2014 All-GM Nationals – All’interno del recinto delle capre

Il 2014 All-GM Nationals celebra il 50° anniversario della GTO e molto altro ancora

Vedi tutte le 12 fotoChristopher R. PhillipwriterDec 25, 2014

All’inizio dell’estate, gli All-GM Nationals 2014 hanno riempito il campus in collina del Carlisle Fairgrounds nella storica Carlisle, in Pennsylvania, con i muscoli e la bellezza della storia del Generale. Quest’anno, per celebrare il 50° anniversario del GTO, i promotori di Carlisle hanno preparato un’offerta speciale per gli ospiti famosi e per il pubblico. Battezzato il Penna della Capra, questo fienile di 130 metri per 40 piedi è stato riempito di GTO di tutti gli anni dei modelli classici: 1964-1974.

In concomitanza con i festeggiamenti, gli ingegneri della Pontiac William “Bill” Collins e Russ Gee, l’ufficio centrale della Chevrolet e Ben Harrison del Product Planning Department della Pontiac, e Milt Schornack, capo meccanico e pilota di drag-car della Royal Pontiac, sono stati sul posto per tutto il fine settimana per ricordare i loro ricordi dell’era delle muscle car, per incontrare i fan e firmare autografi.

Adiacente alla Goat Pen, MCR ha ospitato una tenda con le GTO apparse sulle riviste della nostra casa editrice, tra cui Hot Rod e High Performance Pontiac.

Questa Chevelle SS è stata salvata da un granaio quattro anni fa e ha 28.115 miglia originali

Il fine settimana ha anche ospitato il kickoff party per il Bandit Run 2014, che riunisce i fan di Smokey e del Bandit e le loro Trans Ams per una crociera interstatale con soste panoramiche lungo il percorso. Hanno partecipato più di 150 T/As, due ricostruzioni dello Sceriffo Buford T. Justice Highway Enforcer e un tributo al camion e al rimorchio del Pupazzo di neve.

Di interesse per i lettori di MCR è stato il Solid Lifter Showroom VI: Class of ’69 del fine settimana, che ha presentato sei Chevys ad alte prestazioni dell’iconico model year, tra cui quattro Camaros, una Chevelle e una Nova.

Articolo molto interessante
1971 Dodge Coronet - Carro a quattro velocità

Secondo i numeri, l’All-GM Nationals è stato un gigantesco successo. Un totale di 28.274 partecipanti ha goduto di 1.148 veicoli GM distribuiti su un campo di esposizione di 82 acri sponsorizzato dal National Parts Depot. Da Camaros a Corvette, 4-4-2 a Delta 88, Skylarks a Wildcats, e GTO a Trans Ams, i muscoli GM hanno dominato.

Vedi tutte le 12 foto

Icone GTO

A detta di molti, la Pontiac GTO del ’64 ha dato inizio all’era delle muscle car. Gran parte del merito per la Goat del primo anno va all’assistente capo ingegnere capo della Pontiac, William Collins (qui mostrato), che ha immaginato una Pontiac a due porte a passo corto per competere nella NASCAR. Le sue parole all’ingegnere capo della GM, John Z. DeLorean, “Sai, John, con i supporti del motore che sono gli stessi, potremmo far scivolare una 389 in questa cosa in circa 20 minuti”, hanno cambiato la storia.

Altrettanto famosa è la concours-restored Montero Red ’64 GTO a destra di Collins. E’ il vero e proprio veicolo speciale ordinato dal Padrino della GTO, Jim Wangers, e prestato alla rivista Car and Driver per il suo confronto “[Ferrari] GTO vs. [Pontiac] GTO” nel numero di aprile ’64. Il merito è di aver dato inizio alla mania della GTO. Secondo il restauratore Scott Tiemann di Supercar Specialties, “È l’unica 421 che la fabbrica abbia mai messo in produzione una GTO”. (I lettori di lunga data riconosceranno la GTO rossa di Tenny Fairchild come la nostra auto da copertina dell’agosto ’07 e dalla sua apparizione con Tenny e Jim Wangers nella rubrica “Nota dell’editore del 14 gennaio”).

Vedi tutte le 12 foto

Con il classico stile da muscle car, la potenza di 389ci V-8 e la capacità di crociera drop-top, questa cabriolet GTO è solo uno dei motivi per cui i fan della Pontiac hanno definito il 1965 l’Anno della Tigre.

Articolo molto interessante
2008 Shelby Terlingua - Terlingua Lives!

Vedi tutte le 12 foto

L’anno del modello ’66 è stato un anno di grande successo per la GTO, in quanto è stato venduto più di qualsiasi altro anno di modelli. Questo dolce esempio presenta tutti gli spunti che hanno reso famosa la GTO, tra cui la vernice Tiger Gold, una Tri-power 389, una Muncie M20 a quattro velocità e le ruote Hurst aftermarket.

Vedi tutte le 12 foto

Creata da Dean Jeffries, il costruttore di auto hollywoodiano, la Monkeemobile potrebbe essere la GTO più famosa di tutti i tempi. Questa icona di Hollywood (una delle due costruite) ha accompagnato le Monkeemobile in un tour australiano di un tempo.

La Monkeemobile potrebbe essere la più famosa GTO di tutti i tempi

Vedi tutte le 12 foto

Nel 1967, i militari americani lasciavano le loro GTO a casa mentre andavano a combattere nel Sudest asiatico. Questa è la storia di questa GTO del ’67 restaurata in memoria del capitano dell’Aeronautica Militare degli Stati Uniti John Smallwood, scomparso in azione il 16 giugno 1973.

Vedi tutte le 12 foto

La nostra pubblicazione gemella Motor Trend ha scelto la GTO del ’68 come auto dell’anno. Questo accattivante esempio di drop-top ha lasciato la catena di montaggio in tripla tonalità di blu/teal.

Vedi tutte le 12 foto

Fuori dal Goat Pen, il meccanico e drag racer della Royal Pontiac Milt Schornack ha esposto il Ram Air V ’70 GTO che ha provato sulla Daytona International Speedway all’inizio del 1970. Sintonizzalo per una vittoria, Milt!

Vedi tutte le 12 foto

The Bandit Run, un tributo a Smokey and the Bandit, ha dato il via al suo viaggio in auto nel 2014 all’All-GM Nationals. Alcuni partecipanti sono arrivati in costume e hanno ritratto il Bandito, lo sceriffo Buford T. Justice, o altri personaggi della classica commedia sull’inseguimento in auto. Altri hanno portato le loro Trans Ams e sono venuti per il viaggio e il divertimento.

Articolo molto interessante
MCACN (Muscle Car e Corvette Nationals) Mesmerization

Vedi tutte le 12 foto

Questa Chevelle SS originale del ’70 è stata salvata da un fienile quattro anni fa e ha 28.115 miglia originali sul contachilometri. All’epoca, correva 10,79 a 130 miglia all’ora nella competizione di classe NHRA D/SS, grazie alla trazione a ceppo della Chevelle SS, 450 CV 454 LS6 sostenuta da una Muncie M22 a quattro velocità ravvicinate.

Vedi tutte le 12 foto

Forse avete sentito parlare della Lambrecht Chevy, la concessionaria di Pierce, in Nebraska, che nel 2013 ha messo all’asta la sua flotta di quattro ruote a curvatura a tempo. Tra le gemme che per 50 anni sono state protagoniste della nuova autosalone c’era questa Impala rossa su rossa del ’63 con solo 11 miglia sul contachilometri. Sorprendentemente, questo gioiello del passato di Chevrolet non ha avuto bisogno di un restauro, ma solo di una leggera pulizia.

Vedi tutte le 12 foto

A proposito di una tavolozza di patina! La Camaro RS/SS Camaro del ’67 di Nonna Betty è un bell’esempio di come una muscle car acquistata a Los Angeles sopravvive senza ruggine per quasi 50 anni. Ehi, per favore, non toccate lo sporco. È N.O.S.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\12\2014-all-gm-nationals-50th-gto-anniversary.jpg

Lascia un commento