Adolescenti prima auto – davanti

E’ tutto relativo

Vedi tutte le 1 fotoKevin LeewriterSep 1, 2009

Cosa guiderò? Il mese scorso ho accennato al fatto che mio figlio di 151/2 anni si sta preparando per l’addestramento alla guida e naturalmente, una volta che la sua mente ha iniziato a pensare alla guida, ha subito iniziato a chiedere: “Cosa guiderò?

Non è come se avessi una carenza di auto, ma pochissimi sono pronti ad assumersi il compito di provvedere al trasporto di un adolescente. Questo non è un problema perché, per poter apprezzare il fatto di avere un’auto, ha bisogno di passare un po’ di tempo per renderla degna di una strada. La saggezza qui è che forse ci penserà due volte prima di abusarne se dovesse farla funzionare e renderla presentabile.

Finora è come la maggior parte dei ragazzi nella sua situazione, purché abbia quattro ruote e un motore, e ne sarebbe felice. Non ha mai chiesto una macchina nuova e considerando che suo padre non ha mai avuto una macchina nuova, è stato abbastanza intelligente da sapere che non succederà.

Così, quando ho iniziato a guardare la flotta e ho iniziato a mettere insieme la lista dei pro e dei contro per ognuno di essi, ho iniziato a pensare alla mia prima auto e a come sarebbe stata la sua relazione con lui oggi. Sono nato nel 1967 e la mia prima auto è uscita dalla catena di montaggio nel 1968. Quando ho iniziato a guidare, la mia Chevelle era un’auto di 15 anni e, a quel tempo, era considerata una bella macchina vecchia. Almeno dal gruppo di ragazzi che frequentavo. Era di un rosso acceso con strisce bianche delle SS e si abbassava su ruote da Rally con i tappi dei taxi. Nel nostro gruppo c’erano anche una Mustang del ’66, una Camaro del ’68, una Falcon del ’65 e qualche VW bugs, tutte vecchie auto, alcune più belle e veloci di altre, ma tutte spiccavano ovunque andassimo.

Articolo molto interessante
Taxi di domani: Arrivare velocemente

Ho continuato a pensare di metterlo al volante di qualcosa, e ho iniziato a dare una lunga occhiata a una Monte Carlo del ’70 che non guidavo da un paio d’anni. Nella sua lista dei pro: ha un nuovo interno restaurato, una sospensione potenziata che gestisce davvero bene, e ha un sacco di lamiera antiruggine tra lui e il resto delle auto in circolazione. Dal punto di vista della truffa, ha bisogno di vernice, non ha fatto il miglior chilometraggio, e potrebbe beneficiare di un nuovo motore. Più ho pensato a questa macchina, più l’ho messa in relazione con gli standard del 2009.

Mio figlio è nato nel 1994, quindi, se dovesse prendere una macchina “vecchia” proprio come suo padre, dovrebbe davvero guidare una Mustang del ’95. Per me è difficile da capire, perché per me una Mustang del ’95 qualsiasi cosa è un modello tardivo, quasi nuovo. Non riesco a vedere una Mustang del ’95 che si distingue molto dalla folla in questi giorni come una Mustang del ’68 quando ero a scuola. Forse è il fatto che la ’95 assomiglia molto a una ’04 o a un anno di mezzo.

Ho fatto un po’ di matematica e ho capito che se avesse avuto le chiavi della Monte sarebbe stato come se avessi guidato un’auto più vecchia di me di 24 anni, che sarebbe stata una Ford del ’43 (so che non ce l’avevano, quindi diciamo una Ford del ’42) al liceo. Ora quella era una macchina vecchia anche a quei tempi. Raramente abbiamo visto che negli anni Quaranta o addirittura negli anni Cinquanta si guidava regolarmente negli anni Ottanta. Mentre ci pensavo nelle ultime settimane ho iniziato a tenere un po’ più d’occhio le auto che vedevo mentre andavo al lavoro. Più guardavo e più mi rendevo conto che anche le auto della metà degli anni Ottanta sono sempre più rare sulle autostrade. Forse è il fatto che ho fatto il pendolare in un Ranchero del ’69, ma non ho mai pensato a una Chevy del ’70 come a un’auto d’epoca (ma ha quasi 40 anni)

Articolo molto interessante
Biglietti in vendita per il 21° NHRA California Hot Rod Reunion, 19-21 ottobre, all'Auto Club Famoso Raceway vicino a Bakersfield

Sono sicuro che trovare un accordo pulito del ’95 sarebbe probabilmente la cosa più intelligente da fare, ma cosa ne trarrebbe? Se andiamo con la Montecarlo – molto probabilmente lui può essere l’unico ragazzo a scuola che può iniziare qualcosa con un carburatore (pensate un po’!).

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento