2009 Mooneyes Yokohama Yokohama Hot Rod & Custom Show – Penso che sto diventando giapponese!

18° edizione del Mooneyes Yokohama Hot Rod & Custom Show annuale

Vedi tutte le 10 fotoGrant PetersonwriterMaggio 1, 2010

Conosco personalmente lo spettacolo da più di dieci anni, ma non ho mai conosciuto molte persone che l’hanno fatto, anche più volte. L’anno scorso ho avuto l’opportunità di partecipare alla 18° edizione dell’HRCS, a patto di aver girato per il biglietto aereo. Ho presto scoperto che si trattava di soldi ben spesi. Per finire, Mooneyes ha sempre avuto un dito sul polso qui negli Stati Uniti e nello specifico nella California del Sud, dove Mooneyes ha ancora la sua sede dopo tutti questi decenni. Invitano gli ospiti del settore motociclistico, che si occupano di hot rod, custom e custom, a far parte dello spettacolo a Yokohama con i loro veicoli che li hanno resi famosi. Si dà il caso che la maggior parte degli ospiti siano amici o almeno conoscenti di qui negli Stati Uniti, il che rende divertente essere a 5.500 miglia di distanza con un gruppo di vostri coetanei, e anche se era la prima volta che ci andavo, anch’io ero in buona compagnia con alcuni amici intimi.

Quello che è finito per essere forse il più ricco di azione dei tre giorni della mia vita fino ad oggi è stata anche un’esperienza che mi ha cambiato la vita: ho 3.000 foto che lo dimostrano! Avevo sentito gli amici raccontare le loro storie di andare in Giappone per lo spettacolo per molto tempo e non c’è modo di trasmettere appieno l’intensità di ogni elemento messo insieme che fa il viaggio. Prima di tutto, il solo fatto di essere in Giappone per la prima volta è sufficiente a farti esplodere la testa! Poi testimoniare come nella cultura americana i giapponesi siano stupefacenti. Devono essere pienamente impegnati a comprare un’auto, un camion o una moto americana e non solo pagare per farsela spedire, ma per legge devono avere un posto dove tenerla. Non possono comprare una vecchia C-10 del ’72 e parcheggiarla per strada come facciamo noi.

Per ulteriori informazioni, compresi i video dello spettacolo, visitate il sito web di Mooneyes all’indirizzo www.mooneyes.com e potete consultare il sito di Mooneyes Japan. Vorrei ringraziare tutto il team di Mooneyes, specialmente Shige, Chico, Goshu e Makoto per aver reso il viaggio indimenticabile!

Vedi tutte le 10 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento