Aaron Pilatzke 1933 Chevrolet Willys – Street Shaker

Aaron Pilatzke¿ s ¿ 33 Willys lo scuote con 2.200 CV

Vedi tutte le 1 fotoChuck VranaswriterApr 25, 2013

All’ultimo anno di liceo, Aaron Pilatzke di Orangeville, Ontario, Canada, è andato direttamente dal capoclasse quando ha acquistato una Corvette del ’59 per il suo primo progetto di auto. Non soddisfatto dell’installazione di un blocco di piccole dimensioni, ha optato per una Chevy V-8 di grandi dimensioni, mentre si avventurò anche nelle sue prime esperienze con l’iniezione meccanica. Determinato a far funzionare la vecchia unità Hilborn sulla strada, ne padroneggiava le molteplici esigenze e ben presto divenne una forza con cui fare i conti sia sulla strada che sulla striscia.

Con il passare degli anni, un certo numero di auto da corsa sono passate nel garage di casa sua mentre le metteva in campo sia nella classe Bracket che in quella Pro-Modified. L’unico requisito di Aaron era che le sue auto rimanessero sempre stabili e che funzionassero anche ad iniezione meccanica. Essere il proprietario di un’azienda di lavorazione meccanica a Orangeville ha aperto la porta a molte delle tecnologie di fabbricazione all’avanguardia da infondere nella costruzione della sua ultima creazione.

Dopo anni di corse, c’era ancora qualcosa in agguato nella sua mente. Nella sua mente niente era più malvagio di un Willys del ’33

Al fine di creare una base solida che potesse resistere a continui abusi, Aaron ha fabbricato il telaio in tubi di acciaio dolce rotondi da 1-5/8 di pollice, che comprendeva tutte le traverse. Tenendo tutto piantato sul marciapiede, un rearend modulare Ford da 9 pollici della Mark Williams Enterprises (con set di ingranaggi variabili a seconda dell’uso della pista) confezionato con assali a 40 punte forate a pistola corrispondenti è sospeso in posizione da un custom a quattro maglie combinato con ammortizzatori coilover Koni a doppia regolazione Koni. Davanti, Aaron ha progettato il suo IFS, combinando una sola volta i bracci ad A con i mandrini a caduta Mustang II da 2 pollici e gli ammortizzatori coilover a doppia regolazione di Strange Engineering, mentre un pignone e cremagliera modificati mantiene la gestione del rasoio affilato. Vedendo che la macchina avrebbe avuto un uso molto duro in pista, Aaron ha lavorato il suo sistema di frenatura con rotori scanalati da 10-1/2″ in ogni angolo con pinze a quattro pistoni per domare la bestia quando il fluido viene spinto attraverso un cilindro maestro Chrysler da 1 pollice alesato a linee intrecciate Aeroquip. In linea con il tema Weld AlumaStar ruote AlumaStar in dimensioni 15×3,5 anteriore e 15×15 posteriore sono state dotate di gomma Mickey Thompson ET Street.

Articolo molto interessante
1967 Plymouth Satellite - Ritorno in nero

Per un interno che era tutto business Aaron ha iniziato con un rollcage certificato NHRA a 20 punti. L’elettronica è stata cablata dalla Bauer Automotive di Orangeville, e un cruscotto di fabbrica è stato poi riempito con quadranti Auto Meter, completato da un cambio LENCO con una colonnina di supporto e un volante che traccia il percorso lungo un quarto di miglio. Aaron ha costruito i sedili in alluminio e li ha fatti rivestire da J.R. Legare e Blair Archer in pelle di cervo tinta nera, mentre le imbracature Stroud fissano il guidatore e il passeggero in posizione.

Questo è un hot rod che è tutto business, avendo già assicurato un miglior quarto di miglio tempo di 189 miglia all’ora a 7,41 e.t. attraverso marmitte e su pneumatici DOT. Aaron voleva essere sicuro di ringraziare sua moglie, Ann, suo figlio, Joe e il suo grande amico, Bill Kalyn, per tutti i loro sforzi nel corso degli anni. Non c’è niente di meglio che poter fare numeri impressionanti all’ippodromo e poi andare a fare una crociera in città. Questo è di gran lunga il Street Shaker più caldo che abbiamo mai avuto fino ad oggi, e per noi è proprio una figata!

Suggerimenti tecnici del gruppo di prestazioni COMP

COMP Camme

Irruzione

Per un corretto rodaggio della camma (idraulico o solido), lubrificare la camma e i sollevatori con l’apposito lubrificante del gruppo camma e impostare il precarico o la sferzata secondo la scheda tecnica fornita con la camma. Usare olio di qualità per il rodaggio, come l’olio di rodaggio del motore a camme COMP, e adescare la pompa dell’olio prima di avviare il motore. Far girare il motore a 2.000-2.500 giri/min. per 25-30 minuti, quindi scaricare l’olio e cambiare il filtro per garantire la corretta durata della camma.

Articolo molto interessante
Incrociatori classici - 1956 Ford F-100

FAST

Restare a terra

Quando si imposta il FAST EZ-EFI o XFI, assicurarsi sempre di avere una buona base e che i cavi di alimentazione e di terra del cablaggio principale siano collegati direttamente alla batteria. Questo creerà una connessione pulita per ridurre il rumore elettrico nel sistema. Se si utilizza anche una scatola di accensione a scarica capacitiva, questa deve essere collegata a terra al blocco motore.

Inglese

Temporizzazione per luce

Per impostare la fasatura su un motore equipaggiato con l’Inglese-equipaggiato, utilizzare la luce di fasatura inclusa. Non impostarla a orecchio, perché potrebbe compromettere la fasatura del motore e causarne un funzionamento meno efficiente. Utilizzando la spia di fasatura, anche tutte le altre caratteristiche importanti funzioneranno correttamente all’unisono.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento