottavo miglio a 85,74 miglia all’ora. L’unica pista disponibile durante il periodo in cui abbiamo avuto la macchina era l’ottavo miglio di Irwindale Raceway, quindi fornire un legittimo quarto di miglio e.t. e la velocità è incerto, ma utilizzando il fattore di correzione standard da ottavo a quarto, che si traduce in un 13,07 a 108,88 mph. (Volevamo un passaggio corretto di 12 secondi, ma non è successo in questo giorno). La Chrysler dichiara un basso stock di 13s, quindi mi sembra giusto.

Articolo molto interessante
Tutti i gas--No bottiglia: 582ci 1969 Camaro da Drag Week 2013

Vedi tutte le 12 foto

Guidare l’auto è stata un’esperienza molto piacevole, anche se, essendo stata la prima ad arrivare sulle strade della California del Sud, ci siamo trovati più spesso ad una fermata per mostrarla alla gente che a guidarla. Un tizio su una nuova Charger con una 22s si è letteralmente spaccato la testa mentre passavamo, ha girato la macchina e ci ha inseguito per qualche isolato. Ci siamo sentiti obbligati a mostrare la macchina. Di certo non è stato l’unico caso in cui è successo.

All’interno, la Challenger si sente più o meno come gli altri modelli SRT8 (300C, Charger, e l’ormai defunto Magnum), anche se alcuni degli accessori sono specifici per le due porte. La console centrale e i pannelli delle portiere sono stati appositamente sagomati per assomigliare alla Challenger originale, e i sedili in pelle e similpelle sono comodi e di supporto. Trattandosi di una coupé, non c’è tanto spazio per i sedili posteriori quanto per gli altri modelli, ma è sufficiente per un 6 piedi, e lo spazio per la testa è migliore di qualsiasi cosa abbiamo visto in una musclecar a due porte, compresa la nuova Mustang. Anche i sedili posteriori si ripiegano per fare più spazio nel già enorme bagagliaio, e questo è l’unico aspetto negativo che abbiamo visto all’auto; con il sedile abbassato, il poggiatesta posteriore si infila nello schienale del sedile anteriore, impedendogli di reclinarsi quanto avremmo voluto.

Articolo molto interessante
NMCA NOS Hot Rod e Muscle Car Nationals - Bowling Us Over

Anche la guida è simile alla SRT8, 300C e Charger. Le impressioni sulle prestazioni del sedile dei pantaloni non sono molto diverse da quelle di entrambe le auto (anche se non le abbiamo avute tutte e tre insieme per un confronto), ma la messa a punto delle sospensioni della Challenger è configurata tra queste due auto; più morbida della Charger e più rigida della 300C. Sulla pista di Willow Springs Raceway (durante il debutto per la stampa), la Challenger si è sentita grande come dovrebbero essere le sue 4.100 sterline, ma è stata abbastanza neutra e non ha spinto quasi quanto la nostra esperienza con una Charger simile. E’ stato molto divertente da lanciare, anche se sono sicuro che sarà molto più divertente l’anno prossimo quando uscirà la versione manuale a sei velocità. Come riportato nel numero di aprile, l’unico trans disponibile per il primo anno è il Mercedes-sourced cinque marce automatico, ma il Tremec T-606060 sei marce sarà disponibile nei modelli ’09 della SRT8 e RT (5.7L) Challenger.

Tutti quelli che hanno guidato questa macchina e tutti quelli che l’hanno vista hanno risposto positivamente, così la Chrysler ha fatto un home run con la nuova Challenger. L’intera corsa del 2008 sarà in versione SRT8. Il prezzo dell’adesivo sulla nostra è stato di 39.000 dollari e spiccioli, ma i concessionari faranno a pezzi quelli che dovranno avere la prima sul blocco. Il nostro consiglio è di lasciar morire la frenesia d’acquisto del primo anno di modelli e comprare un ’09. Avrà una sei marce e si venderà a un prezzo molto più vicino a quello dell’adesivo.

Articolo molto interessante
1929 Ford Highboy - Mister Roadster

Indipendentemente da quanto si paga, questa è una macchina sexy.

Vedi tutte le 12 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20088hrdp-0808-01-pl-2008-dodge-challenger-srt8-launch.jpg

Lascia un commento