Agosto 2011 Hometown Hot Rodding

Hai una macchina che vuoi che il mondo veda?

Vedi tutte le 1 fotoLiz MileswriterAug 1, 2011

Hai una macchina che vuoi che il mondo veda?

Inviare le specifiche e pix a john.hunkins@sorc.com

1966 Pontiac LeMans

Bill Herder Peters Township, PA

Essendo cresciuto in una famiglia di soli Chevy-only, Bill Herder è cresciuto pensando che Chevrolet fosse l’unico produttore che produceva motori ad alte prestazioni. Con l’aiuto di suo padre, ha iniziato il suo primo progetto, una Camaro del ’73. Dopo che un incendio di un motore ha rivendicato l’auto, ha messo in attesa la costruzione. Nel corso degli anni ha avuto un paio di altre auto, ma niente che si è bloccato. Poi è arrivata la Pontiac. Il mio obiettivo era quello di avere un’auto molto stabile, affidabile e di grande impatto visivo, con almeno 500 CV di potenza, in grado di gestire un’auto moderna”. In altre parole, volevo tutto”, dice Bill. Non voleva un’auto che si sentisse un criminale a pezzi, così ha comprato questa LeMans del ’66. Entro tre settimane dalla consegna, Bill aveva l’intera auto in bustine o su un portapacchi. Mandò il telaio a Mark Savitske della Savitske Classic per modificare e incipriare il telaio. Da lì ha ricevuto una Pontiac 462ci stroker, una Tremec TKO-600 a cinque velocità, bracci di comando tubolari e freni Wilwood. Ai saloni dell’auto la gente suppone che sia una regina del rimorchio costruita in un negozio, ma in realtà, la maggior parte del lavoro che Bill stesso ha fatto nel suo garage, e l’auto è guidata perché è costruita per guidare.

1968 Chevy Camaro

Rodney Prouty San Mateo, CA

Mentre lavorava alla Camaros di Steve a San Bruno, California, Rodney Prouty ha risposto alla chiamata di una donna che voleva vendere una Camaro del ’69. Rodney è andato a casa sua per controllare e ha scoperto che in realtà era una Camaro del ’68, o quello che ne era rimasto. Il guscio era gravemente danneggiato, ma era comunque una Camaro. Chiese alla donna quanto la voleva. La risposta di 100 dollari sconvolse Rodney. Dopo aver cercato di convincerla che poteva ottenere di più, lei ha accettato la sua offerta e la macchina era sua. “Non so cosa mi abbia fatto battere il cuore più forte, l’emozione di possedere una Camaro del ’68, o la sensazione di essere probabilmente in difficoltà”, dice Rodney. Nei due anni successivi ha lavorato alla costruzione del suo budget, trovando la maggior parte di ciò di cui aveva bisogno su Craigslist, finanziando gli acquisti con i soldi guadagnati vendendo i pezzi di ricambio su eBay. Da allora ha comprato alcuni componenti di sospensioni di lusso per ottenere di più dall’auto in occasione di eventi di autocross, ma lo sta mantenendo ragionevole. Dopo mille idee su schemi di vernice, Rodney si è finalmente impegnato per il bianco con un gioco sulla tradizionale grafica a strisce dell’hockey.

Articolo molto interessante
WyoTech riceve il Premio President's Honor Roll per il servizio

1978 Chevy Camaro

Mark Giles Big Stone Gap, VA

Il piano di costruzione iniziale era quello di andare con un motivo Pro Street, fino a quando il proprietario Mark Giles non ha ottenuto un lavoro in un negozio di telai per auto di serie e le sue aspirazioni sono cambiate. Il suo capo cercò di convincerlo a costruire un trelink con coilover, ma Mark voleva realizzarlo come un’auto Cup. Iniziò a lavorare al telaio nel soggiorno del suo appartamento fino a quando non si trasferì in Virginia, dove poteva davvero andare a lavorare. Lì ha costruito la gabbia, ha fabbricato il lavoro interno di latta e ha iniziato la carrozzeria. Ha preso un naso da fabbrica e ha creato una diga per l’aria e ha sventrato un cofano per pulire il filtro dell’aria. Un cofano piatto avrebbe funzionato se si fosse attaccato alla sua Chevy a blocco grande senza il piano del distanziatore del carburatore, ma dopo aver visto cosa ha fatto un distanziatore da 2 pollici ai suoi numeri da banco, ha fatto il sacrificio. Ha sostituito il vetro anteriore e posteriore originale con pezzi di Lexan della Pro-Glass, ma ha tenuto il vetro della portiera di serie. Consumato dagli aspetti razziali della costruzione, Mark ha fatto scorrere le sbarre della porta proprio dove doveva esserci la manovella della finestra. Invece di spostare le barre, ha trovato una serie di motori elettrici per i finestrini come soluzione e ha finito per essere l’unico pezzo di lusso in questa auto da corsa. Mark ha ingannato il resto dell’auto con un tubo di scarico ovale, un freno di stazionamento a pignone e un sistema di lubrificazione a carter secco.

Articolo molto interessante
AMC Rambler V8 - Macchina Mossy

1967 Chevy Corvette

Mark Cole Sonora, CA

Sia Mark Cole che la sua Chevy Corvette del 1967 sono nativi della California del Nord. La ‘Vette è stata originariamente acquistata e venduta a Sonora, facendo di Mark il terzo proprietario a registrare l’auto nella stessa città. Tra i proprietari, negli anni ’70, negli anni ’70 è stata utilizzata come auto da corsa, con i razzi parafango restanti. Mark pensò di toglierli, sapendo che i puristi si sarebbero presi gioco di lui per averli tenuti addosso e non aver restituito l’auto in magazzino. Nel negozio di Mark, Sierra Auto Restoration, è andato a caccia dei pezzi originali per un vero restauro tutto originale e non ha voluto farlo per quest’auto. Era il momento di giocare. Era il momento di dimenticare ciò che è corretto e di divertirsi con l’auto. Ha pulito i razzi e ha continuato con la sua creazione. La Chevy LS6 454ci big-block è stata soffocata da una serie di marmitte restrittive, così le ha sostituite con alcune unità ad altissimo flusso di Hooker. Questo gli ha dato 435 CV alle ruote posteriori, un sacco di divertimento per lui.

Premio per l’immagine perfetta delle madri

Questo è il luogo in cui mostrare il proprio orgoglio e la propria gioia al resto dell’umanità, quindi pensiamo che i lettori che si sono presi il tempo di catturare uno scatto davvero fico del loro hot rod dovrebbero ricevere un piccolo bonus. Le mamme hanno accettato, e hanno deciso di venire alla festa con qualche omaggio per la migliore foto presentata a PHR.

Articolo molto interessante
La Fondazione IronMen - Borse di studio per i figli dei soldati uccisi e dei disabili

Ogni mese i redattori della PHR vaglieranno le immagini e sceglieranno quella con la migliore composizione, illuminazione e qualità complessiva. Il vincitore riceverà un assortimento fresco di prodotti Mothers per mantenere la sua macchina bella e lucida. Inviateci un CD con immagini digitali in formato JPEG, insieme a una descrizione scritta della vostra auto. Ricordate che le immagini digitali devono essere a 300 dpi, e più grande è l’immagine, più grande può funzionare. Inoltre, assicuratevi di includere informazioni sull’auto, insieme al vostro nome e indirizzo. Buona fortuna!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\08\1108rc-01-1966-pontiac-lemans-right-side.jpg

Lascia un commento