8° Goodguys PPG Nationals

Esclusivo Street Rodder Video Incluso

Vedi tutte le 41 fotoRon CeridonowriterBrian BrennanphotographerSep 27, 2005

Uno degli eventi che è diventato un “must do” nella lista di molti street rodders’ list di corse con l’asta a cui partecipare è il Goodguys PPG Nationals a Columbus, Ohio. Quest’anno è stata la destinazione finale della nostra Fun Run di Tom.

Al centro espositivo dell’Ohio Expo Center sono state accolte canne, costumi, classici e musclecars fino al ’72. Le attività sono iniziate giovedì 7 luglio con una partita di poker iniziata nel quartiere fieristico. Più tardi quella sera c’è stato un kick-off party al Columbus Marriott.

Venerdì è stato il momento di andare alla fiera e controllare più di 6.000 auto, visitare i venditori, fare un giro o due del meeting di scambio e del car corral, guardare i nuovi prodotti e visitare l’esposizione di automodelli/pedali. Se tutto questo non bastasse a tenervi occupati, Goodguys ha messo in scena l’Hot Rod Drags al National Trail Raceway quel pomeriggio. Insieme a gasatori, Altereds, dragster e musclecars, erano a portata di mano la nostalgia della mostra Funny Cars of The Mill Road Boys e la ricreazione della famosa Dodge Charger del 1970 nota come Chi Town Hustler.

Per dare agli street rodders la possibilità di uscire dagli stand e di salire sulla pista, Goodguys ha introdotto una nuova categoria di Street Rod da 1/8 di miglio, non eliminata e cronometrata. Sfortunatamente i drags sono stati interrotti quando un boom di temporali è arrivato e ha completamente lavato via le eliminazioni. È stato comunque divertente finché è durato!

Per coloro che volevano ancora fare di più, i Goodguys hanno organizzato una festa al Marriot quella sera. Fino a quel momento il tempo era stato bello, ma all’incirca nel momento in cui tutti si stavano radunando per la festa del TGIF, le nuvole si sono aperte. Il nostro Brian Brennan, il nostro Brian Brennan, si è fatto prendere dall’acquazzone per cercare di coprire la sua roadster. E anche se era bagnato fradicio e faceva un rumore stridulo mentre camminava, Brennan si stava divertendo, ed è di questo che si tratta. Se non riuscite a trovare qualcosa di divertente da fare a questo evento, vi suggeriamo di collezionare francobolli.

Il sabato c’erano una serie di aree di parcheggio in evidenza nel quartiere fieristico: Low, Smooth, Cool sponsorizzato da Air Ride Technologies; Home-Built Heaven sponsorizzato da Timberland Pro; Mighty Muscle, Pros Pick, Wide White Way sponsorizzato da Coker; Deuce Doins sponsorizzato da Hot Rods e Horsepower; Ya Gotta Drive ‘EM sponsorizzato da Goodyear Tires; Drive Your ’55 In ’05 sponsorizzato da Cap’s Brite Hot Coatings; e Youngguys, per ragazzi e ragazze di 25 anni e più giovani, sponsorizzato da Vintage Air. I partecipanti in tutte queste aree hanno ricevuto una targa speciale sul cruscotto. Sempre il sabato, i partecipanti hanno avuto la possibilità di incontrare l’eroe hot rod, George Barris, alla colazione delle 10 del mattino. Più tardi nel corso della giornata ci sono state gare di copertura delle valvole e una varietà di seminari di leader del settore, tra cui Hot Rod Air, Air Ride Technologies, Lincoln Electric, Vintage Air, Fatman Fabrications e vernice per paramotore. Una delle attività più interessanti per i bambini è stata una cosa chiamata Make-N-Take Models. Sponsorizzati da Revell-Monogram, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di costruire un modellino di auto e portarlo a casa una volta finito. Un modo piuttosto figo per far interessare i bambini all’hobby, i nostri complimenti vanno a Goodguys e Revell-Monogram.

Un’altra novità per un evento Goodguys è stata la presentazione dei premi per i migliori nuovi prodotti. Le categorie giudicate erano cinque: Detroit Speed and Engineering ha vinto per il kit di sospensioni posteriori a quattro maglie per Camaros e Firebirds; Barry Grant ha vinto la categoria con il sistema di induzione TripleD SixShooter; DuPont/Hot Hues ha vinto la divisione verniciatura e cura dell’auto con i coloranti concentrati Candy Color; Hot Rods e Horsepower sono andati a casa con un trofeo per la loro carrozzeria Ford roadster in fibra di vetro ’32 riattrezzata; e Obsolete di RB è stato riconosciuto per i nuovi strumenti. Il premio People’s Choice è andato al nuovo sistema FrontRunner Drive di Vintage Air.

Domenica mattina le auto che erano state premiate, tra cui la STREET RODDER Top Ten, si sono riunite nel circolo dei vincitori in modo che tutti potessero vederle bene. Più tardi nel pomeriggio è iniziato il programma di premiazione dove sono stati annunciati gli ambiti premi Street Rod e Street Machine of the Year. L’ultima attività ufficiale della giornata è stata la consegna della Hemi Deuce, costruita da Boyd Coddington. Ai finalisti del programma del Gran Premio sono state consegnate le chiavi, ma solo una era quella giusta per la Ford coupé. Boyd provava ogni chiave nell’interruttore di accensione e quella che metteva in moto l’auto era la vincitrice. Quando è arrivato il turno di Jason e Lauire Robinson, la Hemi si è accesa e sono diventati gli orgogliosi proprietari della cinque cilindri a cinque vetri giallo brillante.

Con tutti gli eventi che si svolgono in tutto il paese, non c’è un fine settimana estivo che non abbia una lunga lista di eventi tra cui scegliere. Ma come abbiamo detto, nessuna lista è completa a meno che non ci siano i Goodguys PPG Nationals.

Vedi tutte le 41 foto

8th Goodguys PPG Nationals Street Rodder Top Ten Quando si tratta di scegliere la STREET RODDER Top Ten ad un evento Goodguys le linee guida sono piuttosto semplici: Scegliamo le auto che ci piacciono. Non è molto scientifico e non c’è davvero nessuna rima o ragione. Ecco la nostra Top Ten di Colombo e il motivo per cui le abbiamo scelte. Cosa ci guadagnano, si potrebbe chiedere. Hanno tutti la giacca del vincitore della Top Ten.

Vedi tutte le 41 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20059512sr-columbus-01-s.jpg

Lascia un commento