6° giorno: una Roadster Romp in pieno inverno da Nashville a Los Angeles

Vedi tutti i 1 fotoswpengineWordsJan 20, 2013

Questa è l’ultima puntata del mio viaggio da Nashville; casa di Bill Akin e della sua “Stroker” Roadster, agli scavi di Hot Rod a Los Angeles. Perché? Per avere la Roadster nel nostro stand HOT ROD Homecoming al Grand National Roadster Show la prossima settimana. Cos’è l’Homecoming? È l’evento per il 65° anniversario dell’HOT ROD al Pomona Fairplex dal 23 al 24 marzo. Cos’è la Stroker Roadster? La roadster di Bill Akin è stata presentata in HOT ROD nel dicembre del ’79, ed è stata utilizzata all’evento HOT ROD Supernationals dell’82 dal Grand Marshall Tom “Stroker McGurk” Medley. Chi è? Il primo dipendente della HOT ROD e cartoonist che ha creato tutti quei grandi cartoni animati di Stroker McGurk nella HOT ROD negli anni ’50. A più di 90 anni sarà anche lui all’Homecoming, vivace come sempre!

Giorno 6

Perché i primi 1.700 chilometri sono andati abbastanza bene, non significava che gli ultimi 300 lo avrebbero fatto. Il mio piano era di andare da Kingman, in Arizona, al confine tra Arizona e California, alla diga di Hoover per un’operazione fotografica, poi intorno a Las Vegas e poi a Los Angeles. Mentre percorrevo la Highway 93 in direzione della diga, ho notato del fumo blu che usciva dalla roadster. Non è andata male, ma è stato costante. Più vicino alla diga che ho tirato fuori dalla strada, dovevo sapere cosa fosse. L’olio gocciolava dalla parte anteriore del motore, dal telaio e dalla lunghezza della carrozzeria del lato passeggero. Accidenti. Pensavo che fossero i bulloni della padella che dovevano essere serrati dopo più di 1500 miglia di caldo e freddo. Ho pulito l’auto e l’ho guidata leggermente fino a un negozio di ricambi auto per i rinforzi a Boulder City, la città natale della diga di Hoover. Dopo un’ispezione più attenta ho trovato che i bulloni che tengono i supporti del motore a piastra piana erano allentati. In realtà uno di essi si era rivelato completamente fuori¿ si poteva tirare fuori con le dita. Uno dei due fori è aperto per l’asta di spinta della pompa del carburante meccanica, e forniva tanto olio quanto ne perdeva attraverso i bulloni che si sfilavano, gocciolando sul crossover di scarico. Li ho stretti bene, poi i bulloni della vaschetta, e i bulloni che tengono il supporto dall’altro lato, l’ho ripulito, e ho controllato ogni pochi chilometri fino a quando non mi sono convinto che il problema fosse risolto.

Articolo molto interessante
auto

Ho fatto un’ultima sosta per il gas nella Apple Valley e, circa un’ora dopo, ho fatto un’ultima sosta per il gas a casa. Quando sono sceso dall’auto, ho potuto vedere e sentire l’odore dell’olio sul retro sparso su tutto il pannello laterale del guidatore e sul bagagliaio. Da qualche parte tra Apple Valley e Los Angeles la parte posteriore aveva fatto saltare una guarnizione. Sono contento che sia successo così vicino a casa. Il posteriore è di una Chevy del ’57, ma il proprietario Akin aveva installato nuovi cuscinetti di fabbricazione americana proprio prima che io prendessi in mano la macchina. Lo smontaggio del giorno dopo ha rivelato che la gabbia che separava le sfere si era macinata da sola. Questo a sua volta ha masticato la guarnizione. È una soluzione facile, che sarebbe costata almeno un giorno e chissà cos’altro se fosse successo più lontano da casa. E la temperatura a Los Angeles oggi era di 80 gradi.

Grazie a Bill Akin che, oltre ad essere l’incarnazione di un gentiluomo del Sud e ad essere acuto come un rasoio, è stato così gentile da consegnarmi senza esitazione le chiavi della sua bambina. Grazie anche all’Exec Editor Julia Cyr per avermi aiutato a mettere insieme tutto questo, allo staff di HOT ROD per il supporto morale, e a Texas Ezra e Travis “Skippy” Labella, che mi hanno accompagnato a scattare foto e video per il canale Youtube Unlimited di HOT ROD, che manderà in onda questa sciocchezza nelle prossime settimane. Grazie anche all’editore David Freiburger per aver detto “sì”, e chi più di tutti sa che un’idea davvero stupida può essere la più divertente.

Articolo molto interessante
Angolo di strada - giugno 2014

Giorno 1: Clicca qui Giorno 2: Clicca quiGiorno 3: Clicca quiGiorno 4: Clicca qui Giorno 5: Clicca qui

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento