5 Qualità impressionanti dell’HyperCar

Avviare il conto alla rovescia The Volkswagen L1 concept car is an example of a hypercar design. La concept car Volkswagen L1 è un esempio del design di una hypercar. Miguel Villagran/ Getty Images

Hanno detto che non si poteva fare: Nessuno potrebbe fare un’auto in grado di percorrere 100 miglia (160,9 chilometri) o più con un solo gallone (3,8 litri) di benzina – o raggiungere le prestazioni equivalenti usando qualsiasi altro tipo di carburante.

E se qualcuno riuscisse a costruire un veicolo di questo tipo, certamente sarebbe veloce, agile e degno di un incidente. Ma anche se si dava a tali fantasie automobilistiche il beneficio del dubbio, non c’era proprio modo che un veicolo che riuscisse a realizzare tutto ciò potesse anche essere spazioso. Il comfort avrebbe dovuto essere sacrificato sull’altare dell’efficienza motoristica. O almeno così sembrava una volta.

Pubblicità

Si dà il caso che tutti quei dubbi – tenuti da più di un paio di "esperti"quot; ad un certo punto – si sono rivelati sbagliati. In tutta onestà, data la tecnologia disponibile fino a poco tempo fa, questi argomenti avevano un senso. Ma gli sforzi per ripensare e reingegnerizzare l’automobile negli ultimi due decenni stanno trasformando idee precedentemente fantastiche in idee fattibili.

Amory Lovins, fondatore e capo scienziato del Rocky Mountain Institute (RMI), ha coniato il nome "Hypercar" per descrivere il suo concetto di un veicolo spazioso, simile a un SUV, che offre un sorprendente risparmio di carburante senza fare nessuno dei compromessi che le persone tipicamente attribuiscono alle auto "economy&quot. La visione di Hypercar di RMI'apos;s è entrata per la prima volta nell’arena pubblica negli anni Novanta. Un’azienda, Hypercar Inc., è nata dalla ricerca RMI (oggi Hypercar Inc. si chiama FiberForge) per sviluppare il concetto.

Articolo molto interessante
Qual è lo scopo di un pretensionatore per cinture di sicurezza?

Negli anni successivi, la definizione di "hypercar" si è estesa a qualsiasi veicolo a terra motorizzato estremamente efficiente. Il parametro principale, ma un po’ sciolto, è che il veicolo è in grado di percorrere 100 miglia (160,9 chilometri) o più sull’equivalente energetico di un gallone (3,8 litri) di benzina. Per l’energia elettrica è uguale a 100 miglia (160,9 chilometri) per ogni 33,7 chilowattora di energia. Per metterla in prospettiva, noi'stiamo parlando della quantità di energia che ci vorrebbe per mantenere una lampadina da 100 watt accesa 10 ore al giorno (1-kilowatt, o kWh), per un mese. ( Questo articolo spiega in modo più dettagliato come funzionano i confronti di efficienza tra motori a benzina e motori elettrici).

Allora, cosa c’è da non amare degli ipercars? Noi'apos;siamo duramente impegnati a pensare a molte altre ragioni, oltre a quelle'apos;sono stati così tanto tempo a venire per la gente normale. Nel 2012, era ancora quasi impossibile per una persona con un reddito medio entrare in un autosalone e uscire con le chiavi e la registrazione di un’ipercar stradale. Sì, la Chevy Volt di GM's ha un’efficienza di poco meno di 100 MPGe, ma a 40.000 dollari a copia, si potrebbe dire che è ancora fuori dalla portata della maggior parte degli aspiranti acquirenti di auto.

Tuttavia, possiamo sbavarci sopra… ehm, esaltare le virtù dell’ipercar come idea e come classe emergente di veicoli che sono oggi disponibili – se si hanno i soldi (e in alcuni casi, il know-how tecnico per costruirne uno). In questo articolo noi'esploreremo alcune delle qualità più impressionanti dell’ipercar. Una volta che voi'apos;avete letto l’articolo, ponderate con i vostri pensieri — vale la pena di perseguire l’efficienza dell’ipercar?

Lascia un commento