Ai box e sulla strada: Foto di Drag Week 2014 Giorno 3

Vedi tutte le 1 fotoElana ScherrwriterSep 10, 2014

L’abbiamo già detto in passato, ma non c’è davvero molta differenza tra “in pista” e “sulla strada” alla Drag Week. Le giornate non iniziano e finiscono con il sole, o con l’orologio, o con il calendario. Spesso è domani, mentre si pensa ancora che sia stasera. Capito? Oggi, per esempio, abbiamo corso a Thunder Valley, nella Noble Oklahoma. È una bellissima piccola pista, e abbiamo visto dei tempi super veloci. È anche un po’ in mezzo al nulla, quindi tutti hanno dovuto alzarsi prestissimo, il che significa che abbiamo visto le auto partire per la dragstrip quando era ancora buio. Alcuni si stavano strapazzando per prepararsi, altri, come Doug Garrison, stavano lavando via la sporcizia della strada della notte precedente. Più pulito potrebbe essere più veloce.

La nostra prima conversazione una volta arrivati nella Thunder Valley è stata con Tim Pogue. Tim corre con una Ford ’33/34 (corpo e griglia sono di anni diversi) della classe Hot Rod, e volevamo saperne di più, ma era difficile concentrarsi perché Tim aveva il sangue che gli colava in faccia. “Oh, mi sono tagliato sul bordo del bagagliaio”, ha detto, come se fosse perfettamente normale indossare gli occhiali del negozio e sanguinare per tutto il box. “Anche io ho rotto gli occhiali in qualche modo, per fortuna le mie specifiche del negozio sono da prescrizione”. Gli abbiamo suggerito di farsi dare un’occhiata alla testa da qualcuno. “E’ così grave?”, chiese. Se ve lo state chiedendo, la coupé è una Chevrolet 350 sostenuta da una Tremec 5 marce e quando Tim non si fa male su di essa, corre nel 13.

Accanto a Tim c’era un’altra auto della classe Hot Rod, la roadster del ’32 di Sheldon Hefler. Ora quest’auto ha un aspetto incredibile in pista o in autostrada, come vedrete quando attraverserete la galleria, e ancora meglio, ha una storia da abbinare al suo bell’aspetto. Non è una patina finta sulla Ford verde menta. L’auto apparteneva originariamente al suocero di Sheldon, Bruce, “Noi la chiamiamo la Bruce Duece”, ci ha detto Sheldon. Bruce ha costruito l’auto quando aveva circa 15 anni, nei primi anni ’50. Era sulla copertina del suo annuario del liceo, e l’ha guidata per tutta l’adolescenza. Quando si è dato da fare per strapparla, l’ha nascosta e, dopo la sua morte, Sheldon ha deciso di farla rivivere. La vernice è del 1955, come la maggior parte degli interni. Sheldon ha restaurato parte del firewall e del cruscotto, e ha costruito una Ford Flathead 304ci per alimentare la macchina verde. Il pianale è ribaltato da tre carboidrati Stromberg, 150cfm a testa, e imbottito con pistoni Ross e una camma Isky 400jr. Dietro c’è un cambio a 5 marce che riporta a una posteriore a cambio rapido Winters. Con la Duece è a corto di 15s, e ha fatto 50.000 miglia negli ultimi tre anni. Prende 20 mpg a 70 miglia all’ora in autostrada. Molto meglio di una Prius, e piuttosto figa per un’auto che è stata in famiglia per 60 anni! “Più persone dovrebbero costruire teste piatte”, dice Sheldon. “È in giro da così tanto tempo che si possono trovare tutte le dosi e le cose da fare”. Qualcuno ha già capito tutto”.

Articolo molto interessante
1981 Chevy C10 - Processo di guarigione

Parlando di auto che sono in circolazione da un po’ di tempo, che ne dite della Chevelle SS del ’72 di Ron Fleming? Ce l’ha da 41 anni, e ha vissuto la maggior parte di quel tempo come un’auto da esposizione. “Costruire un telo nel finestrino, solo su e giù da un rimorchio, specchietti sotto di esso, questo genere di cose”, ci ha detto. Poi ha deciso di mischiarla, e ora è un motore di una cassa 502 con 12 cilindri in funzione durante la Drag Week. Ha ancora l’adesivo del finestrino, però. Oh, e l’aria condizionata funziona.

