Agosto 2010 Home Town Hot Rodding

Vedi tutte le 1 fotoLiz MileswriterAug 1, 2010

1965 Plymouth Belvedere

Ispirazione

Come il centro commerciale è per le ragazze adolescenti, 555 Race Shop a Jenkintown, Pennsylvania, è stato per Paul Haye crescendo. Il proprietario Ken Montgomery ha costruito alcuni Mopar davvero famosi nel corso degli anni, tra cui un’auto da corsa Belvedere A990 del ’65. Anche prima di prendere la patente, Paul si innamorò delle auto costruite da Ken, e desiderò di poterne costruire una uguale. Ha avuto più di qualche Mopar nel corso degli anni, ma nessuna come la Belvedere che ha oggi.

Nonostante siano passati decenni, Paul non ha mai dimenticato l’auto dei suoi sogni e quando ne ha vista una in vendita nel centro di Philadelphia, ci è saltato sopra. L’auto era priva di motore e priva di interni, ma questo andava bene, visto che Paul aveva un piano in proposito. Voleva prendere quello che aveva imparato curiosando nel negozio di articoli da corsa e costruire un’auto ispirata al ’65 di Ken.

Paul voleva davvero fare questa cosa per bene, così prima di mettere qualsiasi nuovo pezzo, ha fatto immergere l’auto per liberarla da qualsiasi vernice, riempitivo o ruggine. Questo gli ha dato la possibilità di mettere insieme un’auto da zero e non ha preso scorciatoie. Mentre era ancora in metallo nudo, ha fatto costruire alla GMD Motorsports dei connettori per il sottotelaio e ha fatto restringere i telai posteriori per consentire una sospensione a scaletta Alston più stretta. GMD montò il 9 pollici tra le rotaie appena posizionate per il pneumatico largo di cui avrebbe avuto bisogno. Prima di essere passato per essere assemblato, Paul lo ha inviato alla Crozier Body Shop di Weston, Ohio, per ottenere la cosa più dritta possibile. Lì ha fatto sostituire entrambi i pannelli a quarto, insieme alla lisciatura e alla finitura del resto dei pannelli.

Quando si è trattato della scelta del motore, Paolo non ha visto che ne aveva uno; doveva essere una Hemi. Non avrebbe considerato un motore costruito da nessuno se non da Ken Montgomery. Ken ha assemblato una 426 Hemi con un mix di componenti di fabbrica e aftermarket per aiutarla a funzionare bene, ma mantenerla fedele alle sue radici, come il resto dell’auto.

La figlia di Paul, Jennifer, era sempre ansiosa di dare una mano in garage quando era più giovane ed è una fan sfegatata dei Mopar, grazie al suo papà. Ha scattato le foto che vedete qui e attualmente gestisce uno studio fotografico a Toledo, Ohio.

Per i numeri

1965 Plymouth Belvedere Sedan

Paul J. Haye, 55 Perrysburg, OH

Articolo molto interessante
K&N Filters/Goodguys 7th Annual PPG Nationals Cruises Into Columbus

MOTORE:426ci Ken Montgomery cassa da corsa HemiBlock:Mopar ghisaOlimentazione:Milodon carter umidoMontaggio rotante:manovella Mopar, aste Eagle, pistoni Mopar 9:1PistoniTeste dei cilindri:ferro rielaboratoAlbero a camme:idraulico, .480/.495 pollici di sollevamentoValvetrain:1.94/2. Valvole da 25 polliciInduzione:M1 Presa Chrysler, 800-cfm Carb demone Accensione:MSDCooling:CPW radiatore e ventilatoriSistema di alimentazione:Pompa MalloryScarico:TCI Testate primarie da 2 pollici, marmitte da 2 pollici in acciaio inossidabile Borla da 3 polliciMarmitte da corsaFissaggi:ARP e MoparDRIVETRAINTrasmissione/trasformatore:TorqueFlite 727, Frank Lupo Convertitore di stallo a 3.200 giri/min, Cambio CheetahInterasse posteriore:Ford da 9 pollici, 4. 11 marce, Detroit Locker, assali MoserCHASSISSospensioni anteriori:90/10 ammortizzatoriSospensioni posteriori:Chris Alston ladder bar con coiloversFreni:Wilwood discsBODY/ PAINTBody:Crozier Body Shop; Wharton, OHPaint:Chrysler Richard Petty Blue, spruzzato da Sandy HeilmanWheels/TIRESWheels:15×6 e 15×10 Weld Wheels Pro Stars Tires:Michelin anteriore, Mickey Thompson slicks posterioreShow All

1967 AMC Rebel

Driver reale

Bob Kenworthy di Aurora, Colorado, ama avventurarsi fuori dai sentieri battuti quando si tratta delle sue giostre. Ha iniziato a strapazzare i suoi primi passi accanto a papà sul prato del loro appartamento, assemblando la loro benna a T del ’23 negli anni Settanta. Ha imparato ad accontentarsi delle risorse disponibili e a costruire le migliori auto che poteva. La sua prima è stata una Pinto 2.0L del ’71. Ha tenuto il quattro cilindri al suo posto e l’ha saltata abbastanza per battere la concorrenza del V-8 per le strade. Nei 30 anni successivi, ha posseduto quasi 100 auto, tra cui Chevys, Ford e Mopar, ma le sue preferite sono state le AMC. Ne ha avute 12 nell’arco di 30 anni, compresa questa Rebel del ’67.

Quando Bob ha visto per la prima volta questo Rebel era davvero interessato, ma non era in vendita. Dopo averla tenuta d’occhio per un paio d’anni, l’ha vista con un cartello “in vendita”, e se n’è andato. La vernice dell’auto era in ottima forma, il punto di forza della vendita. Ha sostituito i pannelli del pianale, ha ricostruito le sospensioni anteriori e ha lanciato la tre marce per una moderna cinque marce. Il motore originale era solido, ma non riusciva ancora a lasciarlo stare e aggiunse, tra le altre cose, anche l’EFI. Come la maggior parte delle auto che hanno superato i 40 anni, aveva qualche problema, ma niente che Bob non potesse gestire.

Questa non è un’auto da esposizione o un’auto da corsa, ma un pilota. Bob voleva potersi godere quest’auto sulla strada più di qualsiasi altro posto. Ecco perché il cambio a cinque marce era così importante. Ha anche aggiunto l’aria condizionata per mantenere lui e la sua famiglia al fresco. Ai tempi in cui aveva una AMX, avrebbe dovuto trainarla fino ai saloni automobilistici perché la biposto non poteva andare bene a tutta la sua famiglia. Ma ora Bob può guidare questa AMC ovunque con loro, e questo era il punto!

Articolo molto interessante
Progetto HOT ROD Auto Pontiac Ventura LSX

Per i numeri

1967 AMC Rebel 550 Sports Sedan ribelle

Bob Kenworthy, 45 Aurora, CO

MOTORE:AMC 290 alesato .030 polliciBlocco:fabbricaMontaggio rotante:fabbricaTeste dei cilindri:acciaio di riservaAlbero a camme:Gru 268HInduzione:Edelbrock Pro-Flow Iniezione del carburante Multi-PortInizione:MSDRaffreddamento:radiatore di fabbrica in ottone/rameSistema di alimentazione:pompa elettrica di ritorno del carburanteScarico:2. Tubi da 5 pollici con marmitte FlowmasterDRIVETRAINTrasmissione/cambio:Tremec TKO 500 a cinque velocità, SPEC Fase 2 frizioneDriveshaft:acciaio personalizzatoAlbero posteriore:AMC modello 20, 3. 15 marceCHASSISSospensioni anteriori:Ammortizzatori KYB, barra di ondeggiamento aftermarket Sospensioni posteriori;AMC quattro-link, ammortizzatori KYB Freni:’75 AMC Matador freni a disco anteriori, tamburo posterioreMISCELLANEOUSSeats: Rivestiti con vinile grigio e tweed Verniciatura:Base in paramotore/ruote nere chiare/ruote nere trasparenti/ruote TIRES: 15×7 e 15×8 American Racing Torq-Thrust II Pneumatici: 225/70R15 e 275/60R15 BFGoodrichShow All

1974 Chevrolet Nova

Trasformatore

Non c’è dubbio che l’hobby di costruire automobili sia un grande hobby da condividere con la famiglia. Dà ai ragazzi una buona etica del lavoro e può tenerli fuori dai guai. Gerry Gaida e il figlio Ron avevano discusso l’idea di costruire un’auto insieme, ma solo quando Ron aveva trent’anni potevano farlo.

Gerry era immerso fino alle ginocchia nel mondo delle auto quando è stato spedito a servire nella guerra del Vietnam. Quando finalmente è tornato, è stato il momento di costruire una famiglia, piuttosto che automobili. Ha cresciuto tre figli con sua moglie e ha servito come agente delle forze dell’ordine per l’esercito degli Stati Uniti fino a quando non è andato in pensione sei anni fa. Lui e Ron avevano parlato di costruire un’auto insieme per anni e questo era il momento giusto. Trovarono una Nova del ’74, nata in California, senza ruggine, e iniziarono insieme la costruzione. Sebbene fosse priva di ruggine, non era priva di danni. La griglia era incrinata e doveva essere sostituita. Come la maggior parte della gente, non erano grandi fan degli enormi paraurti pesanti del modello ’74, così li hanno sostituiti insieme alla griglia e al cofano con il metallo di una ’72. Cosa c’è di meglio che comprare una Nova del ’72? Comprare una ’74 a metà prezzo e trasformarla in una ’72

Il team padre e il figlio hanno fatto tutto il lavoro di personalizzazione e di montaggio da soli, ma hanno lasciato alcune cose agli esperti. Chiunque si sia dilettato nell’arte della pittura automobilistica sa che è una cosa difficile da produrre a casa. Dopo che i pannelli del ’72 sono stati montati, hanno portato l’auto alla carrozzeria Factory Finish Auto Body di Lindenhurst, Illinois, per essere ricoperta di vernice Black Cherry.

Articolo molto interessante
E' la TUA occasione per chiedere a Courtney Force tutto quello che vuoi

Frequentano i saloni dell’auto, ma amano anche sgranchire le gambe della Nova sulla pista da dragstrip. Il loro basso timeslips di 11 secondi dimostra che il motore della loro Chevy 377ci MAS Performance 377ci small-block è stato un grande investimento. Funziona a gas a pompa ed è una vettura stradale ben educata, grazie a componenti del motore ragionevoli. Nonostante ciò, hanno tirato fuori il motore per una sostituzione dell’albero a camme a rulli pieni e un convertitore di coppia più da corsa per una maggiore potenza e migliori lanci.

Per i numeri

1974 Chevrolet Nova

Gerry Gaida, 64 anni; Ron Gaida, 39

Antiochia, IL

468 CV, 11,44/114 km/h per un quarto di miglio

MOTORE:377ci small-block Chevy by MAS Performance Block:nuovo fabbrica a quattro bulloni principale Oliatura:Pompa di taglioSistema di rotazione:Manovella e aste Eagle, pistoni ipereutetici Speed-Pro, compressione 10:1Teste dei cilindri:Edelbrock E-Tec 170 cc Albero a camme:COMP idraulico a punta piattaValvetrain:COMP sollevatori e molle, 1.94/1. Valvole inox da 55 pollici Induzione:Holly 750-cfm carbInnesco:Distributore MSDRaffreddamento:Radiatore in alluminio AFCO e ventola elettricaScarico:Testate Hooker rivestite, marmitte FlowmasterFissaggi:ARPDRIVETRAINTrasmissione/trasmettitore:TH350, e Quicksilver Shifter Driveshaft:costruito da Strange EngineeringAssale posteriore:Strange S-60 alloggiamento, 3. 73, marce, posi CHASSISFront sospensione:connettori del sottotelaioSospensione posteriore:Barre CaltracBrakes:Disco anteriore da 11 pollici alimentato Hydroboost, tamburo posteriore BODY/PAINT Body:’72 griglia, cofano, pannello posteriore e paraurti anteriore e posteriore Paint: Paramotore Black Cherry by Factory Finish Auto Body in Lindenhurst, Ruote ILWHEELS/TIRES:15×7 e 15×8 Weld DragliteTires:225/60R15 e 245/60R15 BFG Radial TAShow All

Mothers Picture Perfect Award

Questo è il luogo in cui mostrare il proprio orgoglio e la propria gioia al resto dell’umanità, quindi pensiamo che i lettori che si sono presi il tempo di catturare uno scatto davvero fico del loro hot rod dovrebbero ricevere un piccolo bonus. Le mamme hanno accettato, e hanno deciso di venire alla festa con qualche omaggio per la migliore foto presentata a PHR.

Ogni mese i redattori della PHR vaglieranno le immagini e sceglieranno quella con la migliore composizione, illuminazione e qualità complessiva. Il vincitore riceverà un assortimento fresco di prodotti Mothers per mantenere la sua macchina bella e lucida. Inviateci un CD con immagini digitali in formato JPEG, insieme a una descrizione scritta della vostra auto. Ricordate che le immagini digitali devono essere a 300 dpi, e più grande è l’immagine, più grande può funzionare. Inoltre, assicuratevi di includere informazioni sull’auto, insieme al vostro nome e indirizzo. Buona fortuna!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201081008phr-02-o-1965-plymouth-belvedere-sedan-front.jpg

Lascia un commento