2013 AMSOIL/Mopar Muscle Muscle Dyno Showdown

I numeri non mentono – 26 Concorrenti fanno grande potenza ai Mopar Nationals

Vedi tutte le 9 fotoDave YoungwriterJan 22, 2014

Adoriamo il nostro viaggio annuale ai Nationals at National Trail Raceway in Ohio, e negli ultimi due anni abbiamo avuto un motivo ancora più grande per non vedere l’ora di fare questo viaggio, dato che abbiamo ospitato l’AMSOIL/Mopar Muscle Muscle Dyno Showdown. Quest’anno abbiamo fatto incontrare Jay di HP Mobile Chassis Dyno ai Mopar Nationals, in modo da poter determinare quale fosse il veicolo più potente in ciascuna delle quattro classi del nostro concorso.

Nel mettere insieme le regole per la gara di telai da banco di quest’anno, abbiamo deciso che la gara doveva essere aperta non solo ai costruttori di motori o ai corridori professionisti, ma anche ai lettori medi di Mopar Muscle. Per il Dyno Showdown 2013, abbiamo organizzato due classi per le auto da strada, power adder e non power adder, e abbiamo anche incluso due nuove classi, una per i camion diesel, e una classe Outlaw aperta alle corse e ai veicoli da strada estremi. Nelle classi Power Adder, Non-Power Adder, e Outlaw, il vincitore sarà determinato dal numero di cavalli più alto raggiunto in una delle due classi assegnate. Nella classe dei camion diesel abbiamo usato la coppia per determinare il vincitore, e siamo rimasti sorpresi da alcuni dei numeri pubblicati dai camion Dodge Cummins equipaggiati con diesel.

Chiunque abbia un Mopar è il benvenuto a partecipare al nostro concorso, e il modulo di iscrizione è fornito sia sul nostro sito web, www.moparmuscle.com, sia nella rivista. Una volta che abbiamo avuto a disposizione le candidature, abbiamo scelto una varietà di auto equipaggiate con motori Mopar big-block, small-block e Hemi. Anche i Mopar di ultima generazione sono liberi di gareggiare, e quest’anno abbiamo avuto diversi nuovi Challenger, Viper e persino un camion Ram equipaggiato con Hemi. In questo e nei prossimi numeri di Mopar Muscle, metteremo in evidenza i veicoli che hanno gareggiato nella Showdown in ordine casuale, terminando con i vincitori di ciascuna delle quattro categorie. Vi invitiamo a seguirci, perché questo concorso è un ottimo modo per vedere la potenza che ogni combinazione produce. Inoltre, assicuratevi di partecipare al concorso al banco dell’anno prossimo con il vostro Mopar per partecipare al divertimento, ricevere un po’ di roba gratis, competere per i premi e vedere il vostro veicolo nelle pagine della rivista Mopar Muscle .

Questo è solo il primo articolo che mostra i concorrenti e le loro combinazioni, rimanete sintonizzati per ulteriori informazioni nei prossimi mesi.

Thomas Pedergnana: 1973 Dodge Charger

Vedi tutte le 9 foto

Facendo il drive da Evergreen Park, Illinois, Thomas Pedergnana ha portato la sua Dodge Charger Rallye del ’73 alimentata da un piccolo blocco al nostro showdown. Dotato di un V-8 da 408 pollici con base a Los Angeles, il motore normalmente aspirato del suo Charger è dotato di pistoni Mahle, un albero a gomiti Eagle e aste, e un albero a camme a rulli idraulici Comp. Completato con teste Edelbrock Performer RPM e con compressione 10,3:1, questo caricabatterie funziona alla grande con la pompa del gas e Thomas dice di guidare l’auto ovunque.

Spingendo la potenza attraverso i collettori Hooker, lo scarico da 212 pollici, un 833 a quattro velocità e un 834 posteriore a ingranaggi da 3,55, la Charger color oro ha fatto registrare il miglior tempo di un quarto di miglio in 14,12 secondi a 104 miglia all’ora con pneumatici stradali. Sul telaio Dynojet dyno durante la nostra gara, la Dodge di Thomas ha realizzato quasi 350 cavalli sulle ruote posteriori, e la coppia è arrivata a poco meno di 370 libbre di peso. Oltre ad essere potente, ci piace il fatto che questa Charger sia guidata regolarmente e che abbia fatto il viaggio verso i Mopar Nationals da tre stati su pneumatici propri, non su un rimorchio.

Articolo molto interessante
Bilance a radiofrequenza senza fili Tanner - Quick Tech

Rob Garrison: 1969 Plymouth Road Runner

Come locale di Columbus, Ohio, Rob Garrison ha guidato la sua Road Runner del ’69 fino ai Mopar Nationals per entrare nella nostra classe di strada per le auto senza vipere, ma purtroppo ha dovuto zoppicare la macchina a casa dopo aver incontrato un problema al bilanciere sul banco. Rob possiede la sua Plymouth da più di 11 anni, e si diverte a guidare, mostrare e correre la sua auto. Il grosso blocco della macchina di Rob si sposta di 494 pollici, ed è dotato di pistoni Diamond e di un albero motore Eagle stroker. Con una camma idraulica a rulli e teste cilindri in alluminio Indy con porta CNC, questa combinazione aveva il potenziale per stabilire alcuni numeri impressionanti.

Vedi tutte le 9 foto

Sul banco, era evidente che il motore della Road Runner di Rob non funzionava al meglio. Con una Holley 850 carburatore, testate Hedman, cambio manuale e presa d’aria Indy a doppio piano, questa vettura avrebbe dovuto facilmente far girare i rulli a più di 400 cavalli per le ruote posteriori, eppure ha fatto solo circa 376 cavalli con la sua trazione migliore. Dopo aver effettuato i due tiri, Rob ha rimosso i coperchi delle valvole e ha scoperto almeno due aste di spinta che non azionavano i bilancieri. Nonostante ciò, la Road Runner è tornata a casa con la sua potenza e Rob dice che tornerà l’anno prossimo per pubblicare dei grandi numeri.

Tom Jefferson: 1967 Plymouth Satellite

Vedi tutte le 9 foto

La famiglia Jefferson di Erie, Pennsylvania, era in forze durante la resa dei conti del 2013, e Tom Jefferson è entrato in un bel satellite nero del ’67 nella categoria non power adder del nostro concorso. Anche se la sessione di lancio di Tom è stata interrotta da piogge che sono arrivate venerdì, è riuscito a fare i suoi due tiri richiesti, e ha stabilito alcuni numeri impressionanti. In primo piano nel numero di luglio 2004 di Mopar Muscle, questo satellite è alimentato da un grande blocco da 492 pollici, basato su un Chrysler 400. Sormontato da teste di cilindro in alluminio Edelbrock, una presa Six Pack, e un trio di carboidrati a due barili Holley, Tom ha stimato una potenza di oltre 400 cavalli sulle ruote posteriori.

Con un cambio automatico, un convertitore a 3.000 giri/min. e i Richmond 3.91gears, il grande blocco di questa Plymouth è dotato di collettori rivestiti, marmitte e scarico tti. Il satellite di Tom, che ha ottenuto il miglior tempo di un quarto di miglio in 13 secondi netti, ha registrato il miglior tiro al banco di oltre 376 cavalli. Per un’auto da esposizione che viene guidata regolarmente, questo Satellite è un bell’esempio di Mopar B-Body. Sfortunatamente, non siamo riusciti a ottenere un grafico dyno per la corsa di Tom.

Desideriamo ringraziare gli sponsor e tutti i concorrenti nella nostra seconda edizione annuale di AMSOIL/Mopar Muscle Dyno Showdown, e ci auguriamo di potervi presentare tutti i risultati di quest’anno nei prossimi numeri della rivista Mopar Muscle. Questo concorso è anche un work in progress, quindi vorremmo un contributo da parte dei nostri lettori per qualsiasi cambiamento di regole, classi aggiuntive o copertura che vorrebbero vedere nell’evento del prossimo anno. Ricordate, Mopar Muscle è la vostra rivista, e gli eventi che ospitiamo e sponsorizziamo sono i vostri eventi, quindi assicuratevi di farci sapere cosa ne pensate.

Articolo molto interessante
Leaf Spring Tech

Abbiamo in programma di rendere ancora più facile la candidatura al concorso per il prossimo anno, e invece di scaricare un’applicazione potrete candidarvi direttamente tramite e-mail o il nostro sito web. Inoltre, cercate alcune modifiche alle regole che permetteranno a una più ampia varietà di potenti Mopar di partecipare al nostro concorso. Ci è piaciuto molto vedere tutti ai Mopar Nationals quest’anno, e speriamo di vedervi ai Nats e ad altri eventi a cui parteciperemo l’anno prossimo.

John Bretz: 2010 Dodge Challenger R/T

Vedi tutte le 9 foto

Correre nella nostra classe Non-Power Adder, John Bretz ha portato il suo quasi stock 2010 Dodge Challenger R/T per competere con il campo dei Mopar per lo più classici. Come operaio del ferro in pensione, John ha acquistato questa vettura come pilota giornaliero, e gode della potenza e delle prestazioni della sua Dodge equipaggiata con il suo ultimo modello 5.7 Hemi. Le uniche modifiche alla Challenger di John sono un sistema di aspirazione dell’aria fredda e lo scarico aftermarket Cat-reward.

Come un Mopar ultimo modello con solo 18.000 miglia, abbiamo pensato che sarebbe stato divertente vedere come la Hemi in questa Dodge rispetto ai motori dei classici Mopar nel nostro concorso. Sul dyno del telaio HP Mobile, questa Challenger R/T fondamentalmente a stock ha fatto girare i rulli con una potenza di 332 cavalli e 361 libbre-ft di coppia.

Garret Struck: 1995 Dodge Ram 2500

Vedi tutte le 9 foto

I camion a Ram sono noti per la loro capacità di traino, e molte delle auto portate quest’anno ai Mopar Nationals sono arrivate su rimorchi trainati da camion Dodge diesel di Cummins. Garret Struck di Webster, Florida, usa il suo camion come autista giornaliero, e per trainare la sua auto da traino Duster del ’72 alle corse. Garret ha modificato il suo camion con un convertitore di coppia di Goerend, un cambio automatico ricostruito e un tuner elettronico. Per il resto, questo Cummins a 12 valvole è in stock.

Entrato nella classe Diesel, il camion di Garret sarebbe stato giudicato in base al numero di coppia più alto dei due tiri che avrebbe effettuato sul banco. Legato al Dynojet dyno, questo Dodge Ram del ’95 ha realizzato un robusto 548 libbre di coppia sul suo miglior tiro al banco. Con più di 300.000 miglia sul contachilometri, questo camion è usato regolarmente, ed è stato il veicolo con il chilometraggio più alto della nostra concorrenza.

Lance Baldwin: 1970 Dodge Challenger R/T

Vedi tutte le 9 foto

La Challenger R/T Challenger R/T di Lance Baldwin del ’70 appartiene alla sua famiglia da più di 30 anni, e quando è passata a Lance, ha passato la maggior parte dei tre anni a trasformarla nell’auto vista qui. Lance ha svolto la maggior parte del lavoro in prima persona, insieme a qualche aiuto da parte dei membri della famiglia, tra cui la costruzione del Wedge da 505 pollici che alimenta questa Challenger. All’interno del big-block da 505 pollici, Lance ha installato un albero a gomiti forgiato Eagle, aste Eagle, pistoni forgiati Icon e un albero a camme idraulico a lamelle piatte di Comp Cams. Sormontato da testate di cilindri Edelbrock Performer RPM che egli stesso ha portato e lucidato, questo motore sfoggia un collettore di aspirazione Edelbrock Performer e 800-cfm Mighty Demon carburatore a quattro barili.

Articolo molto interessante
Marzo 2008 Suggerimenti tecnici per i lettori

I collettori TTI e lo scarico da 3 pollici espellono i gas, e la potenza viene trasferita alle ruote posteriori attraverso un TorqueFlite 727 con interni in TCI e un convertitore di stallo in TCI a 3.500 giri/min. Con un tempo migliore di 12,08 secondi nel quarto di miglio, il Challenger di Lance è bello e veloce, cosa che ci si dovrebbe aspettare visto che è un tecnico automobilistico di professione. Sul telaio da banco, questa Challenger ha prodotto quasi 400 cavalli posteriori con una potenza di picco sotto i 5.500 giri/min. La coppia è stata di oltre 400 libbre di potenza, assicurando che questa vettura sia una corsa divertente.

Dave Raver: 1970 Plymouth GTX

Vedi tutte le 9 foto

La GTX del ’70 di Dave è una B-Body di grande effetto, rifinita con una splendida vernice nera con accenti bianchi. Avendo posseduto l’auto per più di 20 anni, il restauro è stato realizzato appena due anni dopo che Dave ha trovato e acquistato la GTX nel 1992. Dave stesso ha restaurato l’interno, e ha costruito la 440 di nuovo a magazzino con l’aggiunta di una camma idraulica di sollevamento .510, testate in alluminio Edelbrock, una presa Edelbrock e un carburatore Demon a quattro barili che aspira l’aria attraverso un cofano Air-Grabber. Lo scarico comprende testate, tubi da 212 pollici e marmitte di scorta, che scaricano in tubi di scarico da 2 pollici.

Passando attraverso un cambio manuale con cambio Hurst e frizione ad alte prestazioni, la potenza va poi alle ruote posteriori attraverso un 834 equipaggiato con 3,91 marce. Girando i rulli sul telaio da banco, la GTX di Dave ha fatto una trazione ottimale di 367 libbre di coppia, e oltre 325 cavalli sulle ruote posteriori. Sono numeri buoni per un motore da 440 pollici, e ringraziamo Dave per aver partecipato alla nostra gara al banco.

Chuck Lee: 1971 Dodge Dart Swinger

Vedi tutte le 9 foto

Entrato nella classe Outlaw, la Dart Swinger del ’71 di Chuck Lee è un’auto da corsa dedicata, e quest’anno ha gareggiato ai Mopar Nationals. Come agricoltore residente nella vicina Shade, Ohio, Chuck gareggia regolarmente con la sua Dart insieme a suo figlio Chad, che ha una Dart del ’67. Chuck ha costruito da solo la .030 pollici su 340, utilizzando un albero a gomiti NASCAR, pistoni forgiati 12.0:1, una camma Comp e teste a “J” con valvole di aspirazione da 2,08 pollici. Le molle a doppia valvola e i bilancieri a rulli azionano le valvole, e il piccolo blocco è alimentato da un’aspirazione Edelbrock e da un carburatore Holley 750 a doppio pompante.

Il 727 è traslato da un cambio Cheetah, e la velocità di stallo è di 4.200 giri al minuto con un convertitore da 8 pollici. Gli assi Moser e le 4,86 marce portano la potenza in pista, dove il Dart ha girato al meglio di 11,7 secondi a 111 mph. Sul banco, le grandi gomme da corsa e un convertitore allentato non aiutano certo i numeri di cavalli della ruota posteriore, ma il dardo a blocco piccolo è riuscito comunque a fare 305 libbre di coppia e più di 307 cavalli.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201412013-dyno-showdown6.jpg

Lascia un commento