Ci imbattiamo sempre in vecchi amici durante la Drag Week, ma siamo stati felici di vedere Jess Neal ai box. L’ultima volta che abbiamo visto Jess, lo stavamo acclamando per la vittoria nella classe Vintage al Pikes Peak International Hillclimb. La corsa della Drag Week di Jess è un po’ più mite, ma sembra che si stia divertendo. Era particolarmente contento del percorso del giorno precedente, che lo ha portato ad attraversare la città in cui è cresciuto. “Ho guidato fino all’ospedale dove sono nato”, ci ha detto. Dato che i percorsi di guida della Drag Week sono segreti fino al giorno del viaggio, possiamo immaginare che sia stata una bella sorpresa per Jess. Sta correndo 13s nel suo piccolo blocco motorizzato Challenger del ’73.

Articolo molto interessante
1969 Ford Mustang Mach 1 - Anticorpo

In viaggio! Abbiamo fatto l’autostop con George Gallimore nella nera Montecarlo del ’70 che è in testa alla classe Super Street Power Adder con una media di 7,68. Avete visto una Monte Carlo del ’70? Non è quello che ci si aspetterebbe da un 7,68. “Stai parlando a 60 piedi?” No. Full su un quarto di miglio, a quasi 200 miglia all’ora. È una Chevrolet Chevrolet di Steve Schmidt con 555ci e due grossi turbocompressori. L’anno scorso George correva a 8, ma non gli bastava. ha alleggerito l’auto con un blocco di alluminio, e dice che è ancora un lavoro in corso. È molto metodico nel suo approccio alla Drag Week. Entra, fa il suo passaggio e si mette in strada mentre la giornata è ancora presto e un po’ fredda. Cerca di tenere la macchina in movimento e la raffredda ad ogni fermata del gas. “Il vapore si blocca se rimane nel traffico”, ha avvertito, ma non abbiamo visto problemi di alcun tipo durante il nostro viaggio. Abbiamo fatto 200 miglia con George e abbiamo solo una lamentela. Ha detto che potevamo guidarla, ma non riuscivamo a raggiungere i pedali. È costruita per un guidatore alto. Probabilmente è un bene che non ci abbiamo provato, visto che questa era la nostra vista dal sedile del passeggero.

Dopo il nostro viaggio con George, ci siamo fermati a una piccola stazione di servizio perché un lampo di verde nella vetrina di un negozio vicino ha attirato la nostra attenzione. Si è scoperto che era un Coronet R/T del ’70, e il proprietario era un pittore e un body man. Ci ha fatto entrare nel negozio dove abbiamo ammirato la Dodge, una Roadrunner del ’70, un progetto di autocarro e diversi disegni di auto cool e altri effemeridi automobilistici. Non si sa mai cosa si può trovare sulle strade secondarie!

Articolo molto interessante
45° NSRA Street Nationals Plus - Miglior Ford in una Ford

Oggi avevamo tre posti di blocco e siamo riusciti a raggiungerli tutti mentre il sole era ancora alto. Abbiamo incontrato di nuovo George e il suo costruttore di telai/conducente Jeffrey a Great Bend, Kansas, dove lo stagista Brandan ha scattato foto fantastiche della Monte e abbiamo discusso dei piani di George e Jeffrey per Bonneville nel 2015. Vuole andare a 300 miglia all’ora. Qualcosa ci dice che ha il know-how per farlo.

Ok, basta chiacchiere, ecco le foto!

Giovedì 11 settembre, SRCA Drag Strip, Great Bend, Kansas: dalle 8:00 alle 14:00 Central, 10 dollari da guardare

Venerdì 12 settembre, Tulsa Raceway Park, NOTA LE DIVERSE ORE, dalle 14:30 alle 20:30 Centrale, 15 dollari da guardare

Sabato 13 settembre, Tulsa Raceway Park Heads-Up Shootout: Gates alle 8:00, corsa alle 10:00, finita quando è finita.

https://www.youtube.com/watch?v=8N1C1cRVEbE

Vedere più Drag Week 2014:

-Segna questa pagina per tutte le notizie giornaliere, i risultati, i video e la copertura fotografica della settimana 2014.

-Guarda la Settimana del Trascinamento 2014 in diretta dalle tribune! Vedi tutti i dettagli QUI.

-Trova la Settimana del Trascinamento OnFacebook, Instagram, e Twitterusing #DragWeek14

La Settimana del Trascinamento 2014 è sponsorizzata da:

Presentazione dei fornitori di ingranaggi

Pep Boys Speed Shop Co-Sponsor e Live Stream Video

QA1

NOS Official Nitrous

Accensione ufficiale MSD

Carburante ufficiale del marchio Rockett

Intervista a McLeod Clutches ‘In the Pits’

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20149On-the-road-Day-3-Drag-Week-2014-20.jpg

Lascia un commento