2010 Challenger Sospensione posteriore a quattro collegamenti – Partendo dal retro

La prima parte di questo progetto ’10 Challenger inizia con l’installazione di una nuova sospensione posteriore a quattro bracci

Vedi tutte le 1 fotoDave YoungwriterAug 21, 2012

Qui al Mopar Muscle, ci piace partecipare alle gare di drag racing, e ci piace ancora di più quando vediamo i Mopar in pista che corrono lungo il quarto (o ottavo) miglio. La Chrysler Corporation ha basato gran parte delle sue ricerche sulle dragstrip e sulle piste circolari negli anni ’50, ’60 e ’70, portando a prestazioni storiche e a tecnologie leader del settore come il motore 426 Hemi e il cambio a quattro marce 833. In effetti, i team sostenuti dalla fabbrica hanno dominato le gare di accelerazione durante quest’epoca, e si sono esibiti così bene nelle classi più alte delle gare di accelerazione e delle piste circolari, che sono stati svantaggiati da organismi sanzionatori, alcuni dicono al punto di non essere competitivi. E se da un lato amiamo i classici Mopar che hanno costruito la loro eredità nei circuiti della contea, dall’altro vediamo una tendenza nei circuiti che garantirà ai Mopar di correre ancora per gli anni a venire. Mopar di ultima generazione come la nuova Dodge Charger e la Challenger sono certamente qui per rimanere, e proprio come i proprietari di Mopar classiche, i proprietari di Mopar di ultima generazione non hanno paura di portare le loro auto in pista.

Ci sono davvero un paio di scelte quando si tratta delle ultime offerte della Chrysler Corporation: Puoi amarle o odiarle. Vediamo la nuova Challenger e il nuovo caricabatterie non come sostituti delle auto d’epoca, ma semplicemente come un modo nuovo e diverso di godersi il marchio Mopar. Per questo motivo, abbiamo abbracciato i nuovi veicoli motorizzati Dodge e Chrysler Hemi, e siamo rimasti impressionati dalle prestazioni aggiuntive fornite dalla tecnologia che è di gran lunga superiore a quella utilizzata nei Mopar classici. Non si può negare che i Mopar a trazione posteriore di ultimo modello gireranno intorno ai prodotti Chrysler del passato, grazie ai progressi nella tecnologia delle trasmissioni e delle sospensioni, insieme all’uso di materiali più leggeri come l’alluminio e persino la plastica per risparmiare peso in aree non strutturali di questi veicoli. Poiché siamo impegnati a far progredire le prestazioni di questi nuovi Mopar, e desiderosi di vederne correre di più sulle piste locali, abbiamo deciso di contribuire alla costruzione di una ’10 Dodge Challenger che sarà dedicata al dragstrip.

Articolo molto interessante
Torna all'originale - Restauro del veicolo

Il pilota locale Rick Menditto corre da quando lui e sua sorella Rebecca erano abbastanza grandi da potersi legare ai Junior Dragster costruiti dal padre Fred, un appassionato di Mopar. Infatti, Rick è stato uno dei primi e unici concorrenti a correre la classe Junior Funny Car nel sud-est, e lo ha fatto con un corpo Mopar al suo ingresso. Con ottimi risultati nelle classi Junior di drag racing, Rick ha accumulato un bel po’ di vittorie sia nelle gare sanzionate dall’NHRA che dall’IHRA, e aiuta persino a pagare le spese per il college grazie alle borse di studio che ha guadagnato con le gare di drag racing. Così, quando Fred ci ha detto che stava ricostruendo un ’10 Challenger R/T distrutto e ha pianificato di farne un bracket racer dedicato a Rick per le gare di Rick durante il college e oltre, abbiamo deciso di collaborare con i leader del settore come Indy Cylinder Head, Comp Cams, MSD e Applied Racing Technology per sostenere lo sforzo della famiglia. Anche se si potrebbe pensare che costruire un Challenger ultimo modello e un nuovo motore Hemi in un’auto da corsa competitiva da drag race sarebbe abbastanza facile, in realtà ci sono diversi ostacoli al processo, soprattutto per quanto riguarda le sospensioni posteriori del nuovo Challenger.

Uno dei progressi compiuti dalla Chrysler Corporation quando ha progettato i nuovi veicoli a piattaforma LX è stato quello di includere le sospensioni posteriori indipendenti in queste vetture. Anche se le sospensioni posteriori indipendenti aiutano sicuramente le caratteristiche di guida in curva e su strada della nuova Challenger, non sono la scelta ideale per un’applicazione di drag racing. Dal momento che il modello Challenger ’10 su cui stiamo lavorando è stato distrutto da un incidente di ribaltamento, aveva bisogno di un sacco di carrozzeria e non eravamo sicuri che le sospensioni posteriori di fabbrica fossero ancora posizionate correttamente. Così, mentre smontavamo l’auto da ricostruire, abbiamo deciso di abbandonare le sospensioni indipendenti di fabbrica e di installare una sospensione a quattro longheroni più orientata alle competizioni, con un alloggiamento del differenziale fabbricato, e ammortizzatori Strange Single-Regolabili con molle da 170 libbre. Dato che non sapremo quanto peso ci sia sul retro di questa vettura fino a quando non la completeremo e la metteremo sulla bilancia, le molle da 170 libbre sono un punto di partenza e possono essere cambiate se il peso posteriore dell’auto è inferiore alle nostre previsioni di 1.400 libbre.

Articolo molto interessante
1970 Dodge Super Bee Restoration Parte 4 - Twist And Shake No More

La sospensione posteriore a quattro leveraggi, come suggerisce il nome, utilizza due barre superiori e due inferiori (quattro “leveraggi”) per individuare l’alloggiamento del differenziale posteriore nell’auto. Questo stile di sospensione posteriore non solo offre molteplici regolazioni per garantire che le gomme posteriori siano piantate per il lancio e lungo tutta la pista, ma è leggero, forte e molto meno complicato della sospensione indipendente di fabbrica con cui la vettura è stata fornita. Ci sono delle sospensioni a quattro longheroni prefabbricate “a saldare” disponibili da diverse fonti aftermarket, ma per la nostra applicazione, abbiamo deciso di acquistare tutti i componenti separatamente da Applied Racing Technology. Il negozio locale di telai Steve Miller Fabrications stava già costruendo un rollcage in metallo cromato per l’auto, così abbiamo deciso di far costruire loro la sospensione posteriore su misura anche per la nostra Challenger. Poiché la Challenger è già abbastanza pesante, abbiamo optato per l’utilizzo di tubi in metallo cromato per il telaio posteriore, al fine di mantenere il peso della Challenger al minimo.

Iniziando la nostra costruzione nella parte posteriore dell’auto, possiamo garantire che il nostro telaio sia quadrato e dritto e che gestirà la potenza di una Hemi da 426 pollici, modello tardivo, che costruiremo con l’aiuto di Indy Cylinder Head. Naturalmente, non saremo in grado di regolare correttamente le sospensioni fino a quando l’auto non sarà completa e l’abbiamo avuta sulla bilancia a quattro ruote, e dovrà essere messa a punto anche la pista. Una volta completata l’auto, vi mostreremo come impostare i pesi in curva, determinare dove sarà il “centro istantaneo” dell’auto, e come far sì che l’auto si lanci dritta anche con le ruote anteriori in aria. Sarà un esperimento divertente e non vediamo l’ora di vedere la campagna di Rick Menditto, una delle uniche auto a staffa Challenger di ultima generazione che conosciamo.

Articolo molto interessante
1964 Dodge Polara Project NSS - Connettori per sottotelaio

Mettere insieme una Challenger come questa è un’operazione equa, e condivideremo ogni aspetto del processo, comprese le sospensioni anteriori, il motore e la trasmissione, nei prossimi numeri di Mopar Muscle. Vi mostreremo anche alcuni modi creativi in cui abbiamo alleggerito la nostra ’10 Challenger. Il nostro obiettivo è quello di far debuttare l’auto ai Mopar Nationals 2012 a Columbus, Ohio, quindi assicuratevi di fermarvi a dare un’occhiata all’auto e salutarci quando ci vedrete lì. Nel frattempo, seguiteci mentre sostituiamo le sospensioni posteriori indipendenti del nostro Challenger con una quattro-link a trazione integrale di Applied Racing Technology.

Prezzo Tag

Parte Costo Molle della bobina posteriore$38,95 ciascunoScosse regolabili$159,95 ciascunoScosse regolabili$159,95 ciascunoSospensione kit di sospensione a quattro collegamenti$649,95Custodia differenziale in metallo cromato$775,00Laborvari per shopMostra tutto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento